I libri per diffondere emozioni


Ci son mille e mille frasi sui libri e l’importanza della lettura…

Potrei continuare all’infinito…

Per questo (molto disinteressatamente 😁) ripropongo per coloro di voi che non l’hanno ancora fatto…

la lettura del mio romanzo.

  • Non è pesante
  • È di facile lettura
  • È dolce e romantico

Potrete rilassarvi…

All’ombra di un bell’albero, in spiaggia, in veranda, in compagnia… ovunque voi desideriate e lasciarvi trasportare dalle sue pagine…

Lo trovate qui:

https://www.lafeltrinelli.it/smartphone/libri/parise-laura/riflessi-noi-4you-only-best/9788899741082

https://www.cinquantuno.it/shop/le-parche-edizioni/4-you-only-the-best-riflessi-di-noi/

https://www.unilibro.it/libri/f/autore/parise_laura

https://m.libreriauniversitaria.it/#!/serie/libri-italiani/le-parche/il-filo-di-cloto

Non avete scuse… 😁 affrettatevi

Laura

Annunci

Romanticamente…


Ho letto un post scientifico su un sito che seguo e mi ha ispirato…  Orme svelate

…Seduti su una panchina ad ammirare il images (1)tramonto… era bastato solo un breve cenno d’intesa per incamminarsi mano nella mano sulla la sabbia ormai tiepida andando incontro alla meravigliosa distesa blu che pian piano si colorava d’oro.

 

images

 

Le dita intrecciate, segno della più totale intimità,  i piedi nudi che affondano nella sabbia, la lieve brezza che scompiglia i capelli e il fruscio calmo e rilassante della risacca del mare, la cornice perfetta per una passeggiata romantica.

 

DownloadOltre loro due, solo poche altre anime romantiche si godevano il lento calare del sole verso la culla del mare.  La pace della sera lo star bene l’uno accanto all’altro anche senza parlare…  delizioso anche il solo stringersi in un abbraccio confortante e pieno di calore.

 

Download (2)Quella sensazione che tutto è proprio come deve essere, lei voltata verso di lui si fermò a guardarlo, buttandogli le braccia al collo “Sento di essere nel posto più bello che ci sia, di avere tutto quello che ho sempre desiderato, mi sento libera, felice, allegra e spensierata” sussurrò scurtandolo negli occhi.

Lui sorrise cingendole la vita, annuendo incapace di esprimere a parole quello che in cuor suo sentiva…

images (6)Niente parole, solo un gesto, il più romantico che possa esserci, lentamente si sporse verso di lei avvicinando le labbra alle sue, accarezzandole la nuca, e stringendosela forte al petto.  Ora era il momento di socchiudere gli occhi, per perdersi tra le sue labbra.

 

Download (3)

 

All’improvviso, buttando la testa all’indietro colta da un’infinita felicità,  lasciò che le labbra di lui proseguissero sul collo, tra un bacio e un altro mentre la rossa palla di fuoco continuava a tingere tutto intorno a se di oro colato, lui la prese tra le braccia e la fece volteggare mentre lei rideva felice.

 

 

images (3)

 

 

Prendi la mia mano, sfiora le mie dita, accarezza le mie gote, stringimi a te e guidami verso di te.

 

images (4)

 

Un accenno di danza, un caschè, una musica che sentivano solo loro e iniziarono un tango sensuale e appassionato.

tango-di-dancing-delle-coppie-al-tramonto-103068392

 

 

Una piroetta, un passo indietro e due in avanti, stretta a lui nella danza più romantica che ci sia.

 

images (5)

Lasciandosi travolgere dalla passione, si ritrovarono poi distesi continuando a sfiorarsi le labbra con gli ultimi raggi che accarezzavano i loro corpi.

Download (1)

 

 

Ancora abbracciati nella sera infuocata ripresero il loro cammino verso la felicità…

 

Non cè niente di meglio che camminare per mano al fianco della persona amata, sentendosi protetta dalle sue braccia, dalla stretta della sua mano che ti infonde forza e coraggio, come se dicesse, io sono qui, ti sorreggerò lungo il nostro cammino, potrai sempre contare sulla mia presenza, sulla mia vicinanza, su di me. Provate a camminare mano nella mano, guardandovi di tanto in tanto negli occhi, sorridendovi, e lasciando che ci scappi anche qualche bacio, sentirete montare dentro di voi un’immensa felicità. E quando il suo braccio vi cingerà le spalle, sarà come se vi toglierà tutto il carico di problemi che vi portate dietro. È una sensazione meravigliosa. Provare per credere.

