Ricette semplici per tutti nella mia raccolta


E da oggi ho finalmente tra le mani i miei due volumi… 
Ricette semplici, ricette casalinghe, ricette che hanno dietro una storia… perchè cucinare è comunque un atto d’amore

Disponibili sul sito http://www.leparchedizioni.com oppure nel 

Mondadori Bookstore – Libreria Mondadori NAPOLI – CAMPI FLEGREI

Grazie di ❤ a tutti coloro che saranno interessati 

Laura 

Annunci

Torta/crostata alle more


Dai sù che ce ne sono a bizzeffe ora! Bisogna approfittarne… son belle son buone, son preziose, leggete un pò qui…

Proprietà e benefici delle more

Come tutti i frutti di bosco, contengono antocianine e flavonoidi, due sostanze antiossidanti. Le more sono, inoltre, diuretichedissetanti e depurative.

Grazie alla loro azione aiutano a mantenere pulite le arterie e sono dunque valide alleate della prevenzione cardiovascolare. Sono piuttosto ricche di fibra e quindi contribuiscono al buon funzionamento dell’intestino.

Le more contengono acido folico e aiutano a regolare i livelli di omocisteina, due sostanze importantissime soprattutto durante la gravidanza. Una carenza di acido folico e una quantità elevata di omocisteina nei primi mesi di gestazione possono infatti causare danni anche molto gravi al feto.

Sono ricche di vitamina C e contengono una discreta quota divitamina A.

A me piacciono tantissimo e ogni anno dal mio rovo coltivato personale, e senza spine ne raccolgo tantissime

tipo oggi… da poter fare tanta di quella marmellata che mi dura per tutto l’arco dell’anno! Quest’anno poi, sono veramente cariche, non sò se dipende alla elevata temperatura, se è l’annata buona o cosa, fatto stà che ne stò raccogliendo moltissime. E così mi son inventata questa crostata morbida e poco calorica. Leggete un pò e ditemi se vi ispira…

Ingreditenti per una teglia da crostata20170805_124153-1

Impasto:

1 uovo intero

30 g di burro

230 g di farina

50 g di zucchero (se di canna meglio)

125 g di yogurt greco

1/2 cucchiaio di acqua di fiori d’arancio

2 g di lievito per dolci

la punta di un coltello di bicarbonato

un pizzico di sale

Copertura:

350 g di more

100 g di zuccheroLogo cucina Laura (1)

1 bustina di zucchero vanigliato

1 cucchiaio di succo di limone

 

Impastate tutti gli ingredienti formate una palla (la pasta risulterà leggermente appiccicosa e morbida quasi come quella della pizza) avvolgetela nella pellicola e ponetela in frigo per ca. 30 minuti. Nel frattempo sciacquate le more, mescolatele con gli zuccheri e il succo di limone e mettete a macerare in frigo.

Tirate fuori la pasta e stendetela su un foglio di cartaforno aiutandovi con le mani leggermente unte di olio. Foderate tutta la teglia. Versatevi sopra il composto di more e infornate in forno ventilato a 200° C per circa 20 / 25 minuti o fin quando la vostra torta/crostata avrà assunto un bel colore dorato.

Servire fredda.

Come torta non è dolcissima, se preferite potete spolverizzarla di zucchero a velo prima di servirla. Io la preferisco senza, ma i gusti son gusti. 😉

Buon appetito. Attendo commenti, critiche, o quanto preferite…

Laura

40ea61a19cbce996e8396f716681418dhttp://www.leparchedizioni.com

Finite le vacanze non si pensa più alla dieta


Ora siete impegnati lo sò,

Logo cucina Laura (1)

 non avrete tempo di dedicarvi alla cucina, e anche se il tempo ci sarebbe, bisogna pensare alla linea… siamo quasi tutti a dieta, ma dopo… beh, dopo è tutta un’altra cosa, e allora…
organizzatevi in tempo, ordinate già ora i miei volumi di cucina, li troverete così pronti a darvi una mano al vostro rientro dalle vacanze.
Per il volume 1 cliccate qui:
Per il volume 2 cliccate qui:
Buon Appetito! 😋
Laura40ea61a19cbce996e8396f716681418d

Semifreddo alle pesche


Avevo voglia di qualcosa di fresco, e siccome non posso fare solo la cura del gelato, ho pensato di cambiare un pò. Mio figlio ha portato a casa un liquore alla pesca, io avevo comprato delle bellissime pesche… il mascarpone c’era… idea!!

