Il mare è compagnia


È lento lo scorrere delle ore quando si è in attesa…

Un minuto sembra eterno…

Figurarsi un’ora!

E se un’ora sembra non finisca mai…

Come può passare una mattinata intera quando si è già svegli all’alba?

Tornare a dormire, almeno provarci…

Ma il sonno è ormai finito, i pensieri lo hanno congelato!

Indaffararsi…

Crearsi alternative…

Pulire, riordinare, cucinare, ascoltando musica a tutto volume per avere un pò di compagnia, per non guardare in continuazione l’orologio…

E poi…

Fermarsi…

Attendere ancora…

Inutile forse prepararsi con cura…

E allora?

Non resta che lasciarsi avvolgere dai caldi raggi del sole che sostituiscono momentaneamente un abbraccio…

Scompigliare i capelli dal venticello che sostituisce le carezze…

Un’ape ronza ma non sarà lei a sostituire i baci!

Ci fosse almeno il mare a tener compagnia ai pensieri, al ticchettio dei secondi che passano e si tramutano in minuti, a cullare questa attesa con lo sciabordio delle sue onde…

Laura

Annunci

Torno in cucina…


Siccome non si vive di solo amore, ma ogni tanto bisogna anche pensare alla pancia, vi regalo questa mia ricettina…

Involtini ripieni su letto di spinaci

Ingredienti:

4 fettine di vitello sottili
100 g di carne macinata
400 g di spinaci
15 g di funghi porcini secchi
1 fetta di scamorza alta 1,5 cm
Pane grattugiato
Sale e pepe
Noce moscata
1 spicchio d’aglio
4 cucchiai di olio d’oliva
2 cucchiai di vino bianco
Brodo vegetale q.b.
Peperoncino

Pulire gli spinaci. Battere le fettine, salarle e peparle leggermente. Mettere a mollo i funghi in acqua calda.
Scottare 100 g di spinaci.
Adagiare qualche foglia di spinacio sulle fettine. Tritare il resto insieme ai funghi.

Mescolare le verdure con la carne, salare pepare e aggiungere una grattugiata di noce moscata.
Dividere il ripieno sulle fettine di carne, tagliare la scamorza in 4 bastoncini e porli sopra il ripieno, quindi arrotolare le fettine.

Passare gli involtini nel pangrattato.

Rosolare da tutti i lati gli involtini in due cucchiai di olio, sfumare con il vino bianco e aggiungere qualche cucchiaio di brodo per portare a cottura. Ca 20 minuti. Far cuocere coperto.

In una padella riscaldare il restante olio con lo spicchio di aglio schiacciato e il peperoncino. Unire gli spinaci e portarli a cottura. Regolare di sale.
Suddividere gli spinaci nei piatti da portata e adagiarvi sopra un involtino.

Buon appetito.

Laura

Inutile festeggiare l’8 marzo


Forse qualcuno non l’ha ancora capito!

Donne, madri, mogli, fidanzate, amiche, sorelle…

Siamo donne tutto l’anno, uomini, noi siamo al vostro fianco ogni istante, vi sosteniamo e vi amiamo senza bisogno di mimose o di rose.

Non ci serve una giornata particolare per sentirci speciali, ma gradiremmo la sensazione di esserlo ogni giorno dell’anno.

Se volete farci felici, quella rosa o quella mimosa, donatecela quando meno ce lo aspettiamo, quando ci vedete stanche o tristi, quando desiderate il nostro sorriso, quando volete stupirci con un piccolo gesto.

Senza un motivo in particolare..

Ma solo perchè ci amate.

Laura

Carciofi che bontà


È il periodo… bisogna approfittarne, il carciofo non solo è buono, ma ha tantissime proprietà…

I carciofi sono ortaggi utili per il fegato, che aiutano ad eliminare le tossine e favoriscono la diuresi, hanno anche un effetto positivo sul sistema cardiocircolatorio in quanto si tratta di un alimento ipocolesterolemizzante. Rappresentano una vera e propria miniera di principi attivi e vantano particolari virtù terapeutiche. Hanno pochissime calorie, sono molto gustosi ed hanno molte fibre, oltre ad una buona quantità di calcio, fosforo, magnesio, ferro e potassio.

Per cui… essendo anche piuttosto versatili, potrete come me, sbizzarrirvi in cucina con le tante ricette a disposizione.

Ecco un mio personale spunto.

Carciofi ripieni

Ingredienti:

2 carciofi (tipo mammole)
1 ciuffo di prezzemolo
3 acciughe sott’olio
1 cucchiaio di pinoli
50 g di ricotta
1 cucchiaio abbondante di parmigiano
1/2 cucchiaio di pangrattato
1/2 cipolla
1 spicchio di aglio
1 cucchiaio di vino bianco
Sale e pepe
1 cucchiaio di olio d’oliva
Brodo vegetale q.b.