Laura

fssfdgfaf

 

Silenzio


Una bella giornata di sole…

Intorno tutto un vociare…

Gente che, incurante del prossimo parla ad alta voce e si racconta…

Giorno di festa…

Giorno da dedicare alla vita!

I pensieri, le preoccupazioni, i disagi, per oggi restano chiusi a chiave, a doppia mandata! Verranno rispolverati domani, nel giorno feriale, quel lunedì che tutti non sopportano, forse proprio perchè riporta con i piedi per terra e fà svanire i sogni.

Eppure non tutti sembrano pensarla così.

Silenzio…

Dario e Mirella sembrano tutt’altro che propensi a lasciarsi andare alla leggerezza e leggiadria del momento.

Dario si guarda intorno scocciato da tutta quella, che per lui, è falsa allegria. Sà già che l’indomani tutta quella gente tornerà a disperarsi o per lo meno a far credere agli altri che tutto và male, e che la disperazione regna sovrana tra le mura di quelle famiglie. Se ne lementa e si rinchiude in sè stesso.

Mirella non si cura più di tanto di chi le stà intorno, si guarda in giro leggermente incuriosita, ma… a lei poco importa di come il prossimo vuol vivere la propria vita. Se per poter andare avanti bisogna lottare, forse è anche giusto di tanto in tanto accantonare i brutti pensieri, lasciarli per qualche ora chiusi in un cassetto e godersi, assaporandone ogni istante, quei pochi attimi di serenità che quella bella giornata può regalare.

Silenzio…

Quattro ore seduti uno di fronte all’altro in attesa che le portate si susseguano.

Silenzio…

Il caos in quel ristorante è generale, non vi è una grande organizzazione. Forse i commensali son troppi, forse il personale non è abbastanza o all’altezza, o forse è solo un modo per far consumare più bevande, lasciare il tempo di digerire tra una portata e l’altra, far sì che la gente seduta al tavolo abbia il tempo per rilassarsi e chiacchierare senza lo stress quotidiano dell’orologio che corre… Chissà qual’è la vera strategia.

Quattro ore e 15 parole.

Silenzio…

Dario sguardo perso nel vuoto e la mente nei suoi pensieri. Pensieri che son sempre quelli… sempre uguali sempre pesanti.

Mirella sguardi lanciati quà e là intorno a sè per il disagio di quel silenzio.

Il cervello che macina, cerca di trovare un qualsiasi argomento, anche banale pur di conversare ma… per quanto si sforzi il silenzio del suo compagno la contagia, le toglie ogni gioia ogni allegria. Tamburella sul tavolo con le dita, gioca con le posate, poggia lo sguardo su di lui in attesa di un suo qualsiasi gesto, un sorriso, una parola, il tocco della mano attraverso la tavola, ma niente.

Silenzio…

Man mano le portate si susseguono ma non vengono neppure commentate. Mangiano in

Silenzio…

Non vi è neppure più l’antica galanteria di un tempo quando l’uomo versava da bere alla sua compagna. Ognuno pensa al proprio bicchiere come se al tavolo fosse seduto da solo.

Silenzio…

L’ultima goccia… l’ultimo residuo di pazienza…

Dario si collega al suo cellulare, guarda un video ma non lo condivide.

Mirella si alza spazientita, quattro ore di silenzi… vorrebbe fuggir via, sparire, volatilizzarsi, ma forse Dario non se ne accorgerebbe neppure.

Ha la gentilezza di avvisare che và in bagno, non le sembra carino mollarlo al tavolo senza neppure una parola.

Si rifugia nella toilette. Si sente male, come se si fosse comportata da persona maleducata, odia quel suo silenzio ma non riesce a sfuggirne, spera che quella sua piccola ribbellione lo abbia riscosso. Era decisa a non tornare, ma è più forte di lei, in fondo non hanno mica litigato, non hanno discusso, nessun battibecco, è solo silenzio…

Torna indietro, lui sembra che stia parlando al telefono e invece no… ascolta la musica estraniato da tutto e da tutti

Lei si risiede al suo posto e continua a guardarlo in attesa di un cenno.