Tranquilli, è velocissimo e facilissimo!

Ingredienti:948a8962-af5f-487e-9f9c-1f27b0f1e6d8

250 g di mascarpone

3 pesche

2 cucchiai colmi di zucchero

3 fogli di colla di pesce11913

1 bustina di zucchero vanigliato

Biscotti Savoiardi o Pavesini

Liquore alla pesca

 

Procedimento:

Sbucciare le pesche e metterle nel frullatore con lo zucchero vanigliato e un cucchiaio di liquore.  Azionare e ridurre la frutta in purea. Mettere a mollo la collaLogo cucina Laura (1) di pesce in acqua fredda. Montare con la frusta il mascarpone e lo zucchero, unire la polpa di pesca tenendone da parete due cucchiai, e mescolare bene. Strizzare la colla di pesce e metterla a sciogliere sul fornello in un pentolino con un  cucchiaio di liquore. Unirla alla crema e mescolare energicamente in modo da non far formare grumi.

Foderare un tegame dal bordo alto con la pellicola trasparente, (io ho usato uno da sufflè del diametro di 17 cm) Bagnare i biscotti Savoiardi o Pavesini (con i Pavesini è meglio, ma oggi non avevo altro) in una miscela di acqua e liquore e foderare fondo e pareti del tegame. La dose del liquore è a discrezione. Versare la polpa di pesca tenuta da parte sui biscotti e ricoprire con la crema. Riporre il dolce in freezer per almeno due ore prima di servire.

IMG-20170722-WA0009

40ea61a19cbce996e8396f716681418d

Per ulteriori ricette, potete sempre consultare i miei volumi di cucina 🙂

La mia cucina Vol. 1 e Vol. 2

Adoro i limoni


Il limone con il suo sapore agre e pungente, il suo succo aspro e dissetante. Io lo amo! Potrei organizzare la mia giornata culinaria con questo ingrediente di base.

Iniziando con una bevanda a base di limone e zenzero, fresca d’estate, o una calda tisana d’inverno. E poi proseguire con… a colazione: marmellata di limoni su pane integrale, a pranzo: tagliatelle al limone, a merenda: plumcake al limone, a cena: filetti di pesce al limone, e come dessert… ce ne sono infiniti… io ho ideato questo

Tiramisù al limoncello 20170629_191930

Ingredienti:

250 g mascarpone

250 ml panna da montare semigrassa

3 cucchiai di zucchero a velo

1 limone non trattato                                         Logo cucina Laura (1)

Biscotti savoiardi

Liquore limoncello

Alcune gocce di essenza di limone

1 bustina di zucchero vanigliato

Cioccolato bianco in scaglie

Nella planetaria montare il mascarpone con gli zuccheri, la panna e la buccia del limone grattuggiata fin quando si avrà una crema ben soda. Mescolando delicatamente aggiungere alla crema due cucchiai di succo di limone e qualche goccia d’essenza di limone. Ovviamente a piacere.

Preparare un emulsione di limoncello, il restante succo di limone e acqua. (Io ho fatto 50 e 50 di acqua e limoncello, ma se lo preferite più liquoroso, a voi la scelta) bagnare i savoiardi nel liquido ottenuto possibilmente solo dalla parte della crosta di zucchero. (Ma questa è un’altra scelta di gusti. A me non piacciono troppo inzuppati) formare il primo strato di biscotti, ricoprire con metà crema, formare un secondo strato di biscotti e ricoprire con la restante crema. Decorare con cioccolato bianco in scaglie. Tenere in frigo almeno 4 ore prima di servire.

Se lo fate il giorno prima è ancora più buono, e se proverete la mia ricetta, fatemelo sapere… è una nuova ricetta per voi, non si trova nei miei nuovi libri La mia cucina vol. 1 e vol.2 ma potrebbe invogliarvi all’acquisto….

