Ma quanti libri hai?


Tenendo presente che i #libri non sono mai troppi…

Ciao a tutti

oggi non vi parlerò dei libri che ho scritto, ma di quelli che ho collezionato prendendo spunto dal blog dell’amica Teresa che ha postato un nuovo tema per il suo #fibmondaychallenge se siete interessati cliccate qui Libreria

Chiede a chi la segue, di poter curiosare nelle loro librerie, vedere come hanno sistemato gli amati libri, e poter magari prender spunto…

Difficile, o forse no, (io in ogni caso non ci sono riuscita, e se qualcuno di voi sà come si fà… beh… passatemi la dritta!!!) inserire la foto nella risposta al suo post, e così ho raccolto la sua sfida e il suo consiglio ed ecco qui il mio post con la foto della mia libreria

20170709_182205in verità non sono proprio tutti… ne ho ancora altri stipati in altre due librerie, senza contare quelli che ho letto presi in prestito dalle amiche e quelli che ho prestato e haimè… dolore tremendo!!! non son più tornati indietro.

Questo che vedete è il mio sancta sanctorum, l’angolo con la libreria e sotto con il mio pc, la mia amata tastiera, il posto dove mi raccolgo e lascio vagare libere le mie dita… magari non avrete letto quello che ho letto io… qui sotto la mia raccolta più o meno completa e non propriamente in ordine cronologico

ma potreste leggere quel che scrivo… 😉

4-you only the best – Riflessi di noi

La mia cucina vol. 1 e vol. 2

Il calcio… passione anche al femminile  disponibile solo in formato e-Book

Vi auguro buona serata

Laura

L’intervista al salone di Torino


Ciao a tutti

ecco che si profila per voi un ulteriore bombardamento da parte mia 🙂 🙂 🙂

Ora non solo vedrete la mia faccia, ma sentirete anche la mia voce… poverini voi…

Ma… non mi dilungo in parole,  lo farà per me il video.

Grazie in anticipo per i vostri commenti

Non siate troppo buoni 😉

Laura

 

Un paesaggio impervio


Buonasera a tutti amici blogger.

Oggi ho partecipato ad una gita spettacolare nel parco Nazionale delle isole Canarie al centro del quale sorge il vulcano Teide. 

La varietà delle rocce vulcaniche, il paesaggio selvaggio e impervio, per non parlare della particolare flora mi hanno lasciata senza parole. Guardate un pò questa pianta, che cresce solo su quest’isola

Si chiama Planta Blanca. Che una volta sfiorita diventa completamente bianca. Qualcuno di voi la conosce?

E i pini con la corteccia nera, dicono che sia nera per via di un grosso incendio… essendo una qualità molto robusta, hanno resistito al fuoco e mantenuto il centro della pianta riparato. Dopo un paio di anni, non è stato necessario abbatterli perchè si sono riprodotti autonomamente (non è perfetta perchè presa durante il viaggio)

E poi ovviamente durante la gita ho visto ettari ed ettari di piantagioni di banane, che qui sono una varietà particolare molto più piccole e dolci rispetto a quelle a cui siamo noi abituati Come tralasciare poi le altre varietà della comunque ricca flora? Certo queste di seguito sono per noi più comuni… ma sempre bellissime 

E per finire un panorama dall’alto con il mio amato mare…

Spero di avervi allietato…
Buona serata a tutti Laura

Tutto quello che hai nel cuore


Un incontro che poteva sembrare scritto dal destino, chi lo avrebbe mai immaginato? Non si aspettava certo di incontrarlo così l’amore della sua vita! D’inciampare così nella donna che gli avrebbe cambiato la vita…

Eppure era accaduto, si era ritrovato a leggere quelle righe, a guardare quella foto e il suo cuore aveva perso un battito, e poi un’altro ancora, fino a cominciare a martellargli in petto, sempre più velocemente, ad aumentargli la pressione e a fargli desiderare di incontrarla il più presto possibile. Ma come fare? Come poteva sperare che anche lei provasse i suoi stessi sentimenti, che si innamorasse di lui.

