Tramonta e ritorna


O sole tuffati tra le onde agitate di questo mare, tingi di rosso fuoco questa sera fra spruzzi salmastri carichi di energia

porta con te le nostre paure e i nostri dilemmi, e torna domattina a dipingere di rosa il cielo illuminando le nostre vite mentre rinasci con le nostre speranze.

Laura

Annunci

Ad ogni costo


Sembra così facile alzare le spalle e fregarsene…

Dire:

Non mi interessa, non sono cose che mi riguardano, fatti tuoi, sciogliti tu la matassa…

Dipende da che tipo di persona sei…

Perchè se hai un pochino di coscienza, se provi un sentimento, se inizi a pensare altruisticamente…

Allora non è più così facile.

Non è affatto facile:

Vivere ignorando, con la testa sotto la sabbia, in un mondo tutto tuo dove solo i tuoi problemi hanno un senso.

Comunque vada, non puoi far finta di niente, quel che ti circonda ti condiziona, condiziona la tua vita, i tuoi pensieri, i tuoi gesti, i tuoi progetti, le tue paure, i tuoi sogni, le tue avventure.

Nonostante tutto ti possa sembrare eccessivo, nonostante tu faccia fatica a comprendere, nonostante tu non possa far nulla per capovolgere la situazione, nonostante sembra più semplice gettare la spugna, voltare le spalle e correre lontano…

Nonostante questo, resti lì, in attesa che arrivi il momento opportuno, che un segno qualunque squarci il cielo e faccia tornare il sereno.

Perchè, sembra facile alzare le spalle, fregarsene e andare via…

Ma quando il cuore e la mente si coalizzano, non resta altro che alzarsi, combattere e resistere insieme fino alla fine.

Laura

Inutile festeggiare l’8 marzo


Forse qualcuno non l’ha ancora capito!

Donne, madri, mogli, fidanzate, amiche, sorelle…

Siamo donne tutto l’anno, uomini, noi siamo al vostro fianco ogni istante, vi sosteniamo e vi amiamo senza bisogno di mimose o di rose.

Non ci serve una giornata particolare per sentirci speciali, ma gradiremmo la sensazione di esserlo ogni giorno dell’anno.

Se volete farci felici, quella rosa o quella mimosa, donatecela quando meno ce lo aspettiamo, quando ci vedete stanche o tristi, quando desiderate il nostro sorriso, quando volete stupirci con un piccolo gesto.

Senza un motivo in particolare..

Ma solo perchè ci amate.

Laura

Il viaggio verso l’ignoto


Pronti via.

Alice è pronta per il suo viaggio in un mondo fatato, dove tutto è differente, è carico di promesse, di carezze, di dolci parole, dove tutto è amore.

Alice ha riposto tutta la sua fiducia in quel nuovo mondo, fatto di attimi infiniti, di gioie selvagge, di tutto quello che prima non era stato, perchè ora è pronta per accantonare il passato.

Con il cuore pieno di certezze, gli occhi colmi d’amore, le mani piene di sogni da realizzare insieme, le gambe pronte ad affrontare quelle mille passeggiate in riva al mare, i polmoni carichi del suo respiro, le braccia strette intorno al suo corpo per tenerlo vicino sia la notte che il giorno, Alice porta con se il suo bagaglio, la sua vita, i suoi sogni e le sue speranze.

Danzando sulle punte dei piedi e volteggiando leggera come una farfalla, vola convinta e fiduciosa incontro a quel destino che le mostrava una sola strada, in certi punti tortuosa e in salita, ma verso la fine costellata di petali di rose. Un futuro che in alcuni momenti poteva essere incerto, anche un pò traballante, e forse un tantino turbolento, ma che per lei era solo dorato e tempestato di dolci parole, baci e amore

– Perchè, devi sapere che se c’è amore, ogni ostacolo lo puoi superare, basta farlo insieme.

Rispondeva Alice al suo amico fidato quando le metteva sotto il naso tutte le difficoltà del caso.

Un viaggio verso l’ignoto, verso un futuro da scoprire, perchè le parole, i racconti, le promesse a volte posson esser differenti dalla realtà, posson esser peggiori o addirittura migliori

ma tutto questo Alice non lo sà…

Laura

Ricordate Pinocchio?


