Resisti, insisti, esisti.


Resisti ai momenti duri, alle privazioni, alle cattive emozioni.

Resisti alle ardue prove della vita, a chi tenta in tutti i modi di farti credere che sia finita.

Insisti per ottenere quel che il tuo cuore desidera, quel che meriti di avere e non mollare.

Insisti ogni istante, sconfiggi le resistenze, fà che la tua tenacia abbatta le prepotenze.

Insisti per ogni tuo sogno, combatti allo stremo perchè solo tu sai quanto ne hai bosogno.

Non lasciarti convincere da inutili lusinghe, tu esisti e non hai bisogno di visti.

Esistono la tua persona, il suo cuore, i suoi bisogni, i suoi desideri e i suoi sogni.

Esiste un amore che ti viene donato, come esiste il tuo desiderio di esser compreso ed amato.

Laura

Annunci

La più grande opera mai scritta


Il libro dell’amore e della nostra storia si arricchisce ogni giorno di pagine pregne di piccole attenzioni,

di baci e complicità,

di affetto e tenerezza,

di ti voglio bene non detti ma dimostrati,

di ti amo sussurrati dai nostri cuori.

Pagine e pagine che raccontano di noi,

delle nostre gesta,

delle nostre giornate scritte con il cuore e l’inchiostro dell’amore.

Non sarà un best seller perchè non avrà un editore ma

per noi sarà la più grande opera mai scritta.

Laura

Con te


Con te è sempre un terremoto di emozioni

Oggi un arrivo e domani stazioni

Con te ogni attimo è una continua mutazione

Gioia, tempesta, allegria e tenera sensazione

Con te la vita non è un solo momento

Ma mille attimi sempre in movimento

Hai mille progetti, hai mille pensieri

Tutti diversi e uguali a ieri

Con te non è mai tutto definito

Un momento sei qui, ed un altro sei partito

Partito non fisicamente

Perchè quella che viaggia è la tua mente

Con te vivo dolcezze infinite e a volte amarezze che sembran ferite

E poi in un attimo e senza preavviso

Mi stupisci e m’incanti con il tuo sorriso

Mi regali la cosa più preziosa del mondo

Il tuo grande amore sincero e profondo.

Laura

Quando…


Quando capirai i miei desideri come io capisco i tuoi

Quando comprenderai le mie paure come io comprendo le tue

Quando accetterai i miei sogni come io accetto i tuoi

Quando afferrerai la mia voglia di saperti libero da quel legame che ancora ti tiene ancorato come mi sono liberata io dalle catene

Quando non dovrò più spiegarti le mie insofferenze come io ho ben capito le tue

Quando non dovrai più nascondermi i tuoi pensieri per paura che io non li comprenda

Quando non sentirai più il bisogno di rinchiuderti in te stesso

Quando non ci sarà più bisogno di fuggire al passato, ma il passato sarà solo una parte del nostro vissuto

Quando tutto quel che viviamo, sentiamo, facciamo, amiamo, vogliamo, sognamo sarà in sintonia

Allora e solo allora avremo raggiunto l’apice della nostra unione.

Laura

La mente


Semplicemente

Vaga la mente

Volteggia tra mille pensieri

S’inciampa in mille desideri

Si rialza e continua a sognare

Correndo incontro alle onde del mare

Passeggia piano tra i fragili ricordi

A passo spedito fra quelli più forti

Saltella in mezzo alle idee più bizzarre

Si volta e prosegue e le molla da parte

Scivola dolcemente sui sogni più belli

Si sofferma e non molla i ricordi sereni

Scalcia lontano i brutti pensieri

E torna a nuotare nel mare dei suoi desideri.

Laura

Cena fredda?


A volte con il caldo si desidera qualcosa di stuzzicante, ma che non ustioni la nostra bocca. E volendo variare alla classica insalata di riso, si può optare per una torta salata, e in questo caso bisogna organizzarsi prima…

Io ne ho elaborata una sfiziosetta… spero vi sia gradita.

Torta salata con coppa e peperoni

Ingredienti:

1 rotolo di pasta brisè
1 peperone giallo
1 cipolla bianca media
1 dl di latte
1 cucchiaio di farina
90 g di coppa
1 sottiletta
Olio d’oliva q.b.
Sale e pepe
Peperoncino macinato a piacere

Affettare la cipolla e metterla a rosolare a fuoco dolce in padella salandola un pò. Tagliare il peperone a listarelle ed unirlo alla cipolla. Salare e pepare. Portare a cottura il peperone, quindi aggiungere il cucchiaio di farina, mescolare e irrorare con il latte. Lasciar addensare in modo che risulti tutto legato da una crema.

Srotolare la pasta e disporvi le fette di coppa,

quindi i peperoni, il peperoncino se piace e la sottiletta spezzettata.

Infornare a 200° C in forno ventilato per ca. 20 min.
Servire fredda

Buon appetito

Laura

Dedicata a te


Sarà che quando ti penso tutto il resto non ha senso

Sarà che quando ti guardo tutto il mondo scompare

Sarà che quando mi stai accanto è tutto così speciale…

Sarà…

Dici che potrei contagiarti?

Laura

(Il cuore sà quando non deve più cercare)

Ve lo ricordate?


Con enorme piacere, oggi ho ricevuto questi complimenti da un nuovo acquirente e lettore del mio romanzo 4-You only the best – Riflessi di noi

Voi ve lo ricordate ancora questo libro?

È stata la causa principale dell’apertura di questo blog…

Questo romanzo mi ha dato tanto, e ancora continua a darmi soddisfazioni.

Laura

Essere catapultati sul set di “Vacanze Romane”


La recensione di Maida al mio nuovo romanzo Ascoltando il tuo cuore

recensione.JPG

Grazie Cuoreruotante l’avevi detto e lo hai fatto!

Come sempre mi hai lasciato senza parole, hai usato un paragone per descrivere l’inizio del mio romanzo che mi ha davvero colto di sorpresa… non ci avevo di certo pensato quando l’ho scritto, ma in effetti il primo impatto può proprio esser quello. Non è ambientato a Roma, ma… è comunque un gran bel complimento perché associare la mia storia ad un film così bello non può che far un grande piacere.

Noi ci leggiamo a vicenda, ed è bellissimo avere complicità e non rivalità.

Ancora Grazie per l’acquisto e per le belle parole che hai scelto per questa recensione.

Laura

IMG_20190523_220220_493.jpg

La speranza


La speranza è la nostra alleata nei momenti più bui

Ci aiuta ad andare avanti fino al prossimo incrocio

Quando finalmente, ci imbatteremo nel disegno dai giusti colori a noi destinato.

Sembra facile, speri che accada e…

Ma quando purtroppo non dipende da te

Quando è qualcun altro a giocare con i pennelli della tua tavolozza

La consapevolezza che tutto ad un tratto una pennellata di nero potrebbe cancellare l’arcobaleno

Ti lascia inerme, come un naufrago su un’isola deserta

In balia del mare in tempesta

Dove un’ondata può travolgere quel bel dipinto e trasportarlo nel baratro più profondo dei suoi fondali

Affondando anche la tua isola felice.

Io ci spero…

Io trattengo il mio arcobaleno…

Laura