Un aperitivo?


Sapete benissimo che una delle mie passioni è la cucina…

E quando ho ospiti mi sembra sempre poco quel che preparo…

Questa volta ho passato un pò di orette a destreggiarmi in questi piccoli assaggini.

Era un aperitivo, alla fine eran tutti sazi come dopo una cena abnondante…

Panna cotta con salsa di fragole
Spiedini pomodorini, peperone, cetriolo e Feta
Fiori con mousse di peperoni arrostiti
Bocconcino pesto genovese, pomodoro e mozzarella
Cheesecake ai mirtilli
Cestino peperoni e noci
Cestino Brie, pere e noci
Cestino porro e pancetta
Triangolo spinaci e Feta
Tramezzino salame, mousse di pomodori secchi e olive
Tramezzino prosciutto cotto e mousse di zucchine
Cornetto salmone, rucola, formaggio fresco e semi di papavero
Sfoglietta piccante
Sfoglia pesto, patate, fagiolini, parmigiano e pinoli
Finto hamburgher con polpetta di melanzana
Girelle prosciutto, formaggio e zucchini
Mini panna cotta alla liquirizia

Peperone ripieno di mousse al tonno
Palla d’insalata russa

Laura

Annunci

La fiera del libro e dell’editoria di Napoli


Grazie a tutti coloro che hanno partecipato, e a coloro che hanno soffermato lo sguardo sui miei lavori.

La difficoltà dell’essere una scrittrice emergente che vive lontano e non sempre può partecipare a questi eventi, riduce ancora di più la possibilità di farsi conoscere ed apprezzare. Ma la volontà non manca… e continuerò a ricordarvi che in un angolino dedicato a chi scrive per passione e con passione, ci sono anch’io #LauraParise con i miei romanzi e le mie ricette.
#4Youonlythebest #Riflessidinoi

La mia cucina vol.1 e vol.2

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1255675447900573&id=738946389573484

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=448608545594104&id=100013348860715

Laura

Croissant, brioches, cornetti…


Quando vivi dove non sanno fare i cornetti… 😋 ma ti viene la voglia…😏 e non resisti… 🤔ecco come fare… ☺

Ingredienti per 6 cornetti:

10 g di burro fuso

1 uovo

20 g di zucchero di canna

1/2 bustina di lievito di birra

250 g di farina

Un pizzico di sale

Latte tiepido q.b.

Mescolare il burro con l’uovo, lo zucchero e il pizzico di sale. Nella planetaria mescolare la farina con il lievito. Unire la miscela burro/uovo/zucchero e sale e far partire utilizzando il gancio per l’impasto. Aggiungere poco alla volta il latte fino ad ottenere un impasto morbido ma non appiccicoso. Lavorare per almeno 10 minuti e poi lasciarlo riposare per ca. 2 ore coperto e in un luogo lontano dalle correnti.

Prendere l’impasto e tirarlo con il matterello sulla spianatoia leggermente infarinata. Piegarlo in tre e stenderlo ancora. Ripetere l’operazione 5 volte fino ad ottenere una sfoglia alta ca 1/2 cm tagliarla a triangoli e arrotolarli formando il cornetto. (I miei sono vuoti, ma se volete potete aggiungere prima di arrotolare, un cucchiaino di marmellata o di nutella posta al centro del lato più largo del triangolo)

Lasciarli lievitare nella placca coperta da cartaforno per almeno un’ora avendo cura di coprirli. Io ho utilizzato la pellicola. Scaldare il forno statico a 180° C e cuocerli per ca 15 min. O fin quando avranno raggiunto un nel colore dorato.

Laura

#orgogliopesto!


Arrivo in ritardo lo sò… ormai la settimana si è conclusa. Paola mi aveva detto “partecipa anche tu”… sono stata un pochino impegnata ma eccomi qui  con la mia ricetta.

A mia discolpa posso dire che avendo goduto di una bella giornata trascorsa nella mia Genova, son passata a metter la firma in piazza De Ferrari per sostenere anch’io questa fantastica salsa 😉

pesto-patrimonio-unesco

In ogni caso per il Pesto c’è sempre tempo no? (Paola ti ho copiato la foto, ma era così bella…)

Che preparo per cena stasera? Gira che ti rigira, dopo le troffie, rigorosamente con fagiolini e patate di ieri sera…

Troffie
Immagine dal web

… oggi ho escogitato qualcosa di differente… (avevo comprato lo stracchino, ma non mi ero resa conto che essendo di quello a km zero, la data di scadenza era per domani) e siccome non amo lo spreco, e non amo buttar via niente di commestibile nella rumenta (passatemi il termine genovese per spazzatura) ecco che le uova mi han dato la soluzione al dilemma

Crêpes ripiene di stracchino condite con pesto genovese

Ingredienti:

20180320_185703

3 uova

3 tazze di latte

125 g di farina

1 cucchiaio di olio d’oliva

1 pizzico di sale

Pepe q.b.

