Una piccola soddisfazione


Ciao a tutti oggi, nonostante il cielo grigio e cupo e tutta la tristezza che momentaneamente ci circonda, qualcuno mi ha regalato un raggio di sole. Una bella recensione.

Ringrazio pertanto Maura di @paroleinpagina

Che sia su Amazon che Instagram ha lasciato quanto segue:
• • • • • •
L. Parise, Sono una tifosa da gradinata

Rebecca non ha dubbi: le partite della sua squadra del cuore si seguono dalle gradinate, dove si puó urlare e dare sfogo alle emozioni più spontanee. E pazienza se è la fidanzata del bomber della squadra, pazienza se avrebbe un posto comodo in tribuna, vicino alle fidanzate e alle mogli degli altri giocatori; lei è una tifosa da gradinata e lo sará per sempre. È quasi una favola la storia tra Rebecca e Daniel. Lei, tifosa sfegatata che non perde neppure un allenamento, più interessata ai colori della squadra che alla bellezza dei suoi giocatori; lui completamente devoto al suo lavoro, al pallone che gli fa dimenticare ogni cosa. Basta però un attimo, un incrocio di sguardi per stravolgere le vite di entrambi. Si vedono e riconoscono di essere anime gemelle, il resto non esiste più. Non sarà facile conciliare ritmi di vita diversi; abituarsi a convivere con la celebrità di Daniel; accettare trasferte e ritiri; ma sicuramente vale la pena provare.

Ho trascorso proprio un bel weekend in compagnia delle pagine di @lauraparise0, che ha preso ispirazione dalla passione per il calcio e ha scritto una storia delicata e fresca, che fa sognare.

Grazie, Laura, per avermi fatto leggere il tuo romanzo.
Consiglio assolutamente la lettura! ⚽️💕

#lauraparise #sonounatifosadagradinata #collaborazioni #bo oklover #bookblogger #recensioni #recensionilibri #libri #books #leggerechepassione

Grazie ancora

Laura

Booktrailer


Ciao a tutti cari lettori, oggi ho pensato di tartassarvi un pò con i miei libri, a volte uno spot visivo può far interessare il lettore più di un riassunto.

E così ho creato per ognuno dei miei libri un booktrailer o video se preferite, con immagini che riportino un pò a quanto raccontato nella storia.

Ogni video è caricato sulla mia pagina Youtube, e sarebbe carino se qualcuno di voi dopo averli visti mi lasciasse un like e/o un commento.

Inutile dire che se vi iscriveste ne sarei felicissima.

Beh, basta chiacchiere, ora lascio parlare i video. Tranquilli sono di pochi secondi ciascuno. 😜

https://youtu.be/8FHiavbXSh8

https://youtu.be/mqDQek_M7CU

https://youtu.be/HTdyPSuLLos

https://youtu.be/jI7dlBJ1aQQ

https://youtu.be/37XN-Lh0_tM

https://youtu.be/Scxp7UyDOSU

Attendo ansiosa il vostro responso.

Grazie a tutti.

Laura

Cambiare identità per non morire


Di Laura Parise Trama: Nico rimasto orfano di padre molto piccolo per un incidente misterioso intraprende la carriera di malavitoso e killer a pagamento. Con le sue gesta condizionerà la vita di tutta la sua famiglia, costringendo madre, patrigno, sorella e fratellino a cambiare città, vita, nome, e a vivere sotto la stretta sorveglianza di […]

Cambiare identità per non morire

Recensione al mio romanzo


Ascoltando il tuo cuore

Devo innanzi tutto ringraziare Elide, la lettrice che ha lasciato questa meravigliosa recensione:

• • • • • •
È importante riflettere, come importante è avere il coraggio di fare certe scelte.
Le decisioni portano sempre a dei cambiamenti nella vita ma non sempre devono essere vissuti e ne visti negativamente; a volte queste scelte sorprendono il cuore rendendolo forte.
È quello che accade alla nostra protagonista, Giada, che sta per sposarsi e si sente assalire da dubbi insormontabili.
Dubbi che possono apparire leciti a chiunque affronta un passo simile; ma se per molti sono risolvibili, per Giada questo chiarimento tarda ad arrivare, ed il tempo stringe.
Tutto diventa un problema quando si accorge che le incertezze sono più forti dei sentimenti che prova.
In questo caos entra in scena Davide, un caro amico di lei, che oltre ad aiutare Giada a riflettere, la porta a maturare una scelta che cambierà per sempre la sua vita, giusta o sbagliata che sia.
Ma prima di arrivare ad avere quella chiarezza risolutiva, Giada deve affrontare un doppio peso del cuore e lo fa ascoltandosi dentro.
Un romanzo breve, scritto dalla penna scorrevole, tra ironia e realtà, della scrittrice d’esordio Laura Parise, che ringrazio per avermi permesso di leggere il suo libro.
Un romanzo che vuole portare il lettore a riflettere su una delle tante tematiche più complesse in Amore, dettata più dal cuore che dalla regione: la scelta.
Non è facile decidere e non ci è da sapere se ciò che stiamo facendo sia giusto o sbagliato.
Non è facile.
Sicuramente “Ascoltando il tuo cuore” tu, lettore, potrai giungere alla conclusione più giusta; che non vuol dire essenzialmente non soffrire, ma sicuramente vuol dire provare ad essere nuovamente felice.