Gli scappava quasi da ridere per l’assurdità delle sue speranze. Eppure ne era certo, quella era la sua donna, la donna che lui aveva cercato da sempre. Non poteva essere altrimenti, sentiva nel suo cuore che lei, e solo lei, lo avrebbe completato.

Quante belle donne aveva incontrato in vita sua, alcune solo sfiorate, altre possedute, ma nessuna di loro aveva mai incatenato il suo cuore, nessuna di loro gli era mai entrata dentro come era accaduto con lei. C’erano stati amori giovanili, quelli che non si dimenticano e ti restano dentro, ma erano amori diversi, freschi, quando ancora la vita ti ha solo sfiorato… Questo che sentiva di provare ora, era qualcosa di assolutamente unico. Un tempo si preoccupava dell’aspetto esteriore, ma la confezione non sempre è all’altezza del contenuto e viceversa. Ora quello che gli importava davvero era tutto quello che c’è nel cuore!

E lei nel cuore aveva tanta dolcezza, tanto amore da dare, tanta bontà… Lui lo aveva intuito da subito, e poi… quando aveva iniziato a parlare con lei, e ad ogni conversazione cresceva in lui la consapevolezza, di aver trovato la sua anima gemella.

Non poteva essere altrimenti. Ma lei, era restia, si ritraeva, non si lasciava andare, e lui aveva il terrore folle di perderla, voleva esserle sopratutto amico, confidente, starle vicino in qualsiasi modo, si sarebbe accontentato anche di non averla, forse… era abituato a dare mai a ricevere; e ora si sentiva già fortunato così… gli sembrava di aver ricevuto un regalo inestimabile, ma…

Aveva continuato a corteggiarla con dolcezza, con delicatezza senza mai esagerare. Temeva di vederla scappar via. Si era aperto a lei come forse non aveva mai fatto in vita sua con nessun altro, le aveva non solo regalato il suo cuore, ma la sua anima, il suo essere. E questa sua tenacia, questo suo desiderio di farsi conoscere ancora prima di incontrarsi, quel suo essere dolce, gentile, romantico, a volte ruvido, ma sempre sincero e con il cuore in mano, pian piano l’aveva conquistata.

tumblr_oncv7qfDBp1vlvytto1_500Il destino con lui fino ad allora non era stato generoso, ma adesso non poteva far altro che ringraziarlo per avergli fatto questo dono.

by Laura

#Ilpiaceredellalettura


Un’amica mi ha detto:

“ho la libreria stracolma, non sò davvero più dove mettere i volumi che acquisto, così volente o nolente ho dovuto arrangiarmi diversamente, siccome il piacere della lettura è così grande, che non potrei proprio farne a meno, ho dovuto trovare la soluzione più ovvia! Passare al formato elettronico”

Tutto questo solo due giorni fà… mi ha inviato queste foto

lei li divora letteralmente i libri… e oggi mi ha lasciato questo messaggio:

Bibi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

cosa posso dire dopo questo… Ve ne faccio partecipi e taccio…

Buona serata Laura

ecco il link dove, nel caso foste interessati potete scaricarlo

https://sellfy.com/p/qwFx/

 

Ancora non ti dirò…


Quando tutto sembra che possa cambiare, che il passato possa essere sepolto e lasciato finalmente morire, ecco che riaffiora inesorabile e ti trascina in una spirale di contraddizioni. I se e i ma tornano prepotenti ad affacciarsi, a riempire l’oggi di mille dubbi.

Se tutto fosse facile come fanno vedere nei film, l’avrebbe già raggiunto, non si sarebbe lasciata sfuggire l’occasione.

Chi non desidera di essere amato incondizionatamente? Chi non vorrebbe sentisi dire quelle dolci parole, cedere alle promesse, e vivere senza pensare al resto? Eliminare i pensieri, lasciarsi solo trasportare dalle emozioni, tenersi per mano e passeggiare in riva al mare, cenare a lume di candela, sorridersi, baciarsi, scoprirsi e fare l’amore fino a non avere più energie in corpo. Vivere praticamente in un sogno lontano da tutto e da tutti.