Burro q.b

500 g di stracchino

Pesto genovese a piacere

Parmigiano grattugiato

Sbattere le uova con la frusta, unire la farina setacciata e il latte fino ad ottenere una pastella fluida. Aggiungere l’olio e il sale. Lasciar quindi riposare per almeno 30 minuti

Scaldare  e poi ungere con un velo di burro una padella antiaderente e ricoprire il fondo caldo con un mestolo di pastella formando un sottile strato che cuocerete da entrambi i lati. Andare avanti così fino alla fine della pastella. Si ottengono circa 16 /18 dischi, ovviamente dipende anche dalla grandezza della padella.

Porre al centro della crêpe una bella fetta di stracchino spolverizzare con un pochino di pepe e chiudere a pacchetto.

Porre sulla placca del forno foderata con l’apposita carta spolverizzare di parmigiano (a piacere anche qualche fiocchetto di burro. Io l’ho evitato) mettere la teglia in  forno caldo 200° C statico  per circa 15 – 20 minuti in modo che lo stracchino si sciolga.

Servire con il pesto, sopra o al lato come preferite.

Buon appetito

Laura

P.s. Le foto delle crêpes sono le mie… ovviamente non all’altezza di un professionista 😉

Uno sfizioso spuntino


Ciao ciao amici blogger

Ieri partita, e poi… 😠😠 per sfogare la rabbia mi son messa in cucina…

Infilato la testa nel frigo… e… visto che ero più verde della muffa del gorgonzola e dei fagiolini che mi salutavano dai rispettivi ripiani, ho deciso di mettermi all’opera.

Crocchette di patate fagiolini e gorgonzola

350 g di patate

150 g di fagiolini

100 g di gorgonzola

1 uovo

2 cucchiai di parmigiano

Un pizzico di maggiorana

1/2 cipolla

2 cucchiai di olio d’oliva

Un ciuffetto di prezzemolo

1 spicchio d’aglio

Sale e pepe

Pangrattato q.b.

Ho pelato le patate, tagliate a tocchetti e messe a cuocere in acqua salata. Lessato i fagiolini. Quando i fagiolini erano cotti li ho saltati in padella con un cucchiaio di olio, cipolla, aglio e prezzemolo. Schiacciato con lo schiacciapatate sia le patate che la gorgonzola. Tritato i fagiolini. Ho quindi mescolato tutti gli ingredienti e regolato di sale e pepe. Spennellato la cartaforno con il restante olio, formato le crocchette, passate nel pangrattato e infornate a 200° C nel forno ventilato per ca. 30 minuti. A metà cottura le ho rigirate.

Deliziose!!!

Fatemi sapere se vi stuzzicano

Laura

🍋Tiramisù semifreddo al limoncello 🍋


Ecco un altra chicca dalla mia cucina…

Ingredienti:

250 mascarpone

250 di panna da montare semigrassa

1 limone non trattato

1 bustina di zucchero vanigliato

1 rosso d’uovo

3 cucchiai colmi di zucchero

Biscotti savoiardi

1,5 dl di Crema di limoncello

Ho grattuggiato la buccia del limone e spremuto il succo. Ho sbattuto il rosso d’uovo con gli zuccheri e 2 cucchiai di succo di limone. Quando era ben spumoso l’ho cotto a bagnomaria come per lo zabaione fin quando al bordo della ciotola si son formate le bollicine. Messo a raffreddare in una ciotola colma di ghiaccio e mescolando di tanto in tanto per non far formare nessuna crosticina. Nella planetaria ho montato il mascarpone con la panna e la buccia di limone grattuggiata tenendone da parte un pochino per la decorazione finale. Ho quindi aggiunto alla panna e mascarpone la crema di uovo al limone. Ho mescolato il restante succo di limone con la crema di limoncello e 1 dl di acqua fredda. Ho foderato di pellicola uno stampo da plum cake. Ho bagnato i savoiardi dalla parte zuccherata nella bagna ottenuta. (Bagnate i biscotti in base al vostro gusto, io non li amo troppo inzuppati per questo li passo velocemente solo dalla parte zuccherata) Ho formato uno strato di biscotti, ricoperto con metà crema. Quindi un altro strato di biscotti e la restante crema. Livellato, spolverato con la buccia di limone rimasta e ricoperto con altra pellicola. E per finire’ho riposto in congelatore per almeno 6 ore prima di servirlo tagliato a fette.