Nulla… la musica non è cambiata, continua ad essere di un silenzio assordante.

Laura

La fiera del libro e dell’editoria di Napoli


Grazie a tutti coloro che hanno partecipato, e a coloro che hanno soffermato lo sguardo sui miei lavori.

La difficoltà dell’essere una scrittrice emergente che vive lontano e non sempre può partecipare a questi eventi, riduce ancora di più la possibilità di farsi conoscere ed apprezzare. Ma la volontà non manca… e continuerò a ricordarvi che in un angolino dedicato a chi scrive per passione e con passione, ci sono anch’io #LauraParise con i miei romanzi e le mie ricette.
#4Youonlythebest #Riflessidinoi

La mia cucina vol.1 e vol.2

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1255675447900573&id=738946389573484

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=448608545594104&id=100013348860715

Laura

Quando certi #sogni devono rallentare…


Voglio ancora una volta ringraziare coloro che hanno acquistato il mio romanzo “4-You only the best – Riflessi di noi” lo hanno letto e commentato…

E coloro che su queste pagine, su Facebook e Twitter mi hanno sostenuto condividendo i post pubblicitari da me pubblicati per promuovere la mia opera ed incentivare i lettori all’acquisto della suddetta.

A chi me lo ha chiesto avevo risposto che sì… ci sarebbe stato un secondo capitolo della storia. Che sarebbe stato pubblicato poco prima di Natale, pubblicazione poi slittata ai primi mesi del 2018… e ancora che forse in primavera ci sarebbe stata l’opportunità di una nuova uscita…

Ebbene miei cari lettori, oggi mi vedo costretta ad informarvi che a causa di forze non inerenti alla mia volontà, purtroppo (ma questo si sapeva già da tempo) l’editoria soffre di un collasso sempre più gigantesco… non ci sarà a breve, una nuova uscita.

Cambiano le politiche editoriali, e sono più che comprensibili i bisogni di ogni editore… si deve far quadrare i bilanci… e restare a galla non è affatto facile.

Ma, siccome che io mi ero sbilanciata con voi… mi sembra giusto farvi sapere che:

“Believe in your dream 4ever – vivendo il nostro sogno”

(questo sarebbe stato il titolo del seguito)

resterà al momento un sogno. Il mio sogno di pubblicare un secondo romanzo.

Tenterò in ogni modo, io sono piuttosto cocciuta, di realizzarlo facendolo pubblicare, ma… purtroppo non succederà a breve.

Vi terrò informati… per ora non mi resta che dire ancora

Grazie a tutti voi

Laura

Ogni tanto… #StoriediSguardi


Ogni tanto devo ricordarlo…

Inutile girarci intorno, ci tengo che la mia creatura sia conosciuta da tutti… mi scuso con chi ormai la conosce da tempo e ovviamente ignorerà questo mio post… vi capisco cari amici, la pubblicità ripetitiva non piace granchè a nessuno… ma la pubblicità è l’anima del commercio… per cui…

Storie di sguardi…
Piccoli scorci del mio romanzo…
Un assaggio per coloro che potrebbero aver interesse ad approfondire la cosa acquistandolo sul sito:

oppure scaricandolo in formato e-Book tramite:
https://www.lulu.com/shop/search.ep?keyWords=Laura+parise&type=

Grazie a tutti e buona domenica

Sfarfallio colorato d’amore



Aleggiano dolci parole come il miele 

Son nettare di sentimenti

Galleggiano nell’aria note soavi cuori

Son canzoni d’amore

Svolazzano sensuali baci che si poggiano delicatamente sulle labbra

Son ali di farfalle che si librano nello stomaco

Aleggia, galleggia e svolazza  quell’amore appena nato in uno sfarfallio colorato di passione
Laura 

Questa casa editrice esisterà ancora?


