Gli zucchini incontrano il mare


Lo sò… lo sò… adesso il prezzo non è proprio il più a buon mercato… ma… se una volta ogni tanto si vuol cambiare un pò… magari per primo facciamo una bella pastina in brodo vegetale che è semplice veloce ed economica, e poi deliziamoci con questo secondo…

Ingredienti:
3 zucchini grandi
1 scatoletta di tonno da 160 g
1 uovo
1 cucchiaio abbondante di parmigiano
Olive taggiasche denocciolate sott’olio
1 cucchiaio di capperi sotto sale
4 filetti di acciuga sott’olio
Prezzemolo e maggiorana
1/2 cipolla piccola
Sale e pepe
Pan grattato q.b.
Un filo d’olio d’oliva

Pulire gli zucchini alle estremità, tagliarli nel senso della lunghezza e con l’aiuto di uno scavino asportare quanta più polpa possibile facendo attenzione a non rompere il guscio.
Mettere a bollire una pentola con acqua salata e quando bolle tuffare gli zucchini svuotati e farli cuocere per 3 minuti ca.
Tritare la polpa. Tritare la cipolla e farla rosolare in un cucchiaio d’olio. Unire la polpa salare e pepare. Far asciugare bene.
Sbriciolare il tonno ben sgocciolato, unirvi i capperi dissalati e tritati, le acciughe tritate, la polpa degli zucchini, il prezzemolo tritato, un pò di maggiorana sbriciolata, l’uovo, il parmigiano e pangrattato q.b. in modo da ottenere un ripieno sodo. Regolare di sale se necessario.
Riempire con il composto i gusci che avrete adagiato su una teglia foderata di cartaforno leggermente unta.
Decorare con le olive intere ed infornare a 200° C in forno ventilato fin quando non saranno ben dorati.

Buon appetito

Annunci

Dice il saggio…


Al contadino non devi far sapere…

Quant’è buono il formaggio con le pere!

Anche se credo che ormai lo sappia già da un pezzo 😂😂😂

Oggi…

Risotto con pere, formaggi e semi di zucca

Ingredienti:

280 g di riso per risotti

1/2 cipolla bianca

Brodo vegetale

20 g di burro

2 sottilette

150 g di formaggetta di pecora

2 pere

60 g di parmigiano grattugiato

Sale e pepe q.b.

Due cucchiai di semi di zucca

Far imbiondire la cipolla tritata nel burro (io aggiungo un pizzico di sale e pepe che contribuisce ad ammorbidirla e ad appassire meglio) unire il riso e farlo tostare. Proseguire la cottura aggiungendo brodo vegetale q.b. come per un normale risotto.

Nel frattempo pelare le pere. Tagliarle a fette e poi a piccoli quadretti avendo cura di tenere qualche fettina da parte per la decorazione.

Tagliare a piccoli quadrettini il formaggio di pecora.

Quando al riso mancheranno ca. 4 minuti di cottura, aggiungervi i quadrettini di pera e formaggio.

Regolare di sale e portare a cottura.

Aggoungere quindi le sottilette e togliere dal fornello. (Per far sciogliere le sottilette basta coprire per un minuto la pentola)

Per completare la mantecatura aggiungere il parmigiano e una generosa macinata di pepe nero.

Impiattare e decorare con le fettine di pera e i semi di zucca.

Buon appetito

Laura

Teniamoci leggeri


Tra qualche giorno ci saranno le grandi manovre in tutte le cucine…

Tutti impegnati nella preparazione di cenoni, grandi pranzi, intingoli e leccornie varie.

Perciò, forse, tanto per prevenire, secondo il mio modesto avviso, sarebbe meglio adesso mangiare un pochino più leggero…

E così io vi propongo questa mia ricettina leggera leggera…

Polpettine di zucchini e ricotta

Ingredienti:

2 zucchini medi
200 g di ricotta
2 cucchiai di parmigiano
1 uovo
Maggiorana
Noce moscata
Sale e pepe
Pane grattugiato q.b.
olio d’oliva

Grattugiate gli zucchini a crudo, mescolateli con sale e pepe e lasciate riposare per almeno 30 minuti (anche più).
Strizzateli tra le mani per eliminare l’acqua di vegetazione.
Mescolatevi i restanti ingredienti regolado di sale e unenedo pane grattugiato fino ad ottenere un impasto morbido ma sodo.
Foderate una padella con cartaforno. Ungetela leggermente con l’olio.
Formate le polpettine ed adagiatele sulla carta.