Pulire i carciofi eliminando le foglie esterne e le punte, pareggiare la base in modo che rimanga dritto. Pulire i gambi dalla parte dura esterna e tagliarli a tocchetti.
Immergere i carciofi e i gambi nell’acqua e limone.

Tritare la cipolla e metterla a rosolare con lo spicchio d’aglio e un cucchiaio di olio d’oliva in una pentola non troppo grande, ma dai bordi alti.
Tritare il prezzemolo con i pinoli e le acciughe. Mescolare il trito con la ricotta, il parmigiano e una macinata di pepe.
Allargare le foglie dei carciofi e riempirle con il composto. Spolverizzare con il pangrattato.

Adagiarli nella pentola, aggiugere i gambi e far insaporire. Versare il vino alla base dei carciofi, far evaporare e unire quindi il brodo fino a metà pentola sempre facendo attenzione a non bagnare i carciofi da sopra. Coprire e far cuocere almeno 30 minuti.

Aggiungere brodo se necessario fino a che i carciofi saranno teneri. Servire caldi

Buon appetito

Laura

No Like se non leggi


Oggi, dopo una discussione avuta con una persona che mi ha detto:

Ti metto il mi piace così sei contenta, ma non perdo certo tempo a leggere quel che scrivi perchè non mi interessa…”

Mi sembra opportuno chiarire una cosa!

Se non leggi, non mettere il like! Non mi serve a niente!

A quella persona ho risposto che non c’è offesa maggiore, che, chi scrive, possa sentire. Posso capire che quel che scrivo, come lo scrivo, gli argomenti che tratto, non siano di gradimento a chiunque. Anche io ho i miei gusti e agisco di conseguenza. Ma ho sempre detto “meglio una critica sincera che una lode fasulla”. Se fai schifo, meglio saperlo, in tal caso fai di tutto per migliorarti, ma se continuano a riempirti di false lodi, continuerai sempre a fare schifo senza saperlo.

Non voglio essere polemica con nessuno, tanto meno far incavolare o offendere qualcuno. Nella mia lista di follower conto 456 persone, che poi di queste, siano sempre e solo una trentina al massimo quelli che mettono un mi piace ai miei articoli e una decina quelli che li commentano, e i restanti quattrocento siano, per così dire… latitanti, questo è qualcosa che non mi spiego… misteri dei follower che ti seguono così… tanto per…

Ora, che siano venti, quaranta o quattrocento non è che io ci guadagno qualcosa in soldoni. Per cui, anche lì mi par logico dire che, mi fà piacere che mi seguano, ma se ogni tanto facessero sapere cosa ne pensano beh… anche se fosse una critica terribile, sarebbe sempre meglio che esser ignorati.

Io scrivo e tengo questo blog solo per passione, perchè scrivendo riesco a dire più cose di quelle che direi a voce, perchè con lo scrivere riesco ad esprimere le mie opinioni, i miei desideri, le mie paure, le mie incazzature, molto meglio che a voce. Non lo faccio a scopo di lucro, tanto meno in cerca di falsi consensi. Continuerò a tenere la mia linea, perchè mi soddisfa così, perchè non voglio vendermi per piacere per forza, I’m what I’m recitava una canzone. Io sono quel che sono, non devo per forza piacere a tutti.

L’orgoglio e la soddisfazione di un complimento sincero vale molto di più che mille like fasulli, messi lì tanto per farmi contenta.

Ho rifiutato parecchie offerte per la pubblicazione dei miei libri sotto pagamento, e chi mi segue e mi legge, lo sà. Non pago per vedere il mio libro pubblicato solo perchè l’ho finanziato io senza che chi di dovere si sia preso la briga di leggerlo, se deve essere pubblicato, lo deve essere perchè ne vale la pena, è un buon lavoro, dice qualcosa. Altrimenti tanto vale l’autopubblicazione, non ci guadagni un fico secco, non hai dietro le spalle nessuna casa editrice che ti promuove, ma alla fin fine non devi dire grazie a nessuno.

Sarò troppo orgogliosa, chissà… ma la sincerità stà al primo posto della mia classifica.

Per cui…

A tutti coloro che:

Mettono il like dopo avermi letto

A tutti coloro che:

Commentano sia in positivo che in negativo.

Laura

Il viaggio verso l’ignoto


Pronti via.

Alice è pronta per il suo viaggio in un mondo fatato, dove tutto è differente, è carico di promesse, di carezze, di dolci parole, dove tutto è amore.