Domani spedirò una raccomandata…

La pubblico perchè sono ormai stufa di essere presa in giro da un personaggio che continua a non farsi trovare, a non rispondere alle mie numerosissime richieste di spiegazioni. Purtroppo credo che se ne approfitti del fatto che io non risiedo in Italia, e creda di poter fare il bello e il cattivo tempo come più gli piace. Se qualcuno di voi, cari lettori e colleghi scrittori, ha qualche suggerimento da darmi in merito, sarò lieta di leggerlo e nel caso di metterlo in pratica. Adesso sono davvero stanca!!  Ma nonostante tutto mi sembra di esser stata comunque piuttosto educata…                                                                                             raccEgregio Signor Bossotto,

Dopo le innumerevoli Mail da me inviate al Suo indirizzo di posta elettronica (sognoedizioni@gmail.com) e sms al Suo recapito telefonico, tento ancora una volta di raggiungerla con questa mia, con la speranza di ottenere una Sua cortese risposta e Le porgo una domanda più che lecita: esiste ancora la casa editrice Sogno Edizioni?

Da tempo ho inviato regolare disdetta del contratto di edizione dell’opera nominata “Unrequited love” e ad oggi continuo a trovare l’opera disponibile sul mercato. Come da contratto, da Lei per altro mai rispettato, avrei avuto il diritto di conoscenza delle copie da Lei vendute in tutti gli anni di pubblicazione, conoscenza della quale ad oggi, dopo ben sette anni dalla firma di tale contratto, e cinque dalla pubblicazione, non ho mai avuto.

Da oltre un anno, la Sua casa editrice “Sogno Edizioni” ha inoltre pubblicato una mia seconda opera nominata “Il calcio… passione anche al femminile” anche di questa opera non ho avuto la benché minima conoscenza di quante copie sono state realmente vendute.

Ho provveduto più e più volte, come già detto a cercare di contattarla per avere delucidazioni in merito. Purtroppo ogni mia richiesta è stata vana.

In possesso della Sua casa editrice “Sogno Edizioni” si trova inoltre una mia terza opera nominata “Ascoltando il tuo cuore” che in base ai suoi proclami avrebbe dovuto essere pubblicata nel mese di ottobre 2017. Da allora non ho avuto notizia alcuna neppure per quanto riguarda questa opera nonostante Lei mi abbia dato il là per iniziarne la pubblicità.

Il suo metodo lavorativo, e la mancanza di serietà nei miei confronti, mi ha costretta più e più volte a tentare di rescindere ogni contratto con la Sua casa editrice. Ma anche questi miei tentativi non hanno ricevuto risposta alcuna. Dovrò forse rivolgermi ad un avvocato per ri-ottenere il diritto delle mie opere?

Le chiedo pertanto tramite questa mia di volermi una volta per tutte chiarire la Sua posizione in merito e di rescindere tutti i contratti tra la Sua casa editrice “Sogno Edizioni” e la mia persona.

In fiduciosa attesa, porgo

Cordiali saluti                                                                                                             Laura Parise

 

art-drawing-fashion-fashion-illustration-girl-Favim.com-277171

♡ Abbracci ♡


Avvicinati

Avvicinati a me quel tanto che basta per perdermi in te
quel tanto che basta perchè possa galleggiare in quelle due pozze smeraldo che m’osservano innamorate

Stringimi

Stringimi quel tanto che basta per fondermi con te
e sentire la sinfonia dei battiti del tuo cuore

Avvolgimi

Avvolgimi con le tue braccia
così che io mi senta protetta e il calore del nostro amore riscaldi i nostri corpi

Avvicinati avvolgimi e stringimi

nel tuo caldo abbraccio!

Laura

Caramelle di zucchero


Abbiamo tutti un modo personalissimo di interpretare ed esternare i vari stati d’animo, 451c’è chi si chiude in se stesso e non spiccica parola, chi al contrario vuole a tutti i costi esternare, raccontare. Chi si sfoga con chiunque gli capita a tiro, chi invece sceglie con cura le persone a cui confidare dei propri disagi. Chi ama chiedere e informarsi con il rischio di far la figura dell’impiccione, e chi al contrario aspetta d’essere informato, ma che a questo punto fà sicuramente la figura dell’indifferente. Chi sà ascoltare e intergire, e chi fà finta di ascoltare, ma pensa ai fatti propri.

