Noi lo si sapeva, già…


#Samp hai la maglia più bella del mondo!!

cuoir

Beh, non è che ce lo dovevano dire gli inglesi che la nostra è la maglia più bella del mondo… noi che l’amiamo da una vita lo sapevamo già… e alla faccia di chi ci ha sempre sfottuto per la maglia da ciclisti, questa è l’ennesima dimostrazione che, “loro” non capiscono niente hahahah

Però in ogni caso è sempre una soddisfazione sù…

Ora, se volessi essere pignola, direi che, ci son state delle testate, che nella slide delle foto la nostra maglia l’hanno messa come era giusto, per prima… mentre certe… che addirittura l’hanno messa all’ultima foto! Ma a noi che importa? Per noi è e sarà sempre la prima al mondo!! Forza Samp sempre e comunque.

Vi segnalo qui sotto il libro che raccoglie un pò della nostra storia…

La maglia più bella del mondo in un libro

E naturalmente vi ricordo anche il mio di libro scaricabile in formato e-pub

Su Amazon9788896746677_0_0_848_80

Su ibs

Su libreriauniversitaria

Su unilibro

a soli € 1,99

oppure  il video Su youtube

 

 

 

Tra poco ricomincerà il campionato… siamo a -8 giorni dal fischio d’inizio. Auguro un divertente campionato a tutti

Laura

 

Nocciole


Eh si, anche se caloriche son buone… io e i miei figli le amiamo… un bel gelato alla nocciola? Perchè no? Un semifreddo alla nocciola? Buono! Ne ho messo una ricettina nella mia raccolta. La Nutella?? E chi non la ama? 

Così in occasione del 24esimo compleanno di mio figlio al posto della classica torta di compleanno ho ideato una “Cheesecake” speciale.

Lo sò, tra un pò mi accuserete di non far altro che postare dolci… eppure non sono una pasticcera… infatti stasera farò una bella pizza!! Ma mi è più facile fotografare un dolce che un piatto fumante. In quel caso i miei commensali non avrebbero la pazienza di aspettare 😁😁

Vabbè, questa volta io la ricetta non la metto, faccio la dispettosa 😄😄 vi metto solo la foto, e vediamo se c’è qualcuno interessato e curioso… in tal caso… 🤔 magari mi convincerete a postarla…

Laura

www.leparchedizioni.com

Esprimi un desiderio


 

“Guarda in alto in cielo, mille stelle punteggiano la volta scura, tieni il naso all’insù, cerca la tua stella, aspetta che inizi a scivolare giù cadendo verso l’incognito dell’infinito”

“Si cero lo potrei anche fare, se stanotte il cielo non fosse coperto di nubi”

“Ma questa è la serata dei desideri… la notte di San Lorenzo, la notte delle stelle cadenti, la notte per tutti quelli che sperano ancora che prima o poi qualcosa cambierà”

“Dici bene, ma io non credo più nelle favole, ormai ho tentato tante volte di provare a crederci, ma… ormai son cresciuto”

“Non si è mai troppo grandi per sognare, e lasciare almeno per una notte che questa infantile fantasia ci faccia compagnia”

“Dici bene, ma… ho paura che sognare ancora mi faccia solo stare più male domani”

“Domani non soffrirai più di quello che soffi oggi, quasiasi siano i tuoi desideri, i tuoi sogni, le tue speranze lasciale libere di volare”

“Sembra facile a dirsi, ma se lascio tutto libero di volare, rischio di passare per superficiale”

“No ma che superficiale, hai diritto di desiderare anche qualcosa di bello per te”

“È difficile,  si certo, a volte sento davvero bisogno di avere qualcosa in cui sperare”

“E  allora perchè no? Perchè non stanotte?”

