Futuro


Futuro non programmato, futuro non ancora ben certo, futuro non delineato.

Futuro prossimo, futuro remoto, futuro improbabile, futuro impossibile, futuro realizzabile.

Incognite che lasciano perplessi, ostacoli che sembran montagne alte e impossibili da scalare.

La mente può sognare, ma spesso la realtà può infrangere quei sogni.

Viaggiando insieme alla ricerca del nostro mondo e alla conquista dei nostri spazi.

Veleggiando insieme incontro ad un futuro non ancora dipinto, verso un mondo dove nulla è sbagliato.

Percorrendo insieme le strade del mondo godendo di ogni piccolo istante che ci viene concesso.

Il futuro sarà il nostro presente, non ci sarà bisogno di immaginare il domani, perchè ogni nostro oggi, sarà il domani che avevamo timore di programmare.

Insieme tutto si può.

Si può sognare, costruire, proseguire, fantasticare, inventare, anche solo riposare e godere di ogni sorgere del sole.

Non occorre conoscerlo prima il futuro, basta viverlo

Laura

Sai perchè?


Sai quando il sentimento è vero e puro?

Quando il bene è profondo e sincero?

Quando l’amore è più forte di tutto e di tutti?

Quando nonostante i litigi

nonostante le scenate

nonostante quelle parole dette per scagliare la rabbia che si ha dentro

nonostante la sincerità che a volte può far male

nonostante tutto…

Si ci ritrova ancora insieme giono dopo giorno.

Perchè devi sapere che l’amore, quello vero

ha una forza così grande

così potente

così insuperabile

così invincibile

che riesce a superare tutto.

Il dolore

la rabbia

le offese

le incomprensioni

le scenate

i malintesi

le delusioni.

Tutto diventa come schiuma che si dissolve senza lasciare traccia.

Se non fosse vero amore, le strade si dividerebbero dopo pochi scontri, ognuno getterebbe la spugna per navigare verso nuovi orizzonti.

Oggi come oggi è facile lasciar andare, smettere di lottare.

Ma se siamo davvero legati niente e nessuno potrà mai sciogliere quel nodo invisibile che ci tiene uniti.

Laura

Sbalzi


Ci son giornate che a volte si adattano perfettamente al nostro umore ballerino.

Un attimo esce il sole che illumina il nostro sorriso.

Un attimo dopo tutto si oscura, diventa nero e tuoni e lampi squassano il cielo.

Temporali e raggi di sole si alternano come il nostro umore.

Un pò come quando ti svegli con il sorriso pronto a goderti l’attimo speciale

e accade qualcosa che non ti fà calmare.

La gioia che ti illuminava gli occhi si spegne oscurata dal malumore

il sorriso svanisve sostituito da un broncio di dolore

l’ottimismo scompare facendo posto al più cupo pessimismo

e non ci son parole per far calmare tutto il tuo autolesionismo.

Quel che rendeva sereno il momento

si è trasformato nel solito tormento.

Come quando mentre tutto sembrava perfetto e il momento era speciale

tutto lì pronto da godere e assaporare.

Ecco che basta un piccolo commento, un cambio di programma inaspettato e sgradito che dentro di noi succede l’inaudito.

Si scatena il temporale, fulmini e saette potrebbero uscire dai nostri occhi, e scrosci di parole ostili dalle nostre bocche.

Non sò se ci sia qualche antico detto

ma pare che

sbalzi d’umore e sbalzi metereologici vadano a braccetto.

Laura

Ti parlo


Ti parlo d’amore con ogni mio gesto

Ti racconto di me in ogni contesto

Ti spiego il mio cuore e la mia ragione

Ti dico che ti amo anche quando son di malumore

Ti parlo d’amore ogni momento

Perchè questo è tutto quel che sento

Laura

Dolce notte


Dolce notte a te

che colmi la mia mente di pensieri

Dolce notte a te

che domani mi accompagnerai come ieri

Dolce notte a te

che fai sì che i miei sogni sian sereni

Dolce notte a te

che anche da lontano fai sì che mi giungano i tuoi pensieri

Dolce notte a te

che mi stringi forte nel tuo cuore

Dolce notte a te

che sei il mio grande amore

Laura

Come orme sulla sabbia


È lì sul bagnasciuga che momentaneamente restano le impronte del nostro passaggio

Prima che l’onda biricchina arrivi a cancellarle

Son due paia di orme, parallele e vicine che proseguono in sintonia

Ecco quel che la vita ci riserva

Proseguire uno di fianco all’altro lasciando impronte al nostro passaggio

Qualcuno si ricorderà di noi e delle nostre impronte

Qualcunaltro le dimenticherà in fretta preso da altre onde

Ci sarà chi, da noi avrà solchi profondi nel suo cuore

Chi invece ci custodirà con amore

Ci sarà chi vivrà nella speranza di incrociare il nostro passaggio

E chi vorrebbe che fossimo stati solo un miraggio

Noi mano nella mano continuiamo il nostro cammino

Addentrandoci un poco verso il mare vicino

Laura

Tesoro


Tesoro

che dolce parola, che parola preziosa.

Un Tesoro

non è necessariamente un gioiello, una pietra un cofanetto pieno di monete d’oro.

