Scrivere…


Scrivere per dire tante cose…

Scrivere per condividere un pensiero…

Scrivere per svuotare l’anima da quel che l’opprime…

Scrivere per dialogare con qualcuno…

Scrivere per donare quel che nel cuore si nasconde…

Scrivere per dar vita ad un sogno…

Scrivere per comunicare…

Scrivere per non gridare, per non tacere, per non morire…

Scrivere per svuotare tutto per non aver groppi, per non sentirsi soffocare…

Scrivere per amore…

Scrivere per donare gioia…

Scrivere per essere immortali…

Scrivere per…

Scrivere perchè quel che resta scritto non lo porterà via il vento!

Ti voglio bene, e questo resterà scritto in eterno!

Laura

Annunci

È un polpettone


Ci son modi e modi di fare il polpettone di carne… ripieni differenti a seconda dei gusti… chi lo cuoce nella salsa di pomodoro, chi al forno… questo è il mio:

Ingredienti:

300 g di carne macinata mista
1 uovo
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
2 peperoni corna di bue (+ altri 3 per il contorno)
1 zucchino
100 g di scamorza bianca tritata
1/2 cipolla
1 sottiletta
2 cucchiai di olio d’oliva
Pangrattato q.b.
Prezzemolo tritato
1/2 dado vegetale
Paprika dolce
Sale e pepe

Arrostire i peperoni e pulirli lasciando le falde di due peperoni intere.
Impastare la carne con l’uovo, il parmigiano, il prezzemolo, la paprika, sale e pepe, e il pangrattato q.b. per ottenere un impasto compatto. Poggiare l’impasto di carne su un foglio di cartaforno, ricoprirlo con della pellicola e con il metterello tirare una sfoglia alta ca 1 cm. Eliminare la pellicola.
Cospargere con la scamorza tritata, adagiarvi le falde di peperoni e sottili fettine di zucchino ottenute con il pelapatate. Porre al centro la sottiletta divisa a metà.
Salare e pepare e con l’aiuto della cartaforno arrotolare il polpettone. Con le mani unte di olio far combaciare bene tutte le parti.
Scaldare la padella con il restante olio, porre il polpettone a rosolare facendolo girare da tutti i lati. Unire quindi la cipolla affettata, il dado sbriciolato e il restante zucchino tagliato a tocchetti. Bagnare con un dl di acqua tiepida e far cuocere a fuoco moderato con coperchio per ca 30 minuti rigirandolo delicatamente di tanto in tanto. Se si asciugasse troppo aggiungere man mano un pochino di acqua.
Servire con i restanti peperoni arrostiti conditi con un filo d’olio, sale, pepe e origano.

Buon appetito

Laura

Gli zucchini incontrano il mare


Lo sò… lo sò… adesso il prezzo non è proprio il più a buon mercato… ma… se una volta ogni tanto si vuol cambiare un pò… magari per primo facciamo una bella pastina in brodo vegetale che è semplice veloce ed economica, e poi deliziamoci con questo secondo…

Ingredienti:
3 zucchini grandi
1 scatoletta di tonno da 160 g
1 uovo
1 cucchiaio abbondante di parmigiano
Olive taggiasche denocciolate sott’olio
1 cucchiaio di capperi sotto sale
4 filetti di acciuga sott’olio
Prezzemolo e maggiorana
1/2 cipolla piccola
Sale e pepe
Pan grattato q.b.
Un filo d’olio d’oliva

Pulire gli zucchini alle estremità, tagliarli nel senso della lunghezza e con l’aiuto di uno scavino asportare quanta più polpa possibile facendo attenzione a non rompere il guscio.
Mettere a bollire una pentola con acqua salata e quando bolle tuffare gli zucchini svuotati e farli cuocere per 3 minuti ca.
Tritare la polpa. Tritare la cipolla e farla rosolare in un cucchiaio d’olio. Unire la polpa salare e pepare. Far asciugare bene.
Sbriciolare il tonno ben sgocciolato, unirvi i capperi dissalati e tritati, le acciughe tritate, la polpa degli zucchini, il prezzemolo tritato, un pò di maggiorana sbriciolata, l’uovo, il parmigiano e pangrattato q.b. in modo da ottenere un ripieno sodo. Regolare di sale se necessario.
Riempire con il composto i gusci che avrete adagiato su una teglia foderata di cartaforno leggermente unta.
Decorare con le olive intere ed infornare a 200° C in forno ventilato fin quando non saranno ben dorati.