Buon appetito

Laura 40ea61a19cbce996e8396f716681418d

Segnalazione nuova uscita


Ci siamo, da oggi potrete acquistare sul sito http://www.leparchedizioni.com i miei due nuovi libri di cucina.  

Basta cliccare qui: Logo cucina Laura (1)

La mia cucina vol.1

La mia cucina vol.2

Cucinare, oltre che una passione, è un gesto d´amore verso i propri cari, ma anche e soprattutto per la propria gola. Presentando un piatto nuovo, anche se preparato con cura, si attende sempre con trepidazione il verdetto dei nostri commensali e in caso negativo meglio non scoraggiarsi, le critiche aiutano a migliorare e… bisognerà riprovarci, cercando di perfezionare il nostro piatto con delle varianti.

Chiaramente molto spesso ci si confronta con gusti opposti e non è detto che sempre e comunque possa andare bene: quello che al nostro palato ha un gusto sublime non può necessariamente risultare gustoso per chi siede alla nostra tavola.

Anche l´occhio vuole la sua parte e disporre con una certa fantasia i vari cibi nei piatti è già la prima grande prova da affrontare. Lo stesso cibo disposto con cura o versato a caso, avrà effetti opposti su chi è chiamato a giudicarlo e presentare un piatto con un pizzico creativo può essere già il primo passo verso il successo.

Io con l´andare del tempo ho adeguato parecchi piatti al palato dei miei cari, manipolando le ricette per adattarle alle nostre esigenze, di conseguenza, è probabile che troviate ingredienti o passaggi diversi da quelli a cui siete abituati. Amo preparare manicaretti e mi destreggio in cucina tra varie pentole e padelle, anche contemporaneamente, senza per questo accumulare fatica o stress, perché ogni cosa che preparo, è cucinato con passione. Cucinare non deve per forza essere fonte di stress, metteteci amore in quello che fate e vi accorgerete che può anche essere rilassante: i complimenti ricevuti a fine pasto sono il miglior toccasana per la fatica e l´autostima.

Buon appetito  Logo cucina Laura (1)

Laura

Siete pronti per una nuova uscita?!?!


unnamed

Sono lieta di annunciare a tutti coloro che mi seguono che ho messo su carta un’altra delle mie passioni…

Cucinare!!

Tra pochi giorni sarà possibile acquistare sul sito della mia casa editrice “Le parche edizioni” i due volumi di ricette da me elaborati intitolati   La mia cucina

Si tratta di una raccolta in due volumi, acquistabili insieme o separatamente, di tutte quelle ricette che ho raccolto, carpito, rielaborato, da parenti, amici, e quant’altro, da trent’anni a questa parte. Per buona parte delle ricette vi racconto anche qualche annedoto legato a loro, è un libro di ricette, ma nello stesso tempo anche appunti della mia vita.

Come qualcuno di voi che mi segue avrà già avuto modo di capire, le mie passioni sono varie… in primis la scrittura, e poi la cucina, il calcio e, nei momenti di relax, ovviamente la lettura!

Ma non posso stilare una classifica vera e propria, di queste mie passioni, avrei difficoltà…

Cucinare fà probabilmente parte del mio DNA, non mi stanca mai, anzi oltre a gratificarmi, spesso mi rilassa e a casa non passa giorno che io non accenda i fornelli.

Pensate, l’ho fatto anche di mestiere… No!! non sono una cuoca di professione, non ho mai neppure lavorato in un ristorante, ma, per due anni circa, mi sono occupata della mensa di una ditta di cosmetici.

Ero l’unica responsabile per quanto riguardava l’intera gestione, dall’elaborazione del menù, la spesa e la messa in opera dei pasti. Giornalmente servivo ca 25 persone. Era un pò come avere una piccola trattoria, senza l’incombenza del guadagno a tutti i costi per sopravvivere.

Ho sempre amato cucinare e sperimentare, rielaborare le ricette in base ai gusti dei familiari, inventarne di nuove… e così… è nata l’idea di raccogliere tutte le ricette e metterle a disposizione di chi sarà interessato all’acquisto.

Nell’attesa dell’imminente uscita, vi auguro

Buon appetito!!