Un Tesoro

è semplicemente una persona a te preziosa che tieni nel cuore

Dire Tesoro

e dirlo con il cuore è il più gran complimento che si possa fare.

“Ma tu lo sai che,
quando mi dici Tesoro,
il mio cuore vibra, i miei occhi brillano e il suono che odono le mie orecchie è:
Dolce come il miele
Piccante come il peperoncino
Avvolgente come un abbraccio”

Non dire mai Tesoro usandolo come parola comune, perchè parola comune non è.

Laura

L’infinito


Infinito.

È quel che ha deciso il destino che ci ha unito

Infinito.

È l’amore che ci avvolge

Infinito.

È il pensiero che accarezza il tuo nome

Infinito.

È l’abbraccio anche quando i nostri corpi inevitabilmente devono separarsi

Infinito.

È l’orizzonte

Infinito.

È il cielo punteggiato di stelle

Infinito.

È ciò che non ha mai fine

Infinito.

Anche quando qualcuno vorrebbe dare a tutto una fine

Laura

Sai perchè?


Sai perchè io e te ci ritroveremo sempre?

Perchè a dispetto di tutto e di tutti

di chi ci vorrebbe separati

di chi ci da già per spacciati

di chi ha sperato che non c’incontrassimo mai

di chi preferirebbe che tra noi fossero solo guai

di chi ha goduto delle nostre schermaglie

di chi alitava malignità sulle nostre battaglie

di chi ha pregato che fosse tutta una finzione

di chi ha creduto che non fosse vero amore

di chi ha sentenziato che non sarebbe durata

di chi ha insinuato che fosse tutta una stangata

di chi ha provato a separarci

di chi ha tentato di disintegrarci.

Io e te qualunque cosa accada

sapremo sempre ritrovare la nostra strada

la strada che il nostro destino

ha stabilito per il suo cammino

Sai perchè ritroveremo la traccia?

Perchè sapremo stringerci tra le braccia

dove c’è il nostro porto sicuro

forti del nostro sentimento più puro.

Laura

Lassù qualcuno vi ama


Erano alcuni giorni che non lo vedeva, e lui le mancava quasi come l’aria stando in apnea.

Non faceva altro che aspettare impazientemente il momento in cui finalmente si sarebbero ritrovati.

Lo sognava da giorni, lo immaginava nella sua mente, ne sentiva quasi il profumo.

Chiudendo gli occhi poteva vedere indistintamente il loro incontro…

E poi… quando ormai le speranze erano diventate vane…

Nel silenzio della campagna lo stridio delle ruote sul selciato le annunciava l’imminente arrivo di un’auto. Non osava quasi respirare perchè per troppe volte il cuore le si era fermato con la speranza che qualche auto potesse girare nel suo viottolo e fermarsi davanti alla sua porta.

Ma questa volta, non solo il rumore del motore era vicinissimo e le ruote avevano frenato davvero davanti alla sua porta, il motore aveva lanciato il suo ultimo respiro e si era spento quando l’autista aveva girato la chiavetta.

Uno sportello si era aperto e richiuso, mentre lo scricchiolio di passi che si stavano avvicinando era sempre più forte.

Sbirciando quasi senza voler guardare aveva scorto una sagoma dietro il vetro della porta. Un braccio si era alzato, e una mano si era poggiata sulla maniglia nel tentativo di farla scattare.

Un sorriso le era così affiorato alle labbra, un sorriso di felicità che era subito scomparso sostituito dal timore che forse, lui, non era tornato per restare.

E così si era avviata titubante alla porta, aveva girato la chiave nella toppa e lui sentendo il rumore aveva abbassato la maniglia aprendo di scatto e facendole fare un mezzo passo indietro.

Si guardarono un attimo negli occhi, un attimo che parve un’eternità. Contemporaneamente emisero un sospiro. Entrambi a corto di parole.

A lei tremarono un pò le gambe, l’ansia accumulata nei giorni passati, il timore di un rifiuto da parte sua, la paura di vederlo voltare ancora una volta le spalle e andare via.

Abbassò lo sguardo intimidita da quel suo squadrarla, ma non fece in tempo ad indietreggiare ancora perchè lui la prese tra le braccia stringendola forte e con una mano dietro la nuca e una ad alzarle il mento la baciò appassionatamente e con possesso.

Tra un bacio ed un altro le sussurrò dolci parole “tesoro mio, quanto mi sei mancata” stringendola forte a sè “sei la più bella cosa che mi sia mai capitata” e accarezzandole il viso prima di baciarla ancora “non ci saranno più distacchi tra di noi, da oggi sarà per sempre qualunque cosa accada”.

Le parole le morirono in gola, voleva rispondere ad ogni battuta, dire che anche lui le era mancato, che lui era il suo tesoro, la cosa più bella che le fosse capitata, che non le importava di quel che avrebbe potuto accadere se lui le era accanto, ma rimase in silenzio lasciando che tutte le paure accumulate si dissipassero. Vide nel cielo un barlume, forse una stella, forse solo un riflesso, di certo le sembrò un segno, qualcuno lassù amava e benediva la loro unione.

Laura