Che dire se non GRAZIE di ❤

Laura

Una colla speciale


Non esiste mistero più grande dell’amore

Impossibile capire le ragioni del cuore

Cosa può legare due persone, fargli desiderare di condividere le loro giornate le loro vite…

Una colla speciale, fatta di sentimenti mescolati con cura, ad infinite quantità di passione, fiducia, emozioni, sensazioni, desideri, amicizia, complicità, pazienza, tenacia, affetto, dolcezza, baci, abbracci, tenerezze, carezze.

Laura

Scatenate i click


Ciao a tutti

Dal 26 al 30 Agosto scatenate i click!

Per i lettori di solo eBook offerta speciale.

Tutti i miei romanzi a 99 centesimi.

Con meno di un caffè, potrete trascorrere qualche ora in piacevole compagnia dei miei protagonisti:

Amanda, Mac, Rebecca, Daniel, Giada, Davide, Miriam, Jack e le mie poesie

Vi aspettiamo su Amazon

Non perdete l’occasione.

E poi non dimenticate la recensione.

Grazie a tutti

Laura

Sfumature dell’amore


Può un solo sguardo scombussolare così tanto la mente di una persona?

Può un solo sguardo rubarti l’anima?

Può l’amore travolgerti con una tale potenza in così poche ore scombussolandoti l’animo?

Sono tre interessantissime domande che vengono poste all’interno dell’ultimo romanzo che ho letto

Tornare a respirare

Dell’autrice Elisa Larcher

Una storia dei nostri giorni vista dalla parte di entrambi i personaggi, dove l’amore scocca all’improvviso, e con esso la consapevolezza di non poter essere più le stesse persone.

Non stò a raccontarvi null’altro sulla storia a tratti travagliata di Damian e Savanna perchè questo romanzo è così fluido nella lettura che benchè abbia oltre 400 pagine io l’ho letto in un battito di ciglia. In meno di 24 ore, ma solo perchè a tutti i costi non mi potevo allontanare da questi due deliziosi ragazzi.

Elisa con i suoi romanzi non ti delude mai. Ti regala quelle sfumature dell’amore che ti fanno sorridere e sognare tra le pagine. Leggi avidamente e ad un tratto ti ritrovi alla fine.
Ma no!! E finisce così? Devo aspettare l’uscita del prossimo?
Di sicuro ne varrà la pena come è valsa la pena acquistare e divorare questo romanzo. Con i suoi momenti teneri, i suoi momenti di riflessione, e di lieve suspance.
Io, vi consiglio caldamente di immergervi in questa storia.

Laura

Descrizione

Tornare a respirare “Può un solo sguardo rapirti l’anima per incatenarla a quella di una creatura che nemmeno conosci?” Damian, bello e arrogante, custode di un dolore profondo che gli sta logorando l’animo legato a un passato che cerca di dimenticare, tenta di celarlo al mondo con la maschera della spavalderia e della sfrontatezza. Crede di essergli sfuggito fino a che l’uomo, oggetto delle sue sofferenze, riesce a rintracciarlo pretendendo di essere ripagato con gli interessi. Il suo mondo crolla nuovamente nel buio più totale e gli incubi, che per qualche anno l’avevano lasciato in pace, si rifanno vivi più terrificanti che mai. Non crede di poter sopravvivere a lungo logorato com’è dalle notti in cui si sveglia urlando e tremando in un bagno di sudore fino a che non compare nella sua vita Savanna, una ragazza timida e solare che con un solo sguardo irretisce il suo cuore. Damian non vuole farsi coinvolgere ma non può farne a meno. Lei per lui è come l’aria, ne ha bisogno se vuole respirare di nuovo. Questa inaspettata consapevolezza lo porterà a una difficile scelta: lasciarla entrare nella sua vita e confessarle il suo terribile passato, rischiando di metterla in pericolo o lasciarla andare e rinunciare all’unica ragazza che gli ha rubato il cuore?