Lasciate riposare un’oretta. Coprite la padella e fate cuocere a fuoco medio per ca 20 minuti girandole a metà cottura.
In alternativa cuocerle in forno ventilato a 180° C in per ca 20 minuti girandole a metà cottura.

Servirle tiepide con un’insalata mista.

Buon appetito
Laura

I Biscotti di mia nonna


Siccome questa è la tradizione che si ripete ogni anno in casa mia, mi sembra giusto lasciarvi nuovamente questa ricetta. 

Ingredienti:

3 uovabiscotti

130 g di burro

200 g di zucchero

200 g di mandorle pelate a filetti o intere

100 g di cioccolato fondente a quadretti

½ cucchiaino di cannella

un pizzico di sale

500 g di farina

Impastate tutti gli ingredienti fino ad ottenere una pagnotta compatta. Formate quindi due grossi filoncini lavorando bene la pasta e cercando di compattarla il più possibile mentre formerete due filoncini lunghi ca. 30 cm e larghi ca. 8. Se volete dei biscotti più piccoli potete dividere in tre la pasta e formare altrettanti filoncini.

Poneteli sulla placca foderata con carta forno e infornare a 180° C per 20 minuti.

Fateli intiepidire e quindi tagliateli a fette come se fossero cantucci. Ridisponete i biscotti sulla placca del forno e infornate nuovamente fin quando saranno dorati da entrambe le parti.

Laura

Buone Feste!             

Crêpes di stagione


Oggi ho deciso di coccolarmi…

Ho preparato un piattino speciale, veloce ma di grande effetto!

Ingredienti:

Per le crêpes

1uovo
35 g di farina 00
120 ml di latte
Sale
1/2 cucchiaino di olio d’oliva
Burro q.b.

Per il ripieno:

150 g di zucca
10 g di funghi porcini secchi
150 g di funghi freschi a piacere
1/2 cipolla piccola
1 spicchio d’aglio
15 g di burro
Sale, pepe, noce moscata
Prezzemolo tritato
Sottilette

125 g di panna ai funghi

Ho preparato la pastella per le crêpes e l’ho lasciata riposare ca. 30 minuti.
Messo a bagno i funghi con acqua calda.
Tritato la cipolla e fatta rosolare con il burro e lo spicchio d’aglio schiacciato (poi l’ho tolto).
Pulito la zucca e tagliata a piccoli cubetti. Pulito e affettato i funghi. Ho unito le verdure e i funghi ammollati in padella e fatto ben insaporire. Aggiunto sale e pepe, e ho sfumato con un pò di acqua dei funghi e portato il tutto a cottura. Alla fine ho aggiunto il prezzemolo tritato tenendone un pochino da parte e una grattuggiata di noce moscata.
Nel frattempo ho cotto le crêpes in una padellina unta con un pochino di burro.
Ho adagiato mezza sottiletta su ogni crêpes e suddiviso le verdure. Arrotolato. Posto i cannelloni nella stessa padella dove ho cotto la zucca e i funghi. Ricoperto con la panna, il restante prezzemolo e una macinata di pepe.
Chiuso la padella con un coperchio e fatto ridurre la panna. Volendo potete passarle in forno a farle gratinare, in tal caso aggiungete un pochino di formaggio grana grattugiato.

Buon appetito

Laura

Recicliamo?


Nella cucina di casa mia, non si butta niente.

Solitamente le mie dosi sono adeguate, cerco di non esagerare…

un pò per non far abbuffare nessuno (non fà affatto bene!)

un pò perchè non mi piace avere in giro per la cucina o frigorifero avanzi che gironzolano

un pò perchè piacendomi cucinare, mi secca avere in tavola pranzo e cena la stessa minestra… 😆

Ma sopratutto perchè non concepisco l’idea di buttare il cibo.