Il caro dolce Pinocchio, chi non lo ricorda con la sua fatina e il suo naso che si allungava a dismisura…

Ora mi chiedo, e non voglio certo far polemica, ma… non è che un pò di Pinocchio alberga in tutti noi?

Eludere, fingere, omettere, inventare…

  • Non ci piace una cosa e mentiamo per non deludere
  • Siamo tristi e fingiamo il contrario
  • Ci secca fare la tale cosa e inventiamo una scusa

Lo facciamo un pò tutti nei rapporti interpersonali… Sono piccole accortezze della vita comune di tutti i giorni.

Ma da lì a chiamarle menzogne ce ne passa…

Mentre il distorcere la verità a proprio favore, o semplicemente raccontar bugie… beh, quello è un altro discorso… o no?

Mentire, si potrebbe dire che è solo un modo codardo di agire, vigliaccheria e desiderio di evitare discussioni.

Ma esiste davvero il bugiardo cronico, esiste davvero come patologia, oppure è solo un comportamento saltuario?

Dicono che le bugie dette a fin di bene non sono sbagliate…

Dicono…

In fondo è solo una piccola omissione, un lieve stravolgimento della realtà, un voler proteggere chi si ama, volergli evitare del dolore o della rabbia, e in quel momento si è convinti di agire nel giusto.

Eppure… eppure qualcuno potrebbe obbiettare che sotto sotto ci sia dell’altro, che sia una strategia per nascondere qualcosa di più grande, ed è poi difficile far capire che non è così, che la protezione era il solo scopo.

E allora perchè continua a girare questa convinzione?

Perchè confortarsi con il pensiero di aver agito a fin di bene?

Perchè da un lato può esser vero che una piccola bugia detta a fin di bene, un omissis, può essere anche un piccolo gesto d’affetto, ma bisogna ricordare che, può andar bene una volta, essere un’eccezione, non deve essere la regola.

E poi ci sono le Bugie, quelle con la B maiuscola, quelle che si susseguono, che non si limitano, e che possono diventare vere e proprie truffe!

E una volta scoperti, questi bugiardi, hanno anche l’ardire di incavolarsi, alzare la voce e cercar di intimorire.

Ma non capiscono che così perdono la stima e la fiducia che era in loro riposta, non si rendon conto che, chi li ascolta non lo fà più con il cuore aperto, ma con il seme del dubbio ad ogni loro parola, e che saranno sempre tenute d’occhio le loro azioni o le loro parole, che saranno sempre soppesati con una particolare attenzione votata alla ricerca del vero e del falso, della sincerità e dell’inganno?

C’è una frase che è degna di nota:

A volte devi fingerti fesso… ma solo per capire dove può arrivare la gente che pensa di essere furba…

E credo che sia molto significativa.

Puoi sopportare, puoi far finta di credere a tutto quello che ti raccontano, far creder loro che ti hanno raggirato come desideravano, e poi…

Beh, poi a te non resterà che l’ultima parola!

Laura

Se le stelle stanno ad ascoltare…


Se stanotte il cielo è meno luminoso, non ti preoccupare amore

È colpa mia…

ho raccolto una miriade di stelle

Son così belle…

Le ho conservate con cura

E ad una ad una

ho raccontato loro tutti i nostri sogni

Pazienti loro son state ad ascoltare nel loro magico silenzio.

Le libererò pian piano,

Così che i nostri sogni uno dopo l’altro, saliranno sù nel cielo in una scia luminosa.

E sarà lì che verranno custoditi per esser esauditi

Laura

Vuoi ballare con me?


Le gambe accavallate, il piede che si muove a ritmo della musica.

Si guarda intorno alla ricerca di qualcosa, ma cosa?

Niente lo interessa ormai più, non c’è nulla che possa attirare la sua attenzione.

Si sente triste, solo e abbandonato, tutto intorno a lui è solo contorno scontato.

La ragione della sua vita forse neppure lui l’ha mai capita.

Si sente messo da parte, invisibile come se qualcuno lo avesse dimenticato in quel luogo, un soprammobile inutile lasciato lì per caso.

Lo sguardo perso nel nulla, i pensieri che vagano per proprio conto verso i soliti lidi.

Sempre gli stessi, sempre ossessionanti, sempre orripilanti.

