Cena fredda?


A volte con il caldo si desidera qualcosa di stuzzicante, ma che non ustioni la nostra bocca. E volendo variare alla classica insalata di riso, si può optare per una torta salata, e in questo caso bisogna organizzarsi prima…

Io ne ho elaborata una sfiziosetta… spero vi sia gradita.

Torta salata con coppa e peperoni

Ingredienti:

1 rotolo di pasta brisè
1 peperone giallo
1 cipolla bianca media
1 dl di latte
1 cucchiaio di farina
90 g di coppa
1 sottiletta
Olio d’oliva q.b.
Sale e pepe
Peperoncino macinato a piacere

Affettare la cipolla e metterla a rosolare a fuoco dolce in padella salandola un pò. Tagliare il peperone a listarelle ed unirlo alla cipolla. Salare e pepare. Portare a cottura il peperone, quindi aggiungere il cucchiaio di farina, mescolare e irrorare con il latte. Lasciar addensare in modo che risulti tutto legato da una crema.

Srotolare la pasta e disporvi le fette di coppa,

quindi i peperoni, il peperoncino se piace e la sottiletta spezzettata.

Infornare a 200° C in forno ventilato per ca. 20 min.
Servire fredda

Buon appetito

Laura

Annunci

😱 Mancano le uova 😱


A volte capita di far la spesa e convinti di avere già tutto in casa ci mettiamo ai fornelli…

Mannaggia la miseria! Ho dimenticato le uova! 😱

Ormai è tardi, e di uscire non se ne parla… vabbè… mal che vada si sfalderanno un pò… ho pensato…

Poi apro il frigo e… 💡 vedo lo stracchino… proviamo di certo il gusto non ne risentirà, anzi… dalla ricetta originale riduco ai minimi termini il parmigiano e… lo stracchino ha fatto la magia! Ha tenuto insieme tutto il ripieno. 😄

Cipolle ripiene di prosciutto e stracchino

Ingredienti:

4 cipollotti bianchi belli grossi
200 g di prosciutto cotto
150 g di stracchino
30 g di parmigiano
20 g di burro
Un ciuffo di prezzemolo
Sale e pepe q.b.
Olio d’oliva
Pangrattato q.b.

Pulire i cipollotti e farli cuocere in acqua salata per ca 8 minuti. (conservate le code che possono servire per altre preparazioni come ad esempio una frittata)
Tagliateli a metà e ricavate dei gusci (come da foto)

che adagerete su carta forno leggermente unta.

Il cuore sarà ancora piuttosto croccante. Tagliuzzatelo grossolanamente e metteteli a cuocere in padella a fuoco dolce con il burro un pizzico di sale e una macinata di pepe fin quando non saranno tenerissimi. (Se occorre aggiungete un cucchiaio o due di acqua di cottura.
Tritate il prosciutto e il prezzemolo.
In una terrina mescolateli con lo stracchino, i cuori di cipolla e il parmigiano.

Con il composto ottenuto riempite le coppette di cipolla.
Spolverizzate con il pangrattato e un filino d’olio d’oliva.
Infornate a 180°C per ca 20 minuti (forno ventilato) o fin quando avranno formato una bella crosticina dorata.
Sono ottime sia tiepide che fredde.

Servite con insalata mista.

Buon appetito! 😋

Laura

Primo, secondo e contorno


Ogni tanto mi scappa l’estro…

Ed inoltre ricordo a me stessa, e a chi ancora non lo sappia… che ho anche pubblicato due libri di cucina… acquistabili qui

Così, ecco che mi diletto a condividere con voi qualche ricettina…

Conchiglioni con cavolfiore, gorgonzola e noci

Ingredienti:
1 piccolo cavolfiore
150 g di gongorzola
1 tazza di latte
5 noci
3 cucchiai di parmigiano
1 spicchio d’aglio
Prezzemolo
Sale e pepe q.b.
Olio d’oliva
250 g di conchiglioni

Pulire il cavolfiore e ridurlo a cimette. Mettere a bollire l’acqua salata che servirà per sbollentare il cavolfiore e successivamente per cuocervi la pasta.
Una volta che il cavolfiore sarà tenero scolarlo e saltarlo in padella con uno spicchio d’aglio, che poi eliminerete, un filo d’olio e un ciuffo di prezzemolo tritato. Regolare di sale e pepe.
Sciogliere il gorgonzola con il latte e unirvi 2 cucchiai di parmigiano. Tolto il formaggio dal fornello aggiungervi le noci tritate grossolanamente.
Scolare la pasta al dente. Mescolarla con il cavolfiore. Sistemarla in una teglia facendo in modo che la vedura riempia la pasta, irrorarla con la salsa al formaggio

Spolverizzare con il restante parmiggiano e mettere a gratinare in forno caldo a 200°C.