Ieri è avanzato però di riso basmati cotto. 🙄

Nessun dramma quando mi rimane del riso, del risotto, o dell’arrosto… con quest’ultimo organizzo dei fantastici ripieni per ravioli, con il risotto… crostate, frittate, crocchette… basta l’aggiunta di qualche rimasuglio di formaggio o quadretto di prosciutto, un paio di uova e del parmigiano e il gioco è fatto… 😊

Ma con il riso basmati che fare? 🤔

Così oggi ho realizzato queste deliziose polpettine per aperitivo. 😉Sinceramente se ce n’erano di più sarebbe stato meglio… 😋

Ingredienti:

Ca. 150 g di riso basmati cotto e freddo

1 scatoletta di tonno da 80 g

1 cucchiaiata di parmigiano

1 ciuffo di prezzemolo

Sale pepe

Poco olio d’oliva

Ho sminuzzato il tonno con la forchetta e unito al riso

Aggiunto il formaggio il prezzemolo tritato e regolato di sale e pepe.

Ho impastato bene con le mani e realizzato le polpettine schiacciando bene il riso tra le mani. Non essendoci uova, il riso doveva compattarsi da solo per mantenere la forma…

(Poi ne ho assaggiata una fredda… era ottima anche così, una sorta di sushi 😋)

Ho unto leggermente una padella antiaderente e ho fatto rosolare le polpettine da tutti i lati.

Il riso fuori è diventato bello croccante ed ha spigionato il suo classico profumo.

A voi la prova

Laura

Torta di mele senza…


Tranquilli, la torta di mele senza… non è una torta senza mele 😁😁 è una torta senza forno e senza grassi.

Ebbene sì! Avete presente quando vi viene voglia di fare una cosa ma… e non ci volete rinunciare? Ecco… appunto!

Il forno aveva deciso di far sciopero… ma io volevo lo stesso fare una torta… e allora? Mi sono ingegnata! L’ho cotta in padella e sul fornello.

Certo ci sono un paio di accorgimenti a cui bisogna far attenzione… ma il risultato è questo:

Ingredienti:

3 mele

2 uova

1 vasetto di yogurt bianco con zero grassi da 125 ml (ho usato quello della Müller

1 limone non trattato

Farina O (due vasetti dello yogurt)

Zucchero di canna (un vasetto dello yogurt

Un cucchiaio di pinoli

Un pizzico di sale

1/2 bustina di lievito per dolci

Cannella

Padella da 22 cm

Carta forno

Coperchio della padella

Ho spremuto il limone.

Ho gratruggiato due mele e mescolate con un pizzico di cannella, la buccia di 1/2 limone, e un pò di succo.

Ho sbattuto le uova intere con lo zucchero e il sale, unito lo yogurt, mescolato bene, quindi la farina, un pizzico di cannella e le mele grattuggiate.

Ho sbucciato e affettato l’altra mela.

Ho aggiunto il lievito setacciato e il restante succo di limone.

Mescolato bene e versato nella padella che avevo precedentemente foderato con la cartaforno.

Decorato con le fettine di mela, i pinoli e una spolverata di zucchero di canna e ulteriore cannella.

Coperto bene la padella con il suo coperchio in modo che non vi potesse entrare aria.

Fatto cuocere a fuoco basso (io ho la piastra elettrica, quindi messa al 2) per 40 minuti senza toccare.

Una volta trascorso il tempo, ho capovolto la torta come se fosse stata una frittata e lasciata cuocere altri 10 minuti.

Et voilà

La torta è pronta 😋

Ottima! Provare per credere…

Laura

Pranzo della domenica


Ogni tanto è bello fare un pranzo della domenica come si usava una volta…

Con un primo, un secondo e… le paste 😍

E allora… facciamo i vintage 😊

Nella pentola di coccio si celano gli Gnocchi gratinati

Gnocchi gratinati

500 g di patate

1 uovo

Farina e Sale q.b.

Sugo di pomodoro semplice profumato al basilico

2 Mozzarelle di bufala

Parmigiano grattugiato

Pepe

Lessare le patate con la buccia, pelarle e sciacciarle con lo schiacciapatate. Salare. Unire l’uovo e aggiungere un pochino di farina alla volta fin quando otterrete un impasto morbido ma consistente.