Lo avvolgono, lo imprigionano e lo incatenano, e anche se lui vorrebbe sfuggirgli solamente

Essi subdoli tornano sempre a riempirgli la mente.

La musica non cessa, e il ritmo continua a fargli muovere il piede.

La mano cinge il bicchiere che non ha mai raggiunto le sue labbra, lui non beve.

Tanta gente intorno a lui, ma è solo contorno

Non li vede non gli interessano, sono solo abiti colorati che si muovono e lasciano scie di profumo intorno.

Poi una mano gli viene tesa

Vuoi ballare con me?”

Una voce suadente penetra attraverso i suoi pensieri. Quella mano si avvicina alla sua e delicatamente lo invita.

La guarda come fosse un angelo che si è appena materializzato al suo fianco e la sua mente viene rapita.

Vuoi ballare con me?

Ripete ancora dolcemente

E le sue gambe prendono vita inconsapevolmente.

Senza neppure rendersene conto la sua mano avvolge la vita di quell’essere celeste

Le accarezza la schiena al di sopra della veste

Sente sulla spalla una mano poggiata e sul suo petto la guancia rosea

occhi intensi lo guardano adoranti e due labbra si avvicinano lentamente le sue invitanti.

Non sà dire se stà sognando o vivendo

Forse lo stà solo desiderando

Ma i desideri non vanno mai a comando

La musica continua incessante

E lui ha finalmente trovato la sua amante.

Laura

Chi sono io?


Oltre ad essere un umano di sesso femminile, con un cervello pensante, con la facoltà di parola, di movimento e di discernimento, cosa sono davvero io?

Non penso di essere una persona speciale e spesso non posseggo neppure la consapevolezza di cosa sono… chi mi conosce, apprezza la parte solare e allegra della mia persona, il fatto che amo essere disponibile, spesso anche a scapito delle mie personali esigenze. Se mi si chiede quale che sia il mio peggior difetto… forse sarebbe meglio chiedere altrove… c’è anche chi mi dice che ho un caratterino… poi, non ho idea se sia un pregio o un difetto, forse entrambe le cose, non son capace di dire di no. In un modo o nell’altro, se anche fossi con l’acqua alla gola, non potrei mai e poi mai far mancare il mio apporto alle persone a cui voglio bene. Purtroppo non sono molto consapevole di quel che valgo, di quanto valgo… tendo costantemente a sottovalutarmi. Se a qualcuno può sembrare pura megalomania, in verità, io non mi sento affatto migliore di nessuno e tendo sempre ad essere molto critica nei miei confronti. Non sono invidiosa, cerco sempre di pensare positivo e di trovare il buono in tutti, tant’è vero che spesso vengo accusata di troppo buonismo, nononstante nella mia vita abbia preso parecchie fregature… non sono attaccata alle cose materiali, ma credo fermamente nei sentimenti, in quanto essi debbano essere il punto focale della nostra esistenza. Non mi vedo bella, non mi sento particolarmente intelligente, a volte anzi sono fin troppo cocciuta, testarda e piena di aggressività, perfino nei confronti delle persone che forse non lo meriterebbero neppure. Salto sù molto facilmente pur pentendomene un istante dopo. Faccio tutto con il cuore, e odio dover sorridere per piacere. La mia faccia è un libro aperto, faccio fatica a contenere le emozioni, siano esse belle o brutte. Non riesco a far facilmente buon viso a cattivo gioco e non credo che potrei mai essere una brava politicante. Ma se decido una cosa, vado avanti spedita come un treno, anche a costo di finire a cozzare contro un muro. Tendo ad essere iperattiva, mi piace guardare le persone con cui parlo negli occhi, e soffro di simpatia a pelle… il primo impatto per me è quello che conta, se una persona non mi piace da subito, non dico che non la frequenterò più o la eviterò per tutta la vita, ma è davvero rarissimo che possa diventare la mia migliore amica, odio i ritardi, e faccio fatica a sopportare i ritardatari, non sopporto chi pur di tenerti buona e a bada fà promesse che poi non mantiene. Se io prometto a costo di rimetterci, la mia parola è sacra, e anche a costo di rimetterci di persona mantengo sempre la promessa fatta. Purtroppo lo sò, l’autostima è una brutta bestia, se ti manca non sarai mai in grado di apprezzarti, avrai sempre quella sensazione che qualsiasi cosa tu faccia, non sia mai abbastanza. Io faccio davvero una fatica immane ad accettare i complimenti, m’imbarazzano sempre e tendo in ogni caso a minimizzare nonostante, è ovvio, che poi mi facciano piacere… Ho sempre il timore che non siano veri… Quando mi sento dire “sei una donna stupenda, sei un esempio, sei saggia e piena di tanto buon cuore, sei il mio mito, sei speciale” e non esagero, ho sentito anche di più, da persone che non chiedevano niente in cambio, beh, arrossisco… sì… è così… Eppure continuo a pensare di non essere all’altezza… Perfino ora che anche su queste pagine ho ricevuto parecchi attestati di stima, continuo a pensare che mi sopravvalutiate. Ma comunque grazie.