Mille pensieri


Mille pensieri s’affollano nella mente…

S’intrecciano, s’ingarbugliano formando spirali di parole che s’agitano dentro di noi cercando il modo per uscire in frasi coerenti

Ricordi che potrebbero sembrar sbiaditi tra le pieghe dei nostri cuori, ma che nonostante il tempo passi veloce restano vividi e pieni di quei colori che solo noi sapevamo far esistere

Cosa resta di quello che forse era un sogno, o forse qualcosa di più… un sentimento che non poteva sbocciare, non aveva il diritto di nascere e crescere ma che alberga nei nostri cuori nonostante le nostre volontà

Continuiamo a rincorrere l’impossibile, incapaci di fermare le nostre anime, arrancando senza respiro pur sapendo che potrebbe essere una corsa ad ostacoli, ostacoli a volte insormontabili

Ma non ci arrendiamo, vogliamo combattere per quel che crediamo sia nostro diritto avere

Ci aggrappiamo a briciole di speranza e illusioni, gridando a gran voce ma senza emettere un suono, quelli che sono i nostri sogni

Dove un destino che sembra per noi già scritto, lasciamo correre e volare libere, come farfalle che svolazzano allegre, le nostre sensazioni padrone del nostro io più intimo.

Laura

Mamma Ioia e la fontana con l’acqua miracolosa


In un paesino nella provincia di Avellino, e precisamente a Gesualdo, vive una donna speciale. Da tutti conosciuta con il nome di “Mamma Ioia” al secolo Maria Vittoria Iorio. È una donnina di quasi ottant’anni vivace, simpaticissima ed emergica.

Il suo sguardo penetrante e curioso ti scruta in profondità, e mentre ti parla t’infonde un senso di pace e tranquillità.Tutto questo le scaturisce da una profonda fede nella Madonna delle Rose, che comunica spesso con lei facendola portatrice della sua parola a tutti coloro che credono.

Mamma Ioia è un’ex insegnante madre di quattro figli che quando rimase vedova a 38 anni fece voto di castità e divenne una suora laica. Quando era una giovane ragazza, ebbe la fortuna d’incontrare l’allora frate Cappuccino Padre Pio da Pietrelcina, il quale, ospite del convento dello stesso paese dove vive la donna, le predisse il dono della vegenza.

Un giorno, la giovane donna precipitò dal muro del castello di Gesualdo facendo un volo di oltre dieci metri, rompendosi la quarta vertebra lombare e la vertebra cervicale, ma nonostante questo volo, rimase miracolosamente illesa grazie all’intervento divino della Madonna delle Rose che le apparve dapprima come un’immagine nebulosa, per poi farsi via via sempre più chiara. Dopo la degenza, ed aver rischiato come minimo la paralisi, la ragazza tornò a camminare.

Tutto questo accadde proprio nei pressi della fontana dall’acqua miracolosa che ha curato parecchi fedeli che ormai disperati non avevano più nessun’altra speranza che affidarsi alle preghiere che Mamma Ioia rivolgeva alla Madonna delle Rose, la quale spesso di notte le appare nel suo giardino e le parla delle sofferenze del mondo, o le svela qualche notizia su quello che presto accadrà.

Io, ho avuto modo d’incontrarla più volte, e ogni volta, mi ha stupito, intrigato, consolato e tranquillizzato con il suo essere. Parlare con lei, ti porta un senso di pace, e spiritualità.

Il suo desiderio sarebbe quello di far conoscere al mondo intero l’esistenza di questa fontana dall’acqua miracolosa, ma come spesso accade, deve costantemente scontrarsi con le istiruzioni che forse non vedono di buon occhio il pellegrinare davanti alla fontana e spesso qualcuno si diverte a chiudere l’acqua che scorre dai due boccagli.

Molte persone si sono abbeverate a questa fontana miracolosa nonostante vi sia stato posto un cartello che avvisa “acqua non potabile”.

Mamma Ioia” assicura che l’acqua è potabilissima perchè è stata analizzata, e io confermo di averla bevuta personalmente più volte. Il consumo di quest’acqua e la fede ha fatto sì che tante persone ricevessero miracoli.

Accanto alla fontana Ella fece mettere in una nicchia la statua della Madonna e di San Pio, e avrebbe voluto poterle sistemare nel migliore dei modi, con tanto di piccola cappella ma non le è stato concesso.

Il suo cruccio più grande è proprio il fatto che al momento la fontana non eroghi acqua perchè è stata chiusa. Le istiruzioni le rispondono che il motivo sono i piccioni che andandosi ad abbeverare, sporcano. Ma lei questo non riesce proprio a concepirlo, visto che le altre fontane comunali sono in continuo funzionamento.

Tante persone vanno a trovarla per un conforto, una preghiera o anche solo una parola, e lei ti accoglie in casa sua rifiutando qualsiasi compenso per il grande dono che ti fà.

Il suo tempo, le sue preghere e la sua fede.

Laura

Estratti