Buon appetito

Laura

Non solo di pasta


Nella tradizione i ravioli una sfoglia di pasta ripiena…

Ma se per una qualche ragione volete stravolgere la tradizione… ecco a voi la mia odierna idea.

Ravioloni di carne su letto di spinaci

Ingredienti:

4 fettine di lonza di maiale sottili
40 g di ricotta
20 g di formaggio cremoso tipo philadelphia
6 noci
20 g di funghi secchi
1 ciuffo di prezzemolo
Farina q.b.
1 spicchio d’aglio
Sale e pepe
30 g di burro
1/2 bicchiere di vino bianco
1 dado ai funghi

Spinaci saltati in padella

Mettere a mollo i funghi e conservare l’acqua. Pulire le noci e tritarle insieme ai funghi e al prezzemolo.
Unire il trito alla ricotta e al formaggio cremoso. Regolare di sale e pepe.

Suddividere il composto sulle fettine di carne. Chiuderle premendo bene sui bordi.

Infarinarle.

Far rosolare leggermene lo spicchio d’aglio tagliato a metà nel burro. Unire i ravioloni e farli dorare da entrambi i lati. Irrorare con il vino bianco e far evaporare. Unire un mestolo di acqua d’ammollo dei funghi e il dado. Togliere l’aglio. Portare a cottura per ca 15 minuti.

Saltare in padella gli spinaci con un filo d’olio d’oliva e uno spicchio d’aglio. Salare a fine cottura.

Servire i ravioloni sugli spinaci.

Buon stravolgimento 😊😊😊

Laura

Torno in cucina…


Siccome non si vive di solo amore, ma ogni tanto bisogna anche pensare alla pancia, vi regalo questa mia ricettina…

Involtini ripieni su letto di spinaci

Ingredienti:

4 fettine di vitello sottili
100 g di carne macinata
400 g di spinaci
15 g di funghi porcini secchi
1 fetta di scamorza alta 1,5 cm
Pane grattugiato
Sale e pepe
Noce moscata
1 spicchio d’aglio
4 cucchiai di olio d’oliva
2 cucchiai di vino bianco
Brodo vegetale q.b.
Peperoncino

Pulire gli spinaci. Battere le fettine, salarle e peparle leggermente. Mettere a mollo i funghi in acqua calda.
Scottare 100 g di spinaci.
Adagiare qualche foglia di spinacio sulle fettine. Tritare il resto insieme ai funghi.

Mescolare le verdure con la carne, salare pepare e aggiungere una grattugiata di noce moscata.
Dividere il ripieno sulle fettine di carne, tagliare la scamorza in 4 bastoncini e porli sopra il ripieno, quindi arrotolare le fettine.

Passare gli involtini nel pangrattato.

Rosolare da tutti i lati gli involtini in due cucchiai di olio, sfumare con il vino bianco e aggiungere qualche cucchiaio di brodo per portare a cottura. Ca 20 minuti. Far cuocere coperto.

In una padella riscaldare il restante olio con lo spicchio di aglio schiacciato e il peperoncino. Unire gli spinaci e portarli a cottura. Regolare di sale.
Suddividere gli spinaci nei piatti da portata e adagiarvi sopra un involtino.

Buon appetito.

Laura

Carciofi che bontà


È il periodo… bisogna approfittarne, il carciofo non solo è buono, ma ha tantissime proprietà…

I carciofi sono ortaggi utili per il fegato, che aiutano ad eliminare le tossine e favoriscono la diuresi, hanno anche un effetto positivo sul sistema cardiocircolatorio in quanto si tratta di un alimento ipocolesterolemizzante. Rappresentano una vera e propria miniera di principi attivi e vantano particolari virtù terapeutiche. Hanno pochissime calorie, sono molto gustosi ed hanno molte fibre, oltre ad una buona quantità di calcio, fosforo, magnesio, ferro e potassio.