“Forse perchè ho smesso di credere nelle illusioni”

“Se smetti di sognare, smetti di vivere”

“Dici bene, ma qualcuno mi ha detto che vivere nei sogni non è giusto, bisogna vivere nella realtà”

“Ma tu, vivi nella realtà! Solo che a volte hai bisogno di mitigarla un pò”

 

“Vorrei che questo tuo messaggio arrivasse a più persone possibili”

“Non preoccuparti, in un modo o nell’altro arriverà al cuore di chi ne ha bisogno. Non privarti della dolcezza di un sogno, un desidero, una speranza, lascia sempre la porta aperta a tutto questo, un giorno potresti scoprire che i sogni si avverano”

Buon San Lorenzo a tutti

Laura

stellecadentic002

Ricette semplici per tutti nella mia raccolta


E da oggi ho finalmente tra le mani i miei due volumi… 
Ricette semplici, ricette casalinghe, ricette che hanno dietro una storia… perchè cucinare è comunque un atto d’amore

Disponibili sul sito http://www.leparchedizioni.com oppure nel 

Mondadori Bookstore – Libreria Mondadori NAPOLI – CAMPI FLEGREI

Grazie di ❤ a tutti coloro che saranno interessati 

Laura 

Qualcosa che affascina


Ieri ho trovato l’articolo di creandoidee molto interessante tanto da ribloggarlo, e oggi ho pensato di farvi partecipi di un paio di collezioni di immagini.

Collezioni che durano da tempo e che continueranno a crescere, quella del mare, alcuni di voi la conosceranno già, e quella delle “luci in mezzo al mare” che è una piccola novità che condivido con voi perchè “il faro” mi ha sempre affascinato.

Tanti dicono che possa essere una conseguenza della mia provenienza…

la lanterna in fondo “è” uno dei simboli della mia città natale… Chi non la conosce?

La_Lanterna_di_Genova_al_Tramonto.jpgBella, maestosa, affascinante a qualsiasi ora del giorno e della notte, ma è di notte che lascia intorno a se quell’alone di magia e di forza.

Forse non tutti i miei lettori potranno capire quel che intendo, un pò come il richiamo del mare… non tutti lo comprendono, non tutti lo sentono.

Non a tutti piace in mare in qualsiasi periodo dell’anno… tanti non lo apprezzano affatto, non apprezzano la sua forza, la sua costanza, il senso di libertà che dà guardare l’orizzonte…

Ritengono che sia una cartolina sempre uguale, al cospetto di un paesaggio montagnoso che cambia ad ogni stagione.

Lo sò è difficile da spiegare… e non ci provo neppure,

Il mare, lo si ama o no. Punto.

Ovvio i gusti son gusti… non lo metto in dubbio, e non mi aspetto che tutti gradiscano le immagini da me proposte.

Ma oggi mi sento così… come il faro nella foto in mezzo ad un mare in tempesta

https://laurapariseblog.wordpress.com/2017/07/30/i-guardiani-del-faro/

Laura

 

Un idea per le vacanze?..Soggiornare in un faro


Ho trovato questo articolo decisamente interessante. Ho sempre amato i fari, ci ho anche scritto un post. https://laurapariseblog.wordpress.com/2017/07/30/i-guardiani-del-faro/

Non potevo non ribloggare un’iniziativa così bella. Qualcuno di voi la vonosceva? Sà per caso se ci sono fari da poter affittare anche solo come casa vacanza?
Laura

Creando Idee

Recentemente lo Stato ha chiuso un bando per il riuso e recupero per 50 anni di 11 fari di pregio storico dislocati in tutta Italia. L’Agenzia del Demanio e del Ministero della Difesa hanno ricevuto 39 proposte. Difesa e Demanio collaborano nella selezione dei migliori progetti considerando diversi fattori come le soluzioni di recupero, la manutenzione, la fruibilità pubblica, il contributo allo sviluppo locale sostenibile. Un’intuizione nata dalla riflessione che diversi fari sono in uno stato di degrado e non essendoci più i guardiani del mare  di una volta, si aveva bisogno di nuove idee e nuove energie per riportare alla luce degli angoli meravigliosi del nostro territorio Non è tutto però, se questi sono i fari dismessi per chi ama il mare c’è la possibilità di soggiornare in altri tra Italia e Europa. Bellissimo è il faro di Capo sparti vento nel sud-ovest della Sardegna, in provincia di Cagliari…

