Pennoni salsiccia, zucca, funghi e scamorza


Dal sapore autunnale, ma che con il freddo si sposa benissimo!

Primo, secondo e contorno tutto in un piatto.

Ingredienti:

350 g di pennoni
350 g di zucca tagliata a cubetti
2 salsicce (io le ho messe piccanti)
15 g di funghi secchi
50 g di scamorza non affumicata
1 cucchiaio di olio d’oliva
400 ml di latte
20 g di farina
20 g di parmigiano
1 spicchio d’aglio
Prezzemolo, sale, pepe, noce moscata
1/2 dado ai funghi

Mettere a mollo i funghi in acqua calda ma non bollente
Tagliare a cubetti la zucca
Sbriciolare le salsicce in una padella antiaderente e farle rosolare senza aggiungere olio. Una volta cotte metterle da parte e utilizzare la stessa padella per la cottura delle verdure.
Scaldare un cucchiaio di olio d’oliva con lo spicchio d’aglio tagliato a metà. Far saltare la zucca e i funghi tagluizzati. Togliere l’aglio, aggiungere il 1/2 dado, metà acqua dei funghi filtrata e una macinata di pepe. Portar a cottura la zucca a fiamma media e coperto fin quando sarà possibile schiacciarla con la forchetta. Se necessario aggiungere altra acqua.
Nel frattempo mettere a bollire l’acqua per i pennoni e preparare la besciamella diluendo la farina con un pò di latte formando una cremina senza grumi. Aggiungere il restante latte, il parmigiano, una generosa grattata di noce moscata e salare a piacere. Cuocere sul fornello medio tenendo mescolato fon quando si sarà formata una bella crema. Distribuite tre cucchiai di besciamella sil fondo della teglia Quando la pasta sarà cotta, mescolatela con la salsiccia, la restante besciamella e la zucca che avrete precedentemente schiacciato con la forchetta. Versate in teglia e terminate con la scamorza tagliata a cubetti.
Infornate a 200°C per ca 15/20 minuti.
Buon appetito
Laura

Buona Epifania


Per ognuno di noi c’è la scopa perfetta
Larga corta o ciccetta
Non importa se belle o brutte
Noi befane piaciamo tutte
Non per quello che c’è fuori
Ma per quel che c’è nei nostri cuori.

Poesia mia
LauraParise

Ti mando un saluto con il vento


Questo soffio di vento che non mi porta da te

Questo vento impetuoso che ora c’è

Non posso farlo di persona

Per lo meno, non ora

A lui affido il mio saluto e un bacio per te

Tienili stretti, fatti scaldare il cuore

Sò di non poter far altro per ora

Se non contar le ore

Laura

Io sono io


Io sono unica

Non ho doppioni

E neppure dei cloni

Io posso non essere speciale

Ma dentro posseggo il mare

Tempeste furibonde mi si agitano dentro

Onde s’infrangono nel profondo del mio cuore

Lasciando scie di cattivo umore

Alla vista di quelle parole

Che desidero siano rivolte solo a me

Che siano sincere e abbiano un perchè

Un solo desiderio

Uno solo soltanto

Essere l’unica a cui tu dici

Tesoro, amore saremo felici.

Laura

Cercami


Non mi cercare nei tuoi ricordi ma trovami nei tuoi presenti

Non dimenticare la mia presenza

Cercami perchè io non amo la tua assenza

Non mi cercare quando non senti che la mia mancanza ti brucia dentro

Cercami ogni attimo anche nel più tremendo

Non mi cercare quando mi puoi accogliere

Ma cercami quando c’è anche un rischio da correre

Non mi cercare solo per abitudine o per solitudine

Ma cercami anche quando potrebbe essere inquietudine

Cercami in ogni istante anche quando tutto diventa devastante

Perchè sono il tuo pensiero costante

Cercami se davvero mi vuoi

Cercami anche se ci sono i tuoi

Non dimenticarti della mia esistenza solo perchè hai un’altra urgenza

Ho aspettato, aspetto e aspetterò, ma sappi che nella notte non dormirò.

Laura

Un filo invisibile


Ma poi cos’è amare?

Sentirsi legati da un filo invisibile.

Sentire il cuore prigioniero anche se non ha catene.

Sentirsi parte di un altro essere che non ha con te un legame di sangue, ma che ti entra dentro e ti scorre nelle vene.

Sentirsi al sicuro da tutte le tempeste.

Sentirsi protetti perchè in due si è più forti.

Sentire il bisogno di essere sinceri, di confidarsi di aprire il proprio cuore.