Per cui… essendo anche piuttosto versatili, potrete come me, sbizzarrirvi in cucina con le tante ricette a disposizione.

Ecco un mio personale spunto.

Carciofi ripieni

Ingredienti:

2 carciofi (tipo mammole)
1 ciuffo di prezzemolo
3 acciughe sott’olio
1 cucchiaio di pinoli
50 g di ricotta
1 cucchiaio abbondante di parmigiano
1/2 cucchiaio di pangrattato
1/2 cipolla
1 spicchio di aglio
1 cucchiaio di vino bianco
Sale e pepe
1 cucchiaio di olio d’oliva
Brodo vegetale q.b.

Pulire i carciofi eliminando le foglie esterne e le punte, pareggiare la base in modo che rimanga dritto. Pulire i gambi dalla parte dura esterna e tagliarli a tocchetti.
Immergere i carciofi e i gambi nell’acqua e limone.

Tritare la cipolla e metterla a rosolare con lo spicchio d’aglio e un cucchiaio di olio d’oliva in una pentola non troppo grande, ma dai bordi alti.
Tritare il prezzemolo con i pinoli e le acciughe. Mescolare il trito con la ricotta, il parmigiano e una macinata di pepe.
Allargare le foglie dei carciofi e riempirle con il composto. Spolverizzare con il pangrattato.

Adagiarli nella pentola, aggiugere i gambi e far insaporire. Versare il vino alla base dei carciofi, far evaporare e unire quindi il brodo fino a metà pentola sempre facendo attenzione a non bagnare i carciofi da sopra. Coprire e far cuocere almeno 30 minuti.

Aggiungere brodo se necessario fino a che i carciofi saranno teneri. Servire caldi

Buon appetito

Laura

È un polpettone


Ci son modi e modi di fare il polpettone di carne… ripieni differenti a seconda dei gusti… chi lo cuoce nella salsa di pomodoro, chi al forno… questo è il mio:

Ingredienti:

300 g di carne macinata mista
1 uovo
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
2 peperoni corna di bue (+ altri 3 per il contorno)
1 zucchino
100 g di scamorza bianca tritata
1/2 cipolla
1 sottiletta
2 cucchiai di olio d’oliva
Pangrattato q.b.
Prezzemolo tritato
1/2 dado vegetale
Paprika dolce
Sale e pepe

Arrostire i peperoni e pulirli lasciando le falde di due peperoni intere.
Impastare la carne con l’uovo, il parmigiano, il prezzemolo, la paprika, sale e pepe, e il pangrattato q.b. per ottenere un impasto compatto. Poggiare l’impasto di carne su un foglio di cartaforno, ricoprirlo con della pellicola e con il metterello tirare una sfoglia alta ca 1 cm. Eliminare la pellicola.
Cospargere con la scamorza tritata, adagiarvi le falde di peperoni e sottili fettine di zucchino ottenute con il pelapatate. Porre al centro la sottiletta divisa a metà.
Salare e pepare e con l’aiuto della cartaforno arrotolare il polpettone. Con le mani unte di olio far combaciare bene tutte le parti.
Scaldare la padella con il restante olio, porre il polpettone a rosolare facendolo girare da tutti i lati. Unire quindi la cipolla affettata, il dado sbriciolato e il restante zucchino tagliato a tocchetti. Bagnare con un dl di acqua tiepida e far cuocere a fuoco moderato con coperchio per ca 30 minuti rigirandolo delicatamente di tanto in tanto. Se si asciugasse troppo aggiungere man mano un pochino di acqua.
Servire con i restanti peperoni arrostiti conditi con un filo d’olio, sale, pepe e origano.