View original post 154 altre parole

Torta/crostata alle more


Dai sù che ce ne sono a bizzeffe ora! Bisogna approfittarne… son belle son buone, son preziose, leggete un pò qui…

Proprietà e benefici delle more

Come tutti i frutti di bosco, contengono antocianine e flavonoidi, due sostanze antiossidanti. Le more sono, inoltre, diuretichedissetanti e depurative.

Grazie alla loro azione aiutano a mantenere pulite le arterie e sono dunque valide alleate della prevenzione cardiovascolare. Sono piuttosto ricche di fibra e quindi contribuiscono al buon funzionamento dell’intestino.

Le more contengono acido folico e aiutano a regolare i livelli di omocisteina, due sostanze importantissime soprattutto durante la gravidanza. Una carenza di acido folico e una quantità elevata di omocisteina nei primi mesi di gestazione possono infatti causare danni anche molto gravi al feto.

Sono ricche di vitamina C e contengono una discreta quota divitamina A.

A me piacciono tantissimo e ogni anno dal mio rovo coltivato personale, e senza spine ne raccolgo tantissime

tipo oggi… da poter fare tanta di quella marmellata che mi dura per tutto l’arco dell’anno! Quest’anno poi, sono veramente cariche, non sò se dipende alla elevata temperatura, se è l’annata buona o cosa, fatto stà che ne stò raccogliendo moltissime. E così mi son inventata questa crostata morbida e poco calorica. Leggete un pò e ditemi se vi ispira…

Ingreditenti per una teglia da crostata20170805_124153-1

Impasto:

1 uovo intero

30 g di burro

230 g di farina

50 g di zucchero (se di canna meglio)

125 g di yogurt greco

1/2 cucchiaio di acqua di fiori d’arancio

2 g di lievito per dolci

la punta di un coltello di bicarbonato

un pizzico di sale

Copertura:

350 g di more

100 g di zuccheroLogo cucina Laura (1)

1 bustina di zucchero vanigliato

1 cucchiaio di succo di limone

 

Impastate tutti gli ingredienti formate una palla (la pasta risulterà leggermente appiccicosa e morbida quasi come quella della pizza) avvolgetela nella pellicola e ponetela in frigo per ca. 30 minuti. Nel frattempo sciacquate le more, mescolatele con gli zuccheri e il succo di limone e mettete a macerare in frigo.

Tirate fuori la pasta e stendetela su un foglio di cartaforno aiutandovi con le mani leggermente unte di olio. Foderate tutta la teglia. Versatevi sopra il composto di more e infornate in forno ventilato a 200° C per circa 20 / 25 minuti o fin quando la vostra torta/crostata avrà assunto un bel colore dorato.

Servire fredda.

Come torta non è dolcissima, se preferite potete spolverizzarla di zucchero a velo prima di servirla. Io la preferisco senza, ma i gusti son gusti. 😉

Buon appetito. Attendo commenti, critiche, o quanto preferite…

Laura

40ea61a19cbce996e8396f716681418dhttp://www.leparchedizioni.com

Ho seguito un consiglio…


Tempo fà ho letto la recensione di un libro sul blog di Teresa fallinbooksblog la storia mi era piaciuta e avevo messo il titolo tra i libri da leggere prima o poi…

E il poi è arrivato… il libro è questo

wp-image--950459444il titolo potrebbe trarre in inganno… un marito all’ora del tè e poi? Ma quale sarebbe poi l’ora giusta per il tè? 🙂 Neppure nella tradizione descritta nel libro, quella iraniana, hanno un orario particolare… e poi che c’entra il marito?