Buon appetito

Consiglio di babbo natale


Alla ricerca del regalo perfetto…

E Babbo Natale ha sempre ragione 😉

Un #libro lo si può acquistare comodamente da casa… Qui

Crêpes di stagione


Oggi ho deciso di coccolarmi…

Ho preparato un piattino speciale, veloce ma di grande effetto!

Ingredienti:

Per le crêpes

1uovo
35 g di farina 00
120 ml di latte
Sale
1/2 cucchiaino di olio d’oliva
Burro q.b.

Per il ripieno:

150 g di zucca
10 g di funghi porcini secchi
150 g di funghi freschi a piacere
1/2 cipolla piccola
1 spicchio d’aglio
15 g di burro
Sale, pepe, noce moscata
Prezzemolo tritato
Sottilette

125 g di panna ai funghi

Ho preparato la pastella per le crêpes e l’ho lasciata riposare ca. 30 minuti.
Messo a bagno i funghi con acqua calda.
Tritato la cipolla e fatta rosolare con il burro e lo spicchio d’aglio schiacciato (poi l’ho tolto).
Pulito la zucca e tagliata a piccoli cubetti. Pulito e affettato i funghi. Ho unito le verdure e i funghi ammollati in padella e fatto ben insaporire. Aggiunto sale e pepe, e ho sfumato con un pò di acqua dei funghi e portato il tutto a cottura. Alla fine ho aggiunto il prezzemolo tritato tenendone un pochino da parte e una grattuggiata di noce moscata.
Nel frattempo ho cotto le crêpes in una padellina unta con un pochino di burro.
Ho adagiato mezza sottiletta su ogni crêpes e suddiviso le verdure. Arrotolato. Posto i cannelloni nella stessa padella dove ho cotto la zucca e i funghi. Ricoperto con la panna, il restante prezzemolo e una macinata di pepe.
Chiuso la padella con un coperchio e fatto ridurre la panna. Volendo potete passarle in forno a farle gratinare, in tal caso aggiungete un pochino di formaggio grana grattugiato.

Buon appetito

Laura

Compagni di viaggio


Un libro è un compagno di viaggio ovunque tu stia andando…

Leggere è fantasticare, immergersi nelle vicende a volte profonde a volte ilari, a volte tristi dei protagonisti.

Un libro è anche un compagno che non ti fà sentire sola

Ti racconta silenziosamente la sua storia

Ti aiuta a superare i momenti bui della vita o le giornate lunghe e solitarie

Non urla e non si adira

non ti chiede nulla se non di essere sfogliato

non pretende che tu lo comprenda guardando solo la copertina

ti chiede di leggerlo e di ascoltarlo

non decide per te

ti consulta e ti lascia decidere a tuo piacimento su qualsiasi argomento

Un libro non ha corde vocali, ma ha una gran voce

Laura

Letture per l’autunno


Ci son sogni che restano tali…
Altri che con costanza e tanta buona volontà si avverano 😉
Il mio sogno? 💭💭
È in questa foto… vedere il mio lavoro pubblicato!😁
Se vorrete contribuire al mio lavoro leggendolo e commentandolo ve ne sarò grata.🙂
Troverete i miei 📚libri📚 su Amazon.
Grazie ancora 😘 a tutti 🤗
Laura

La musica è in te


E balli…

balli libera e serena

sorridendo alla vita

piena di felicità e mille piacevoli sensazioni

E danzi…

danzi su quella musica

che solo tu riesci ad udire

musica che solo lui riesce a suonare al tuo cuore

E cammini

cammini come sulle nuvole

senza affondare

un passo lieve

un passo breve

E nel vento volteggi

volteggi tra le sue braccia

che ti circondano forti

Rannicchiata accanto al suo fianco

il capo appoggiato sulla sua forte spalla

lasci fuori il gelido inverno

le tensioni

le preoccupazioni

i diverbi e le incomprensioni

Sei a casa

sei al sicuro

non c’è più nessun lato oscuro

E torni a danzare

danzi serena e felice

cullata dall’onda del suo respiro

e dalla sua mano tentatrice.