Buon appetito

Laura

Gli zucchini incontrano il mare


Lo sò… lo sò… adesso il prezzo non è proprio il più a buon mercato… ma… se una volta ogni tanto si vuol cambiare un pò… magari per primo facciamo una bella pastina in brodo vegetale che è semplice veloce ed economica, e poi deliziamoci con questo secondo…

Ingredienti:
3 zucchini grandi
1 scatoletta di tonno da 160 g
1 uovo
1 cucchiaio abbondante di parmigiano
Olive taggiasche denocciolate sott’olio
1 cucchiaio di capperi sotto sale
4 filetti di acciuga sott’olio
Prezzemolo e maggiorana
1/2 cipolla piccola
Sale e pepe
Pan grattato q.b.
Un filo d’olio d’oliva

Pulire gli zucchini alle estremità, tagliarli nel senso della lunghezza e con l’aiuto di uno scavino asportare quanta più polpa possibile facendo attenzione a non rompere il guscio.
Mettere a bollire una pentola con acqua salata e quando bolle tuffare gli zucchini svuotati e farli cuocere per 3 minuti ca.
Tritare la polpa. Tritare la cipolla e farla rosolare in un cucchiaio d’olio. Unire la polpa salare e pepare. Far asciugare bene.
Sbriciolare il tonno ben sgocciolato, unirvi i capperi dissalati e tritati, le acciughe tritate, la polpa degli zucchini, il prezzemolo tritato, un pò di maggiorana sbriciolata, l’uovo, il parmigiano e pangrattato q.b. in modo da ottenere un ripieno sodo. Regolare di sale se necessario.
Riempire con il composto i gusci che avrete adagiato su una teglia foderata di cartaforno leggermente unta.
Decorare con le olive intere ed infornare a 200° C in forno ventilato fin quando non saranno ben dorati.

Buon appetito

Dice il saggio…


Al contadino non devi far sapere…

Quant’è buono il formaggio con le pere!

Anche se credo che ormai lo sappia già da un pezzo 😂😂😂

Oggi…

Risotto con pere, formaggi e semi di zucca

Ingredienti:

280 g di riso per risotti

1/2 cipolla bianca

Brodo vegetale

20 g di burro

2 sottilette

150 g di formaggetta di pecora

2 pere

60 g di parmigiano grattugiato

Sale e pepe q.b.

Due cucchiai di semi di zucca

Far imbiondire la cipolla tritata nel burro (io aggiungo un pizzico di sale e pepe che contribuisce ad ammorbidirla e ad appassire meglio) unire il riso e farlo tostare. Proseguire la cottura aggiungendo brodo vegetale q.b. come per un normale risotto.

Nel frattempo pelare le pere. Tagliarle a fette e poi a piccoli quadretti avendo cura di tenere qualche fettina da parte per la decorazione.

Tagliare a piccoli quadrettini il formaggio di pecora.

Quando al riso mancheranno ca. 4 minuti di cottura, aggiungervi i quadrettini di pera e formaggio.

Regolare di sale e portare a cottura.

Aggoungere quindi le sottilette e togliere dal fornello. (Per far sciogliere le sottilette basta coprire per un minuto la pentola)

Per completare la mantecatura aggiungere il parmigiano e una generosa macinata di pepe nero.

Impiattare e decorare con le fettine di pera e i semi di zucca.

Buon appetito

Laura

I Biscotti di mia nonna


Siccome questa è la tradizione che si ripete ogni anno in casa mia, mi sembra giusto lasciarvi nuovamente questa ricetta. 

Ingredienti:

3 uovabiscotti

130 g di burro

200 g di zucchero

200 g di mandorle pelate a filetti o intere

100 g di cioccolato fondente a quadretti

½ cucchiaino di cannella

un pizzico di sale

500 g di farina

Impastate tutti gli ingredienti fino ad ottenere una pagnotta compatta. Formate quindi due grossi filoncini lavorando bene la pasta e cercando di compattarla il più possibile mentre formerete due filoncini lunghi ca. 30 cm e larghi ca. 8. Se volete dei biscotti più piccoli potete dividere in tre la pasta e formare altrettanti filoncini.

Poneteli sulla placca foderata con carta forno e infornare a 180° C per 20 minuti.

Fateli intiepidire e quindi tagliateli a fette come se fossero cantucci. Ridisponete i biscotti sulla placca del forno e infornate nuovamente fin quando saranno dorati da entrambe le parti.

Laura

Buone Feste!