Ottimo!!! 😍

Se amate i dessert freschi… provare per credere 😉

Laura

Pasta sfoglia time


Di tanto in tanto mi vengono ispirazioni culinarie da sviluppare… amo fare esperimenti, anche se magari i miei non sono estremi come quelli dei grandi chef. Io cerco comunque di restare nella cerchia del gradimento familiare, riuscendo ad ottenere sempre consensi positivi.

Così, con un paio di rotoli di pasta sfoglia light, ho trasformato una ratatuille, preparato uno stuzzichino da aperitivo e un dolcetto piccante.

 

Per l’antipasto

50 g di formaggio tipo Philadephia

Un ciuffo di erba cipollina

1/2 cucchiaino di peperoncino secco tritato (poi dipende dai gusti e da quanto sia piccante il peperoncino)

1/2 rotolo di pasta sfoglia light

Ho mescolato tutti gli ingredienti e spalmato il tutto sul mezzo rotolo di pasta. Arrotolato non troppo stretto e tagliato a rondelle. Infornato nel forno ventilato a 200° C per 12/15 minuti.

antipasto

Per i fagottini di Ratatouille

1/2 cipolla bianca – 1 melanzana media – 1 zucchino – 1peperone

1 spicchio d’aglio – 2 mestoli di passato di pomodoro – 3 cucchiai di olio

Origano – Sale – Pepe – Paprika (quanto basta)

6 foglie di basilico – 1 dado alle verdure – 4 sottilette

Uovo battuto

1 rotolo di pasta sfoglia light

Ho fatto rosolare nell’olio la cipolla tagliata a fettine sottili e uno spicchio d’aglio in camicia che poi ho tolto, ho aggiunto la melanzana, lo zucchino e il peperone tagliati a cubetti, fatto insaporire con pepe, paprika e origano, aggiunto il pomodoro e il dado. Man mano che cuoceva se di asciugava troppo ho bagnato con un pochino di acqua e a fine cottura ho regolato di sale e aggiunto le foglie di basilico spezzettate.

Quando era tiepida ho suddiviso il rotolo intero di pasta in otto parti, messo la Ratatouille al centro e adagiato sopra mezza sottiletta. Formato il fagottino, spennellato di uovo e infornato a 200° C nel forno ventilato ca. 15/18 minuti fin quando erano belli dorati.

Poi li ho serviti con un’insalata verde mista.

screenshot_2018-01-10-18-51-40721149833.png

Decorazione fatta con peperoncino piccante macinato e Paprika dolce

Per le rondelle dolci

50 g di formaggio tipo Philadelphiadessert

 

25 g di nutella

5 g cacao amaro

2 g di peperoncino piccante macinato finemente

1/2 rotolo di pasta sfoglia light

Ho mescolato tutti gli ingredienti, spalmato sulla pasta sfoglia restante, arrotolato non troppo stretto e tagliato a rondelle. Infornato per 12/15 minuti a 200° C in forno ventilato. (Le rondelle le ho cotte insieme)

Ovviamente potete anche evitare il peperoncino in tutte le preparazioni se non gradite mangiare piccante… ma ricordate che il peperoncino consumato con costanza almeno una volta al mese è associato infatti secondo il team dell’Università del Vermont (clicca qui) a una riduzione del 13 per cento della mortalità generale, in particolare per quanto riguarda ictus e malattie cardiache. E del resto già precedentemente un team cinese era giunto a conclusioni analoghe.

 

Adesso a voi cari lettori l’ardua sentenza. A casa mia è piaciuto tutto moltissimo! 😊😆

Laura

Altre mie ricette potrete trovarle qui:

wp-image-467860331
http://www.leparchedizioni.com

Zuuuu… ppa!! Vitamine, minerali poche Kcal


chzuOggi ho fatto un carico di vitamine minerali e pochissime calorie

La zucca è fonte di fibre, minerali (tra cui spiccano calcio, fosforo, potassio, zinco, selenio e magnesio) e vitamine, in particolare del betacarotene, precursore della Vitamina A, noto per le sue eccellenti doti antiossidanti, della Vitamina B (B1, B2, B3, B5 e B6) e della Vitamina C.
Stesso discoro vale per i funghi champignon, ricchi di minerali quali magnesio, fosforo, ferro, potassio, calcio, zinco, rame, sodio, magnese e selenio. E delle vitamine del gruppo B (B1, B2, B3, B5, B6, B12) della vitamina E ma soprattutto, da alcune ricerche è emerso che, nessun alimento fornisca quantità di vitamina D paragonabili a quelle contenute nei funghi champignon.

