Torta di mele senza…


Tranquilli, la torta di mele senza… non è una torta senza mele 😁😁 è una torta senza forno e senza grassi.

Ebbene sì! Avete presente quando vi viene voglia di fare una cosa ma… e non ci volete rinunciare? Ecco… appunto!

Il forno aveva deciso di far sciopero… ma io volevo lo stesso fare una torta… e allora? Mi sono ingegnata! L’ho cotta in padella e sul fornello.

Certo ci sono un paio di accorgimenti a cui bisogna far attenzione… ma il risultato è questo:

Ingredienti:

3 mele

2 uova

1 vasetto di yogurt bianco con zero grassi da 125 ml (ho usato quello della Müller

1 limone non trattato

Farina O (due vasetti dello yogurt)

Zucchero di canna (un vasetto dello yogurt

Un cucchiaio di pinoli

Un pizzico di sale

1/2 bustina di lievito per dolci

Cannella

Padella da 22 cm

Carta forno

Coperchio della padella

Ho spremuto il limone.

Ho gratruggiato due mele e mescolate con un pizzico di cannella, la buccia di 1/2 limone, e un pò di succo.

Ho sbattuto le uova intere con lo zucchero e il sale, unito lo yogurt, mescolato bene, quindi la farina, un pizzico di cannella e le mele grattuggiate.

Ho sbucciato e affettato l’altra mela.

Ho aggiunto il lievito setacciato e il restante succo di limone.

Mescolato bene e versato nella padella che avevo precedentemente foderato con la cartaforno.

Decorato con le fettine di mela, i pinoli e una spolverata di zucchero di canna e ulteriore cannella.

Coperto bene la padella con il suo coperchio in modo che non vi potesse entrare aria.

Fatto cuocere a fuoco basso (io ho la piastra elettrica, quindi messa al 2) per 40 minuti senza toccare.

Una volta trascorso il tempo, ho capovolto la torta come se fosse stata una frittata e lasciata cuocere altri 10 minuti.

Et voilà

La torta è pronta 😋

Ottima! Provare per credere…

Laura

Pagina 25


Grazie per la visione

Laura

Poesia di Daniele Corbo


Quando la solitudine spazzava le speranze
arrivasti con un carico di amore,
lavasti le mie ferite con le lacrime
ed ascoltasti i miei lamenti.
Non avevi parole da dire
ma solamente gesti rassicuranti
che invitavano a nuovi sogni,
prospettive aperte a chi riceve
cancellando paure arcane
invogliando ad andare avanti
perché anche nella sciagura
esiste sempre qualcuno che cura.

Daniele Corbo

Pranzo della domenica


Ogni tanto è bello fare un pranzo della domenica come si usava una volta…

Con un primo, un secondo e… le paste 😍

E allora… facciamo i vintage 😊

Nella pentola di coccio si celano gli Gnocchi gratinati

Gnocchi gratinati

500 g di patate

1 uovo

Farina e Sale q.b.

Sugo di pomodoro semplice profumato al basilico

2 Mozzarelle di bufala

Parmigiano grattugiato

Pepe

Lessare le patate con la buccia, pelarle e sciacciarle con lo schiacciapatate. Salare. Unire l’uovo e aggiungere un pochino di farina alla volta fin quando otterrete un impasto morbido ma consistente.

Formare gli gnocchi e farli cuocere in acqua bollente salata fin quando saliranno a galla. Scolarli e condirli con la salsa di pomodoro. Unire la mozzarella tagliata a piccoli cubetti. Mettere in una teglia di coccio, oppure in tegamini individuali. Spolverizzare di parmigiano, una macinata di pepe nero e infornare fin quando saranno gratinati. Servire.

Scaloppine limone, curcuma e zenzero

4 fettine di vitello
1 limone e 1/2 non trattato
1 cucchiaio di olio d’oliva
2 cucchiai di vino bianco
Sale e pepe
3 cucchiai di farina
1 cucchiaino da caffè di curcuma in polvere
1 cucchiaino da caffè di zenzero in polvere

Ho mescolato la farina con sale, pepe e curcuma.
Infarinato le fettine di vitello.
Spremuto un limone e diluito con 2 cucchiai di vino bianco.
Scaldato un cucchiaio di olio in padella, rosolato le fettine da entrambi i lati.
Spolverizzato con lo zenzero.
Bagnato con il succo di limone e lasciato cuocere per 2 minuti.
Decorato con le fettine di limone, coperto con un coperchio e lasciato cuocere altri 2 minuti prima di servire.

Una bella insalta verde di contorno e per finire…

😍😍😍😍😍😍😍

Un bel vassoio di pasticcini misti 😋

Buona domenica

Laura

Come due gocce


Non erano gocce della stessa nuvola

cadute in un lago di pioggia.

Avevano nuotato in direzioni opposte

navigando su lidi lontani

affacciandosi in mondi che mai avrebbero potuto intersecarsi tra loro…

Eppure quelle gocce prima o poi sarebbero evaporate…

e per un destino disegnato dal tempo

si sarebbero scontrate sulla stessa nuvola in un cielo incantato

per fondersi l’una nell’altra in un unico abbraccio.