Laura

 

 

Qualcosa di goloso


Ciao a tutti amici blogghisti,

Stasera vorrei raccontarvi di come, a volte, tipo oggi… mi capita di far girare le rotelline del cervello alla ricerca di qualcosa di diverso da creare tra i fornelli… mi piace sperimentare, e sfidare anche il palato dei miei… và bene che tendo ad andare quasi sempre sul sicuro, nel senso che uso ingredienti che son certa che siano di loro gradimento… ma cerco comunque di stupirli un pò… si dice che anche attraverso la cucina si dimostra l’amore per i propri cari no? E allora oggi pomeriggio mi son inventata qualcosa di goloso per loro. Oddio, inventata inventata non sò, magari se mi metto a girare in rete è capace che trovo qualche ricetta simile, ma… non l’ho fatto, sfido voi a farlo, io di sicuro sò che ho aperto il frigo e la credenza, guardato cosa mi offriva e…

Questo è il risultato…

dolce 1 Ingredienti:

  • 500 ml di latte + 1 tazza
  • 60 g di nocciole macinate
  • 250 ml di panna da montare semigrassa
  • 1 bustina di consolidante per panna montata
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 1 cucchiaio raso di farina
  • 3 cucchiai rasi di zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaio raso di cacao amaro
  • biscotti pavesini o savoiardi

 

Mettere a scaldare il latte con le nocciole, fino a portarlo quasi ad ebollizione. Lasciarlo riposare per circa 20-25 minuti. Sbattere il tuorlo con lo zucchero e il sale, unire la farina e mescolare fino ad incorporarla tutta. Versare un pò alla volta il latte con le nocciole sul composto di uovo e zucchero e mescolare in modo da non formare grumi. Rimettere sul fornello e far cuocere la crema mescolando in continuazione fino a portarla a bollore. Far cuocere per ancora tre minuti e porre a raffreddare.  Quando la crema sarà fredda montare la panna con il consolidante e unirvi la crema alla nocciola lavorando con la spatola dal basso verso l’alto per non smontarla. Mescolare il cacao con il latte rimasto. Foderare uno stampo con della pellicola. Bagnare i biscotti nel latte, (io ho usato i pavesini per il fondo e le pareti, e i savoiardi per il secondo strato) foderare il fondo e le pareti dello stampo con i biscotti, versare metà della crema, formare un altro strato di biscotti, terminare con la crema e porre in frigo.Logo cucina Laura (1)

Un’ora ca. prima di servirlo passarlo nel congelatore per consolidarlo ulteriormente.

Insomma una coccola non troppo dolce… se vi andasse di coccolarvi e provare…

Fatemi sapere…

Laura

La giornata mondiale del…


Ma lo sapevate che ogni mese ci son svariate giornate mondiali del… qualcosa???

Esiste perfino un  calendario !!

L’ho scoperto proprio poco fà! Sta cosa della giornata mondiale del… scusate ma a me fà solo un pò ridere. Posso capire che si usino talune giornate per sensibilizzare l’opinione pubblica su  temi molto importanti, ma ieri sera, quando ho sentito dire che era la “giornata mondiale del Tiramisù”… scusate, ma con tutto il rispetto per il Tiramisù… dolce che piace a tantissimi per carità (forse io sono un’eccezione perchè se fatto in maniera tradizionale non mi piace! Purtroppo ho una fissa per il caffè amaro, e ogni dolce che prevede del caffè, non mi piace! Proprio non riesco a mandarlo giù il caffè zuccherato!! quindi ho una ricetta tutta mia… che vi regalerò infondo all’articolo) ma io non ho potuto proprio fare a meno di ridere di gusto e chiedermi dove siamo arrivati?

Così la mia curiosità si è messa in moto, le rotelle hanno cominciato a girare e son andata a curiosare quali altre stranezze ci riservano queste giornate mondiali del. Nel caso voleste assolutamente segnarvele sul calendario… non si sà mai che per me siano strane ma per altri possano essere interessanti.

17 Gennaio “della neve”

5 Febbraio “della Nutella”

21 Marzo “del Tiramisù”

27 Aprile “del Tapiro”Logo cucina Laura (1)

20 Maggio “dell’Whisky”

15 Giugno “del vento”

2 Luglio “degli ufo”

25 Settembre “dei sogni”

12 Ottobre “della giornata mondiale”

19 Novembre “del gabinetto”

Ovviamente son curiosa di sapere quale di queste possa avervi particolarmente colpito!