A parte la cultura del tè che naturalmente aborrisce le bustine che noi comunemente usiamo, ma haimè ci siamo ormai talmente abituati… mentre per loro è un vero e proprio rito, fatto con amore e cura, con la scelta e la giusta dose delle foglie, il tempo d’infusione, le tazze adatte… il libro narra di molte altre cose, ci porta a conoscenza di come, anche se lo sappiamo ormai benissimo perchè fatti quotidiani, le donne in alcune culture abbiano vita non per nulla semplice. Ma tornando al tè, lo sapevate voi che leggete che per fare il tè non si deve assolutemente usare l’acqua portata ad ebollizione? L’acqua deve esser si bollente, ma non bollita! 😉 Beh, vi ho appena lasciato una chicca… 🙂

Che dire, questo libro narra la storia di una famiglia che fuggita dal suo paese in guerra, l’Iran, si trasferisce in America. La donna e madre soffre questo trasferimento fin dall’inizio, non riesce a dimenticare la sua patria, le sue usanze, i suoi profumi, i suoi colori, la sua famiglia, gli amici e tutti coloro che ha dovuto abbandonare. In America per quanto può cerca di mantenere alcune tradizioni, il cibo per esempio, e… quella di trovare il giusto marito all’amata figlia come un tempo fece sua madre per lei. Così costringe la riluttante, non accondiscendente e occidentalizzata figlia a partecipare a questi incontri all’ora del tè con un futuro partito. La figlia d’altro canto, vive una vita insoddisfatta, non sà da che parte stare, studia ma non quello che vorrebbe, lei è un’artista nell’animo, le piace dipingere, ma questo suo talento è snobbato dalla famiglia, e così segue il master di economia che le hanno quasi imposto. Da un lato sente anche la mancanza di quella terra che fù costretta ad abbandonare da piccola, vorrebbe ritrovare la sua migliore amica, i suoi parenti le sue origini. E così intraprende un viaggio in Iran con la madre per ricongiungersi almeno per un breve periodo con il loro passato. Lì incontrerà l’amore, un ragazzo anch’egli rifugiato in america, ma al momento in visita alla nonna morente, mentre la madre troverà finalmente la pace e riuscirà ad accettare la sua nuova vita americana.

Devo esser sincera, in alcuni passaggi la lettura mi ha un pochino annoiata, e mi sono anche a volte bloccata. Ma poi una volta entrata nel vivo, beh… è volato via in un battibaleno.

wp-image-1789025556

Non sono tanto brava nelle recensioni, se volete saperne di più fate un giro sulla recensione di Teresa, lei si che è brava… Di sicuro posso dire che tutto sommato mi è piaciuto, anche se voglio criticare la copertina, che non mi ha detto granchè, e sopratutto l’edizione. Và bene che è un’edizione economica… ho letto spesso edizioni economiche di altre case, ma non ne avevo mai acquistate della Giunti, questa è la prima, e mi si dice che sia nella regola avere un’edizione davvero poco curata… Vabbè pazienza, a caval donato non si guarda in bocca 😉 🙂

in ogni caso, vi auguro buona lettura

Laura

Anche la mia torta di compleanno…


Dieta dieta dieta, ormai non si parla d’altro, e tutti siamo sulla stessa barca quando si parla di peso e linea, in questo periodo poi… la lotta con il costume è più che mai attuale.

E allora… beh, cerchiamo di accontentare occhio e palato magari ingannandoli un pò per non soffrire troppo da mancanza di leccornie.

Io per il mio compleanno ho la soluzione…

Colori, frutta e fantasia! Logo cucina Laura (1)

Certo sono avantaggiata dalla stagione che mi permette di avere a disposizione tutta questa meraviglia, mi spiace per chi è nato nelle altre stagioni… ma tutto non si può avere 😉

Se da un lato esser nati in periodo di ferie comporta il festeggiamento del proprio compleanno quasi in solitudine, (e da bambini è davvero dura da accettare) ecco che per lo meno la natura ci rallegra con i suoi colori.