Formare gli gnocchi e farli cuocere in acqua bollente salata fin quando saliranno a galla. Scolarli e condirli con la salsa di pomodoro. Unire la mozzarella tagliata a piccoli cubetti. Mettere in una teglia di coccio, oppure in tegamini individuali. Spolverizzare di parmigiano, una macinata di pepe nero e infornare fin quando saranno gratinati. Servire.

Scaloppine limone, curcuma e zenzero

4 fettine di vitello
1 limone e 1/2 non trattato
1 cucchiaio di olio d’oliva
2 cucchiai di vino bianco
Sale e pepe
3 cucchiai di farina
1 cucchiaino da caffè di curcuma in polvere
1 cucchiaino da caffè di zenzero in polvere

Ho mescolato la farina con sale, pepe e curcuma.
Infarinato le fettine di vitello.
Spremuto un limone e diluito con 2 cucchiai di vino bianco.
Scaldato un cucchiaio di olio in padella, rosolato le fettine da entrambi i lati.
Spolverizzato con lo zenzero.
Bagnato con il succo di limone e lasciato cuocere per 2 minuti.
Decorato con le fettine di limone, coperto con un coperchio e lasciato cuocere altri 2 minuti prima di servire.

Una bella insalta verde di contorno e per finire…

😍😍😍😍😍😍😍

Un bel vassoio di pasticcini misti 😋

Buona domenica

Laura

Frittata senza uova


Ed ecco l’idea che ho partorito stanotte prima di addormentarmi…

Studiavo qualcosa di nuovo da proporre in tavola, e la mia mente ha elaborato questo secondo:

Frittata senza uova o se preferite Rösti rivisitati

Ingredienti:
3 patate medie
1 zucchino medio
100 g di scamorza
1/4 di dado vegetale
1 cucchiaio di olio d’oliva
Sale, pepe, paprika dolce

Ho pelato e grattugiato le patate.

Mondato e grattugiato lo zucchino.

Grattugiato il formaggio.

Mescolato tutti gli ingredienti, condito con il dado, il pepe, la paprika e un pizzico di sale.
Unto una padella antiaderente, versato le verdure e il formaggio e fatto cuocere a fuoco moderato coperto per ca. 10 minuti mescolando di tanto in tanto.

Ho poi dato alle verdure la forma di una frittata e lasciato rosolare da un lato schiacciandola un pò. Coperto nuovamente e smosso di tanto in tanto la padella. Rigirato come una normale frittata e fatta rosolare bene da entrambi i lati.
Rigirato ancora un paio di volte prima di servire.

Se vi piace l’affumicato potete usare la scamorza affumicata, oppure arricchirla con cubetti di pancetta.
Buon appetito
Laura

La passione per la cucina non và in vacanza


In vacanza lo sò… o si và al ristorante o ci si arrangia con insalate e panini.. Oggi, anche se per molti non è più tempo di vacanza… vi propongo una ricettina super veloce 😋 che ovviamente potere proporre sempre… 😉

Tortiglioni con crema di zucchini e pancetta

2 zucchini teneri
20 mandorle
Sale
3 cucchiai colmi di parmigiano grattuggiato paprika dolce
Olio d’oliva q.b.
1 dl di panna da cucina
250 g di pancetta a cubetti
400 g di tortiglioni

Pulire gli zucchini e tagliarli a cubetti. Con il frullatore ad immersione tritare le mandorle, aggiungere quindi gli zucchini, un pò di sale e un pò d’olio. Frullare fino ad ottenere una crema. Unire il parmigiano e regolare di sale e pepe.

Mettere a bollire l’acqua per la pasta.
Far rosolare, senza olio, in una padella antiaderente la pancetta con un pochino di paprika dolce.

Nel frattempo portare a cottura i tortiglioni.
Aggiungere la panna alla crema di zucchine
Scolare la pasta. Tenere da parte un pò di pancetta per la decorazione. Condire la pasta con la restante pancetta e la crema di zucchini. Decorare con i cubetti rimasti e spolverare di pepe.

Buon appetito

Laura