Come mi sono procurata questa meraviglia?

Deliziandomi con una gustosissima zuppa!

Come spesso mi accade, apro il frigo… sbircio il contenuto… e… mi lascio ispirare.

Minestra di zucca e champignon!

zuch

Ingredienti: (per 4 persone)

500 g di polpa di zucca

250 g di champignon marroni

1 cipolla

3 cucchiai di olio d’oliva

1 spicchio d’aglio

1 ciuffetto di prezzemolo

1 dado da brodo vegetale

1 macinata di pepe

1 grattugiata di noce moscata

120 g di pasta gramigna

4 cucchiai abbondanti di lattezuch

4 cucchiai di parmigiano

Sale e acqua q.b.

 

Ho rosolato dolcemente nell’olio la cipolla tritata e lo spicchio d’aglio schiacciato. Tolto l’aglio ho aggiunto la zucca tagliata a piccoli dadini e gli champignon puliti e affettati. Ho fatto insaporire, spolverizzato di pepe e aggiunto acqua bollente fino a coprire le verdure, il dado, e la noce moscata. Ho fatto cuocere a fuoco allegro e scoperto in modo che la zuppa non risultasse troppo brodosa, per circa 15 minuti da quando aveva ripreso il bollore. Ho unito la pasta e il prezzemolo tritato. Regolato di sale e portato a cottura la pasta. Altri 10 minuti ca. A fine cottura ho aggiunto il latte. Impiattato e servito con un cucchiaio di parmigiano a testa.

Deliziosa! 😊 Ve lo assicuro!!

Ovviamente se la provate fatemi sapere 😊

Logo cucina Laura (1)

Laura

Vi invito a cena…


Peperoni ripieni di melanzane e pesto

accompagnati da

Grissini alle olive 

con l’aggiunta di una bella insalatona mista 🙂

2017-11-26 18.09.36

Ovviamente tutto hand made!

E tutto preso dai miei due volumi di cucina che troverete se interessati all’acquisto sul sito de:

http://www.leparchedizioni.com  Logo cucina Laura (1)

Buon appetito a tutti

 

Laura

Già pronti per i regali di Natale?


Siamo ormai in balia delle decorazioni natalizie… Dove ti giri giri, da mesi ormai ne vedi nelle vetrine, sugli scaffali, magari abbiamo anche già fatto un giro in cantina e soffitta per controllare cosa è rimasto degli anni passati, cosa si deve sostituire, o cosa riportare alla luce in occasione delle feste.

Chi di voi non stà già pensando “oh mamma… e ora cosa regalo a…?” ormai è questione di tempo, e il tempo si sà è tiranno, meglio non ridursi all’ultimo minuto per fare acquisti.

C’è addirittura chi in casa ha già fatto l’albero!!! Tanto per non perder tempo…

A questo punto, a me, non resta che infilarmi in mezzo alle mille proposte che  in questi giorni vi assilleranno con il mio consiglio per niente interessato 😉

Libri, libri, libri!!! Il regalo perfetto!!!

Personalmente continuo ad essere dell’opinione che un bel libro è sempre e comunque un regalo azzeccato da regalare a coloro che amiamo, in tal modo regaleremo loro anche qualche attimo di relax.

E cosa c’è di meglio di una bella storia d’amore?

Quanti romantici lettori ci sono in giro?

Tantissimi… e allora io consiglio loro il mio romanzo, del quale presto uscirà il seguito…

Riflessi di noi

 

Ma non mi limito al romanzo d’amore… siccome che, come chi mi ben conosce sono poliedrica, nella mia gamma ho inserito anche due libri di cucina…

Chi lo sà, magari la zia o la Logo cucina Laura (1)nipote o perchè no, il nipote, non sono accaniti lettori di romanzi, ma desiderano ardentemente mettersi ai fornelli e poter sperimentare altri piatti invece della solita minestra… E allora ecco che i miei volumi potrebbero essere una buona idea regalo per dei nuovi aspiranti manovratori di pentole, padelle e mestoli.  wp-image-467860331

La mia cucina vol. 1 e vol. 2

Augurandovi un buon shopping natalizio, vi rammento dove potrete trovare questi volumi. Basta cliccare sopra il link per esser trasportati direttamente all’acquisto 😉

http://www.leparchedizioni.com

Le Parche Edizioni

Laura