In ogni caso visto che ieri era la giornata mondiale del Tiramisù, mio marito ha commentato tristemente “avresti anche potuto prepararmelo… 😦 ” così ho promesso che, senza grossi festeggiamenti, glielo preparerò oggi!

Se volete seguirmi… eccovi la mia ricetta: (ho il terrore della salmonella, quindi le uova del mio Tiramisù saranno cotte!)

Ingredienti:

500 grammi di mascarpone

3 rossi d´uovo

3 cucchiai di zucchero

Liquore marsala q.b.

200 g di biscotti savoiardi o pavesini

Cacao

2,5 dl di panna da montare

Sbattete le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso, quindi unite 3 cucchiai di marsala, mescolate e ponete a cuocere a bagnomaria fin quando non si saranno formate delle bollicine in superficie. Lasciate raffreddare la crema. (Una sorta di zabaione)

Montate il mascarpone e la panna a crema soffice con lo sbattitore elettrico, (potete anche montarli separatamente, e poi unire delicatamente la panna montata mescolando dall´alto verso il basso per non smontarla) quindi aggiungete la crema di uova.  Preparate un’emulsione in parti uguali di acqua e marsala intingetevi i savoiardi possibilmente soltanto da un lato zuccherato in modo da non inzupparsi troppo (a me non piace sentire il liquido che scola in bocca, ma ovviamente è sempre una questione di gusti, quindi fate a vostro piacere). In una pirofila formate uno strato di biscotti, versatevi sopra metà crema quindi un altro strato di biscotti e la restante crema. Livellate e mettete in frigo per almeno 3 ore. Prima di servire cospargete di cacao.


Aspetto di sapere se vi è piaciuto!

Laura

 

 

Cene, cenette e cenoni


e la mia passione per la cucina… 

è il periodo, lo sò, e può sembrare quasi scontato scrivere un articolo su questo argomento… quindi non mi metterò a far l’elenco delle cose cucinate, delle mangiate fatte, o non fatte, delle leccornie che hanno brevemente sostato sul tavolo…  voglio raccontarvi qualcosa sulla mia passione per la cucina, quel che ho fatto tempo fà, e che ora, negli ultimi giorni, ho ripreso in mano e stò cercando di perfezionare.

 

Circa und decina di anni fà, mia figlia ha iniziato a scrivere su un quaderno alcune delle Logo cucina Laura (1)mie ricette… “mamma quando un giorno vivrò da sola, voglio poter cucinare come te” mi aveva detto… poco dopo lo stesso desiderio ha catturato anche mio figlio, e così circa sei anni fà entrambi i miei ragazzi mi hanno proposto di scriver loro un libro con tutte le mie ricette. Difficile riunirle tutte, anche perchè a me in cucina piace sperimentare, e magari di tanto in tanto inventare e rielaborare qualche ricetta letta… Però ho trovato l’idea troppo interessante e così ho cominciato a scrivere… Dopo aver riempito oltre 300 pagine di ricette, con qualche foto, ho tentato con l’autopubblicazione… un’amica ne ha acquistate due copie, una per sè e una per la sorella, mentre la mia ex principale, pur non parlando l’italiano, ne prese una copia da regalare al padre, che adora la cucina casalinga italiana.

Ho provato senza successo a proporlo a qualche editore interessato alla cucina, e mai mi è venuto in mente di aprire un blog tutto mio in merito. Forse avrei anche dovuto farlo, ma spesso, anzi quasi sempre, tendo a sottovalutare le mie capacità e non mi ritenevo all’altezza. Potrei provare qui, ora che ho preso coraggio e che ho capito che a  voi che mi seguite piace quel che scrivo… Magari potrebbe interessarvi qualche mia ricetta, o leggere anche solo un paio di pagine dei miei libri.

Sono aperta ad idee e consigli e scambi, per cui chi di voi ne ha si faccia pure sotto… E sopratutto ditemi che ne pensate.

40ea61a19cbce996e8396f716681418d

Son proprio curiosa di leggere cosa ne pensate…

Vi aspetto nella mia cucina allora…

la-cucina