Alice ha riposto tutta la sua fiducia in quel nuovo mondo, fatto di attimi infiniti, di gioie selvagge, di tutto quello che prima non era stato, perchè ora è pronta per accantonare il passato.

Con il cuore pieno di certezze, gli occhi colmi d’amore, le mani piene di sogni da realizzare insieme, le gambe pronte ad affrontare quelle mille passeggiate in riva al mare, i polmoni carichi del suo respiro, le braccia strette intorno al suo corpo per tenerlo vicino sia la notte che il giorno, Alice porta con se il suo bagaglio, la sua vita, i suoi sogni e le sue speranze.

Danzando sulle punte dei piedi e volteggiando leggera come una farfalla, vola convinta e fiduciosa incontro a quel destino che le mostrava una sola strada, in certi punti tortuosa e in salita, ma verso la fine costellata di petali di rose. Un futuro che in alcuni momenti poteva essere incerto, anche un pò traballante, e forse un tantino turbolento, ma che per lei era solo dorato e tempestato di dolci parole, baci e amore

– Perchè, devi sapere che se c’è amore, ogni ostacolo lo puoi superare, basta farlo insieme.

Rispondeva Alice al suo amico fidato quando le metteva sotto il naso tutte le difficoltà del caso.

Un viaggio verso l’ignoto, verso un futuro da scoprire, perchè le parole, i racconti, le promesse a volte posson esser differenti dalla realtà, posson esser peggiori o addirittura migliori

ma tutto questo Alice non lo sà…

Laura

Il tempo non ha prezzo


Regalami qualcosa di speciale, di unico e non banale…

Regalami qualcosa che vale, che non abbia prezzo e sia originale…

Regalami qualcosa di te, quel che più di prezioso c’è…

Regalami un sorriso, e anche un bacio intriso di amore, passione e calore…

Regalami emozioni, dolcezze e canzoni…

Regalami qualcosa anche sia un petalo di rosa…

Regalami tutto quello che il denaro non può comprare…

Regalami il tuo tempo, e sarà il più bel regalo che mi puoi fare.

Laura

Vico dell’amor perfetto


L’amore è imprevedibile, non manda avvisi, arriva così, quando meno te lo aspetti.

Mente e anima

Torniamo a parlare della mia città, Genova. In pieno centro storico c’è un carrugio chiamato Vico dell’amor perfetto ed è una traversa di via degli Orefici accanto alla chiesa delle Vigne (chi è di Genova conosce questa strada). Ma non voglio parlare del centro storico di Genova, seppur meriterebbe un intero blog tanto è cosi magnifico, ma vorrei raccontarvi la storia che si tramanda da generazioni che narra di quanto è accaduto in quel lontano 1502.
Era l’agosto del 1502 quando il re di Francia Luigi XII giunse a Genova con l’intento di convincere il Doge e i nobili ad aiutarlo nella sua lotta contro gli spagnoli. Per l’occasione il Marchese Cambiaso organizzò a Villa Imperiale un ricevimento grandioso a cui furono invitate tutte le personalità più importanti della città, tra cui l’anziano Luca Battista Spinola e la sua giovanissima neo sposa Tommasina Lomellini. In quello scenario magico il Re…

View original post 338 altre parole

Scrivere…


Scrivere per dire tante cose…

Scrivere per condividere un pensiero…

Scrivere per svuotare l’anima da quel che l’opprime…

Scrivere per dialogare con qualcuno…

Scrivere per donare quel che nel cuore si nasconde…

Scrivere per dar vita ad un sogno…

Scrivere per comunicare…

Scrivere per non gridare, per non tacere, per non morire…

Scrivere per svuotare tutto per non aver groppi, per non sentirsi soffocare…

Scrivere per amore…

Scrivere per donare gioia…

Scrivere per essere immortali…

Scrivere per…

Scrivere perchè quel che resta scritto non lo porterà via il vento!

Ti voglio bene, e questo resterà scritto in eterno!

Laura

Questo amore


Sentirne la forza

Sentirne il respiro

Sentirne l’odore

Sentirne la presenza

E perfino i silenzi

Gustarne i momenti e assaporare gli eventi

Essere come un cieco che mette in funzione tutti i suoi sensi

Allargare le braccia

E finirci contro

Stringerle intorno

Sentirne il calore

E il battito furioso del cuore

Questo amore è di tutto e di più

è vita, è gioia, è allegria e pace.

Sole, neve, pioggia e tempesta

A volte concede a volte protesta

Questo amore che ci ha colpito

Come un fulmine nel cielo stupito

Resterà eterno nel nostro cuore

Potente, sincero, tenace e profondo

Per sempre, per sempre

Fino alla fine del mondo.

Laura