Laura

L’amore perfettamente imperfetto


Ehh sì… l’amore è proprio quel sentimento perfettamente imperfetto senza il quale nessuno di noi riesce a vivere.

Leggere Maida è sempre un piacere, ti lascia sempre a bocca aperta con quel suo arrivare al cuore del discorso facendoti credere che il pensiero sia il tuo.

Rileggere queste sue pagine mi ha fatto un immenso piacere.

E… poi ci sono gli inediti 😉

L’amore perfettamente imperfetto è la raccolta di quei post che la nostra Maida ci regala, con il suo spirito combattivo, la sua dolce ironia, e il suo prendere di petto la vita come una vera guerriera.

Spesso sul suo blog leggendo i suoi post le ho suggerito di scrivere un libro… ebbene sob felice che lei lo abbia fatto!

Laura

Offerta della settimana


Nessuna blak week…

Solo un pò di sana propaganda 😊

Believe in your dream 4-ever – Il nostro sogno

Da oggi per tutta la settimana in offerta

il formato cartaceo a 13,73 Euro anziché 15,50 Euro

il formato Kindle a
3,64 Euro anziché 4,99 Euro

basta cliccare qui sotto per procedere all’acquisto:

https://www.amazon.it/dp/1720131961 Cartaceo
https://www.amazon.it/dp/B07H4XC23X Kindle

Grazie a tutti

Laura

L’amicizia e il colpo di fulmine


Credo che l’amicizia sia quel sentimento spontaneo che nasce dentro di noi senza che vi sia la possibilità di cernita.

Un pò come in amore, anche in amicizia può esserci il colpo di fulmine.

Per lo meno nel mio caso… incontro una persona e già dal primissimo approccio dentro di me sò se potrò chiamarla amica.

È una simpatia che non puoi costruire, o c’è o non c’è. E con essa la fiducia… per forza di cose l’amicizia è legata alla fiducia, perchè è proprio nella persona che ritieni amica che riponi una grande fiducia e la eleggi a cassaforte dei tuoi pensieri, dei tuoi drammi, delle tue gioie, delle tue vittorie, delle tue sconfitte, del tuo io.

È un grande impegno quel che chiedi, ma è lo stesso impegno che sei disposto a farti carico sulle tue spalle.

Io credo nell’amicizia, do tutta me stessa e mai mi azzarderei a rinfacciare il mio tempo regalato, mai mi sentirei di dire ad un’amica che sò essere in seria difficoltà:

“Ho fatto di tutto per ritagliare un pò del mio tempo per passarlo con te”

Eppure mi è capitato di sentirmelo dire, ed è una cosa che ferisce, che intristisce e ti fà porre quella domanda che è più che lecita

“Ma allora se ti pesava farlo perchè lo hai fatto? Dov’è il tuo senso dell’amicizia?”

Ma nonostante questa meravigliosa esperienza, credo ancora nell’amicizia, non posso fare a meno di crederci perchè una vita senza amici è una vita arida e vuota.

Laura

Le frasi che…


Gironzolando su Pinterest mi sono imbattuta in un sacco di belle frasi…

Ora se sono o meno sue questo non lo sò…

Probabilmente a Richerd Gere gliele hanno appioppate… 😂😂 in ogni caso, chiunque le abbia scritte… e spero che non sia una donna… mi trova in pieno accordo…

Sarò mica di parte? 😁😁

È vero… se il tuo uomo ti guarda ammirato, ti sentirai la più bella del reame.

Basta poco no? Basta che continuiate a comportarvi come quando volevate conquistarla…

Se ti fà sentire una vera donna, una regina e al contempo felice come una bambina è sicuramente un vero uomo!

Come il fuoco in un camino… mai far spegnere la fiamma!

Tranquilli ometti, non ci vuol molto… basta davvero poco… bisogna solo farlo con il ❤

È vero, a volte c’è la fregatura… ma non sempre però… 😉 bisogna saper rischiare...

(sotto ogni foto il mio commento)

Laura

Digli che…


C’è forse una burrasca che si agita dentro

mentre tutto intorno è silenzio

Il tic tac dell’orologio

Lo scoppiettio dei ciocchi nel camino

La pioggia che ticchetta sui vetri piano piano

Perfino i cani assonnati restano appisolati

uno accanto all’altro nell’abbraccio affettuoso di chi vuol sentire qualcuno accanto

Eppure il mare si agita dentro, e non lo mostra il suo tormento

Scoppia nella testa questo silenzio come i fuochi d’artificio a capodanno

Ma dove stà il danno?

Dove l’errore?

Forse nel troppo amare

Forse nel troppo pensare

Forse nel poco chiedere che ti fà sembrare insoddisfatto

Ma è solo il tuo tratto…

Addossi a te i malintesi

E resti lì a sperare

che forse in fondo al mare

Sotto quelle acque tempestose

Il giorno ti riveli quelle cose

Che hai sempre aspettato di sentire

“Io ti amo da morire”

Laura