Laura

Recicliamo?


Nella cucina di casa mia, non si butta niente.

Solitamente le mie dosi sono adeguate, cerco di non esagerare…

un pò per non far abbuffare nessuno (non fà affatto bene!)

un pò perchè non mi piace avere in giro per la cucina o frigorifero avanzi che gironzolano

un pò perchè piacendomi cucinare, mi secca avere in tavola pranzo e cena la stessa minestra… 😆

Ma sopratutto perchè non concepisco l’idea di buttare il cibo.

Ieri è avanzato però di riso basmati cotto. 🙄

Nessun dramma quando mi rimane del riso, del risotto, o dell’arrosto… con quest’ultimo organizzo dei fantastici ripieni per ravioli, con il risotto… crostate, frittate, crocchette… basta l’aggiunta di qualche rimasuglio di formaggio o quadretto di prosciutto, un paio di uova e del parmigiano e il gioco è fatto… 😊

Ma con il riso basmati che fare? 🤔

Così oggi ho realizzato queste deliziose polpettine per aperitivo. 😉Sinceramente se ce n’erano di più sarebbe stato meglio… 😋

Ingredienti:

Ca. 150 g di riso basmati cotto e freddo

1 scatoletta di tonno da 80 g

1 cucchiaiata di parmigiano

1 ciuffo di prezzemolo

Sale pepe

Poco olio d’oliva

Ho sminuzzato il tonno con la forchetta e unito al riso

Aggiunto il formaggio il prezzemolo tritato e regolato di sale e pepe.

Ho impastato bene con le mani e realizzato le polpettine schiacciando bene il riso tra le mani. Non essendoci uova, il riso doveva compattarsi da solo per mantenere la forma…

(Poi ne ho assaggiata una fredda… era ottima anche così, una sorta di sushi 😋)

Ho unto leggermente una padella antiaderente e ho fatto rosolare le polpettine da tutti i lati.

Il riso fuori è diventato bello croccante ed ha spigionato il suo classico profumo.

A voi la prova

Laura

Torta di mele senza…


Tranquilli, la torta di mele senza… non è una torta senza mele 😁😁 è una torta senza forno e senza grassi.

Ebbene sì! Avete presente quando vi viene voglia di fare una cosa ma… e non ci volete rinunciare? Ecco… appunto!

Il forno aveva deciso di far sciopero… ma io volevo lo stesso fare una torta… e allora? Mi sono ingegnata! L’ho cotta in padella e sul fornello.

Certo ci sono un paio di accorgimenti a cui bisogna far attenzione… ma il risultato è questo:

Ingredienti:

3 mele

2 uova

1 vasetto di yogurt bianco con zero grassi da 125 ml (ho usato quello della Müller

1 limone non trattato

Farina O (due vasetti dello yogurt)

Zucchero di canna (un vasetto dello yogurt

Un cucchiaio di pinoli

Un pizzico di sale

1/2 bustina di lievito per dolci

Cannella

Padella da 22 cm

Carta forno

Coperchio della padella

Ho spremuto il limone.

Ho gratruggiato due mele e mescolate con un pizzico di cannella, la buccia di 1/2 limone, e un pò di succo.

Ho sbattuto le uova intere con lo zucchero e il sale, unito lo yogurt, mescolato bene, quindi la farina, un pizzico di cannella e le mele grattuggiate.

Ho sbucciato e affettato l’altra mela.

Ho aggiunto il lievito setacciato e il restante succo di limone.

Mescolato bene e versato nella padella che avevo precedentemente foderato con la cartaforno.

Decorato con le fettine di mela, i pinoli e una spolverata di zucchero di canna e ulteriore cannella.

Coperto bene la padella con il suo coperchio in modo che non vi potesse entrare aria.

Fatto cuocere a fuoco basso (io ho la piastra elettrica, quindi messa al 2) per 40 minuti senza toccare.

Una volta trascorso il tempo, ho capovolto la torta come se fosse stata una frittata e lasciata cuocere altri 10 minuti.

Et voilà

La torta è pronta 😋

Ottima! Provare per credere…

Laura