E allora… buon compleanno a me 😊

Laura

I did it again


No, non vi propongo nessuna canzone… anche se in teoria potrei anche farlo… ma…

No, questo post vi vuol solo mettere al corrente del fatto che…

 

Tra poco uscirà in formato e-Book un nuovo romanzo d’amore e quotidianità che porta la mia firma edito dalla Sogno Edizioni

 

“Ascoltando il tuo cuore”

Ancora oggi nel ventesimo secolo ci sono donne che non riescono a prendere in mano la propria vita e si lasciano manipolare dai genitori.

Prossima alle nozze, Giada è piena di dubbi.rl5hl17sywn 

Perchè il pensiero di sposarsi le mette gli incubi, anche se in fondo è stata una sua scelta quella di sposarsi così in fretta! Non ne poteva più di vivere in famiglia, ma la soluzione da lei adottata a questo punto le fà ancora più paura.

Si sente ormai costretta ad andare avanti nella scelta fatta nonostante si sia resa conto di non amare Giulio, ma non riesce a trovare una soluzione, non ne ha la forza, il coraggio e sopratutto le manca la giusta spinta per cambiare il corso degli eventi, ormai è pronta a sacrificare la sua vita per rendere felice il suo fidanzato che, nella sua testa, non ha nessuna colpa se lei ha giocato con i suoi sentimenti e si é avventurata su di un terreno che credeva semplice da percorrere. Nonostante le migliaia di dubbi e ripensamenti che l’assalgono e l’affliggono non riesce a trovare una via d’uscita, sia per se stessa che per il povero e ignaro Giulio. Per lo meno fin quando incontrerà Davide che con dolcezza e fermezza le insegnerà a conoscersi.

Con lui imparerà ad avere coraggio delle proprie scelte, a saper ritornare sulle proprie decisioni, e a non tirarsi indietro difronte alle difficoltà.

Davide si dimostrerà un grande amico, l’aiuterà a rivedere le sue scelte di vita, a programmare un altro futuro, combatterà la battaglia al suo fianco, perchè anche per lui equivarrá ad una rivincita sul fato, che non gli ha permesso in passato di aiutare la sorell, lui si butterá a capofitto con Giada nel cercare di risolvere nel migliore dei modi quel pasticcio, e l’aiuterà con tenerezza e costanza a riconoscere il vero amore.

Giada grazie a lui sopporterà le difficili conseguenze causate dalla rottura del fidanzamento, le grandi divergenze che si creeranno con i genitori di lei, grazie alla forza che sente nell’amicizia di Davide, avrá finalmente il coraggio di affrontare suo padre e sua madre e confidare loro tutti i disagi patiti negli anni dell’infanzia. Costriurà pian piano un rapporto quasi mai esistito con il fratello maggiore, e troverà un’amica nella sorella di Davide.

Dovrà rinunciare al lavoro, troverà una nuova casa dove vivere dopo aver dovuto tagliare i ponti con i genitori, ed anche in questo Davide sarà di grande aiuto. Nonostante il futuro incerto, senza lavoro, con un appartemento nuovo da mantenere e solo le forti spalle di Davide su cui far conto, non rinuncerà alla crocera dei suoi sogni, anzi sarà proprio Davide che le farà buona compagnia a bordo della “Princess of sea”. A bordo avranno modo di far la conoscenza di una coppia di simpaticissimi coniugi di mezza etá che si ritroveranno quasi adottarla come la figlia che non avevano mai potuto avere. Con il viaggio, Giada inizierà una nuova vita, scoprirá…

Come detto, presto, sarà reperibile su tutte le piattaforme web. 

 

Nel frattempo vi ricordo che da oggi i miei libri:

#Riflessidinoi  e #lamiacucina sono disponibili anche nel Mondadori Bookstore – Libreria Mondadori NAPOLI – CAMPI FLEGREI
https://t.co/zSG2UxhoJx 

Buona lettura

Laura