 

leo 2

leo

Quando hai un problema però hai solo bisogno di una persona amica

Una persona che ti conosce: ti stà vicino, ti coccola, magari di strapazza anche un pò, ti dice di tutto, e che se anche tu reagisci male non si offende, non mette il muso, non sparisce dalla tua vita. Sono proprio quelle le persone veramente amiche, quelle che ti vogliono bene così come sei, capaci di sopportare tutti i tuoi stati d’animo, che accettano le lodi e le critiche senza se e senza ma, che comprendono nonostante tu li abbia trattati male, usati come punchingball, come raccoglitore di tutti i tuoi disagi. Sanno che non lo facevi per ferirli, ma solo perchè sapevi che con loro potevi sfogare tutto il tuo dolore, tutta la tua rabbia, tutto il tuo malessere, o perchè no, anche tutta la tua gioia. 454Dicono di conoscerti, di sapere come sei fatto e non ti mollano. Ti stanno accanto sempre e comunque, nel momento della felicità sono i primi che gioiscono con te. Fanno festa, godono della tua gioia e ne fanno la loro, mentre nel momento della tristezza sopportano i tuoi piagnistei, i tuoi malumori, ascoltano lo stesso racconto più e più volte, ti cercano spesso durante la giornata, non ti lasciano mai solo. Con loro sai che se hai voglia di sfogarti lo puoi fare, ti offorno una spalla su cui piangere e un abbraccio dove rifugiarti. Certo ti vorrebbero allegra e spensierata, ti vorrebbero veder reagire, rimboccare le maniche, e combattere, e se ne inventano di tutti i colori, provano a spronarti, a consigliarti, ma mai e poi mai ti abbandonano nonostante tu ti stia corgiolando nel tuo malessere. Cercano di farti sorridere e distrarre, 25649685ma non ti accusano mai di essere insensibile e menefreghista se in quel momento tu non hai voglia di distrarti, di pensare o parlare di futilità. Non ti rinfacciano il tempo che perdono in tua compagnia, o quello che sottraggono a momenti della loro vita. Nonostante la loro vita sia altrettanto incasinata, stressata e piena d’impegni, non ti faranno mai pesare quello che al momento stanno facendo per te.

E poi ci son persone che credono che tutto debba ruotare a secondo dei loro canoni, delle loro esigenze, dei loro punti di vista. Che se perdono tempo con te, è giusto fartelo notare, rammentarti che anche loro hanno la loro vita, i loro problemi e i loro stress!! Si offendono se non hai voglia di ridere o scherzare, di parlare di argomenti futili, se non puoi essere diverso da come sei, se la tua indole è differente. Ti fanno notare che sei diventato monotono, che non parli d’altro, che nonostante loro ti abbiano dato mille e mille consigli tu non ne hai seguito neppure uno…

You-Are-My-Person-Greys-Anatomy

Un giorno dicono di volerti bene, di essere “la tua persona” e poi tutto ad un tratto  si offendono e spariscono, non ti cercano più, si dimenticano forse perfino che esisti perchè…

Perchè hai dato loro la risposta sbagliata. Perchè mentre la tua vita crolla in mille pezzi, tutto quello che avevi si stà frantumando davanti ai tuoi occhi, stai cercando di cambiare la tua vita, e di intraprenderne una nuova nonostante le mille difficoltà che ti si parano davanti, ti senti confusa, a pezzi, incerta, un momento sicura di procedere con la tua decisione, un altro ti sembra di star commettendo un grosso errore. Non sai come sarà il tuo futuro, tutto è buio e incerto difronte a te. E allora quando ti senti dire:

  • Non credere di essere l’unica persona sulla faccia della terra ad avere problemi. Cosa credi? Anche io sono stressata, corro a destra e sinistra, il lavoro, la casa, i figli, la spesa… ma cerco lo stesso di ritagliarmi degli spazi per far due chiacchiere con te nonostante abbia mille cose da fare, e tu con cosa mi ricambi? Con risposte stringate, non stai attenta a quanto dico, non t’interessi più alle cose che avevamo in comune…

rispondi che

  • Credimi se ti dico che, i tuoi problemi in confronto ai miei, sono come caramelle di zucchero!

_data_cat_img_caramelle-e-cioccolata-1_jpg_rw_1170

Laura