Ho un’età stupida, nonostante io mi senta giovane, in forma e in forza, non lo sono abbastanza per essere utilizzabile per un qualsiasi posto di lavoro. Non sono abbastanza vecchia per essere pensionata, e in ogni caso io non mi sento per niente pronta a fare la pensionata, come non me la sento di essere solo una casalinga! (Non si offendano nè le casalinghe, nè le pensionate per favore). Perchè la vita signori miei è da godere giorno per giorno sempre, le giornate sono lunghe, e in un modo o nell’altro ce le dobbiamo godere.

E grazie al mio essere, o forse al mio destino posso dire di essere felice della mia vita, di quello che mi ha dato, di chi mi ha dato, e di quanto ancora mi darà.

Laura

L’amicizia e il colpo di fulmine


Credo che l’amicizia sia quel sentimento spontaneo che nasce dentro di noi senza che vi sia la possibilità di cernita.

Un pò come in amore, anche in amicizia può esserci il colpo di fulmine.

Per lo meno nel mio caso… incontro una persona e già dal primissimo approccio dentro di me sò se potrò chiamarla amica.

È una simpatia che non puoi costruire, o c’è o non c’è. E con essa la fiducia… per forza di cose l’amicizia è legata alla fiducia, perchè è proprio nella persona che ritieni amica che riponi una grande fiducia e la eleggi a cassaforte dei tuoi pensieri, dei tuoi drammi, delle tue gioie, delle tue vittorie, delle tue sconfitte, del tuo io.

È un grande impegno quel che chiedi, ma è lo stesso impegno che sei disposto a farti carico sulle tue spalle.

Io credo nell’amicizia, do tutta me stessa e mai mi azzarderei a rinfacciare il mio tempo regalato, mai mi sentirei di dire ad un’amica che sò essere in seria difficoltà:

“Ho fatto di tutto per ritagliare un pò del mio tempo per passarlo con te”

Eppure mi è capitato di sentirmelo dire, ed è una cosa che ferisce, che intristisce e ti fà porre quella domanda che è più che lecita

“Ma allora se ti pesava farlo perchè lo hai fatto? Dov’è il tuo senso dell’amicizia?”

Ma nonostante questa meravigliosa esperienza, credo ancora nell’amicizia, non posso fare a meno di crederci perchè una vita senza amici è una vita arida e vuota.

Laura

Le frasi che…


Gironzolando su Pinterest mi sono imbattuta in un sacco di belle frasi…

Ora se sono o meno sue questo non lo sò…

Probabilmente a Richerd Gere gliele hanno appioppate… 😂😂 in ogni caso, chiunque le abbia scritte… e spero che non sia una donna… mi trova in pieno accordo…

Sarò mica di parte? 😁😁

È vero… se il tuo uomo ti guarda ammirato, ti sentirai la più bella del reame.

Basta poco no? Basta che continuiate a comportarvi come quando volevate conquistarla…

Se ti fà sentire una vera donna, una regina e al contempo felice come una bambina è sicuramente un vero uomo!

Come il fuoco in un camino… mai far spegnere la fiamma!

Tranquilli ometti, non ci vuol molto… basta davvero poco… bisogna solo farlo con il ❤

È vero, a volte c’è la fregatura… ma non sempre però… 😉 bisogna saper rischiare...

(sotto ogni foto il mio commento)

Laura