Non sentirsi mai soli perchè c’è sempre qualcuno su cui poter ciecamente contare.

Amare, donare, donarsi.

Amare non è cercare solitudine, non è cercare approvazione ma comprensione.

Amare è tanto, è tutto, è vita, è gioia e dolore, felicità e timore.

Amare è essere sinceri, fidarsi, non nascondere e non nascondersi.

Amare è sentire costantemente il desiderio di vedersi, sentirsi, parlarsi, sfiorarsi, baciarsi.

Non servono catene per trattenere un cuore.

Nè imposizioni per trattenre una persona al tuo fianco.

Se c’è amore reciproco, verrà sempre tutto spontaneo.

Laura

Venti venti


A tutti l’augurio che il venti venti

porti una ventata

di serenità, tranquillità ,

salute

e soldi

🍾🥂

E che tutto quello che desidetate si avveri

Buon Anno

Laura

Son 500


WordPress mi ha comunicato che ho scritto ben 500 articoli sul mio blog…

Bene bene… mi sfrego le mani.

E quindi in occasione del 501esimo vi metto al corrente della nuova uscita dalla mia penna

È la nuova edizione rivisitata e corretta di un romanzo di qualche tempo fà…

Ho dovuto penare per poterne tornare nuovamente in possesso, ma finalmente ci sono riuscita, ed ho deciso di autopubblicarlo.

Lo troverete come tutti su Amazon.it sia in formato cartaceo che kindle.

Ringrazio anticipatamente i lettori interessati

Laura

Egoismi


Ci son egoismi ed egoismi

Dentro ognuno di noi è insita una dose di egoismo. In alcuni è più marcata, in altri solo accennata.

C’è chi si accontenta di poco e chi pretende il troppo.

Chi lascia correre e chi s’impunta.

Possiamo essere figli, genitori, amici e amanti egoisti.

Siamo figli egoisti quando pretendiamo che i nostri genitori siano sempre perfetti, sempre pronti a soddisfare ogni nostro desiderio, annullino la loro vita per noi, anche quando noi, ormai autosufficienti, pretendiamo la loro assoluta dedizione, e che siano sempre pronti e disponibili ad ogni nostra assurda richiesta, vivano secondo i nostri canoni e il nostro metro di giidizio.

Siamo genitori egoisti quando per nostro capriccio pretendiamo che figli dedichino la loro vita a noi, che vivano secondo i nostri criteri, le nostre aspirazioni, i nostri bisogni, le nostre visioni. I figli non sono nostra merce pregiata, ma un pezzodi cuore che và solo amato, lasciandoli liberi di vivere la loro vita. Pretendiamo rispetto ma dobbiamo anche donarlo.

Siamo amici egoisti quando mettiamo avanti solo il nostro interesse, quando solo i nostri problemi sono importanti, pretendiamo ascolto, presenza, aiuto e comprensione, ma non ne diamo al momento opportuno. Quando ci siamo solo se fà comodo a noi, e quando cerchiamo solo se ci conviene.

Siamo amanti egoisti quando crediamo che l’amore sia la porta magica per tutto ciò che và bene a noi senza tener conto dei bisogni dell’altro, delle sue preferenze, dei suoi sentimenti, delle sue debolezze.

Ma l’amore non è egoismo, o fose sì?

È forse egoistico

tenere stretta la tua mano

stringermi nel tuo abbraccio

volere i tuoi baci,

la tua presenza,

i tuoi sguardi su di me

assaporare la tua compagnia

gioire del tuo sorriso.

Volerti tutto per me.

È forse egoistico

Dare attenzioni non richieste

Desiderare tutto il suo bene

Essere presente ogni istante

Accogliere i suoi malumori, le sue preoccupazioni, farsi carico anche dei suoi problemi?

Cosa c’è di egoistico in tutto questo?

Ci sono egoismi ed egoismi.

E forse dovremmo esser egoisti con noi stessi soltanto.

Laura

E mi piace


E mi piace starti accanto

Quando guidi concentrato nel traffico impazzito

Quando sorridi divertito guardando il tuo video preferito

Quando sei assorto nei tuoi pensieri.

E mi piace starti accanto

Mentre dormi tranquillo e disteso

Sentire il ritmo del tuo respiro e osservarti mentre sembri indifeso

E mi piace starti accanto

Abbracciarti mentre dormi anche se la schiena mii volti

Intrecciare le mie gambe alle tue o sentire le tue braccia che stringono le mie

E mi piace da impazzire questo sentirmi coccolata e protetta, e da te tenuta stretta.

E mi piacerebbe da impazzire se tutto questo fosse così anche per te.

Laura