Peccato che poi ci siano i risvegli. E non sempre i risvegli portano alla continuazione dell’estasi. A volte son bruschi, come quando ti rovesciano un secchio di acqua gelata in testa. E quando uno ha già patito, sofferto, rinunciato, si è sentito oppresso dalle responsabilità e dal non poter più tornare indietro, dal non avere la possibilità di far altro che proseguire su quella strada che alla fin fine non era quella che aveva immaginato e aveva sognato per il suo futuro, allora diventa cauto, non si lancia più in avventure folli. Si adegua a vivere in quel limbo tranquillo perchè non è in grado di soffrire ancora. Può sembrare insensibile, può forse perdere qualcosa di veramente prezioso, ma chi ha il coraggio di biasimarlo? Certo si può parlare di codardia, o di follia. C’è chi non si pone il problema, ferisce, senza remore, prende e arraffa tutto quello che gli viene offerto e anche di più, pretende e si sente in dovere poi di mollare senza una spiegazione. Ma c’è anche chi, al contrario nel suo cuore sanguina e soffre perchè vorrebbe trovare la soluzione giusta per entrambi, quella che non penalizzi nessuno. Non vorrebbe mai procurare dolore a colui a cui vuole bene con tutto il cuore. E allora tentenna, sommerso dai dubbi, dalle paure, dalle preoccupazioni, non si lascia andare perchè non sà. Potrebbe essere giusto o sbagliato, potrebbe essere amore o solo affetto. Una volta detto ti amo non si può tornare indietro, non si può dire “oh scusa mi son sbagliato”. E capire se l’affetto sia anche amore non è semplice, non lo si può decifrare attraverso lettere appassionate, scambi di telefonate, nessuno è un robot, ognuno ha quelle corde sensibili, che se toccate a dovere vibrano di passione. Ma in una coppia ci vuol il contatto, contatto umano prima ancora che fisico. Guardare in faccia l’altra persona, guardarla negli occhi, abbracciarla, ascoltare la sua voce, sentire il suo profumo, e solo allora, percepire dentro il cuore quali che siano i sentimenti che colui o colei ti accende, non basta una foto, un’immagine statica che ti guarda ma da lontano.

Ci sono sbagli, nella vita, che si possono commettere anche a cuor leggero, ai quali si può trovare un rimedio, ma non si può sbagliare sui sentimenti, non si può essere frettolosi e rischiare di ferire un cuore che forse di ferite ne ha già subite tante, è rattoppato, e tenuto insieme dalla speranza di questo nuovo amore.

E lei tutto questo lo sà, ne è consapevole, e si strugge al pensiero di cosa le riserverà il futuro…

Laura

Leggere


Non posso far a meno di riebloggare questo articolo dell’amico Gigi. l’ho già commentato sul suo blog dicendo che amo quanto ha scritto…
Molto gentilmente lui mi ha concesso tutti i diritti… Leggendo il suo articolo mi è sembrato come se lo avessi scritto io, perchè concordo in ogni parola, in ogni virgola, in ogni puntualizzazione in tutto quanto. Per me che amo scrivere, ma amo anche leggere, e i libri di carta sono da sempre e per sempre (non me ne vogliano i miei editori, sopratutto quello che mi edita solo in formato elettronico) i miei preferiti, questo articolo è davvero il miglior modo per promuovere la lettura, per far capire al mondo come noi lettori ci sentiamo quando voltiamo le pagine di un libro, e a volte a malincuore far loro la classica orecchia perchè manca il segnalibro…segnalibro (per fortuna io porto sempre con me il mio segnalibri… un bel cuore… mi sembra adattissimo per l’amore che ho verso i libri) di come sia meraviglioso lasciarsi cullare dalle parole che danzano davanti ai tuoi occhi! Il suo articolo mi sembra miglior promozione pubblicitaria per un libro! Grande Gigi!!!

 

Qui a lato il mio segnalibro…

gecolife

E’ meraviglioso e magico perdersi tra le righe di un libro stampato. Accarezzarne le pagine, sentirne la consistenza magari sottolineando con un vecchio lapis spuntato quelle frasi che colpiscono l’animo, che senti tue come se il suo autore stesse davvero parlando a te in quel momento. Annusare quell’inconfondibile odore di stampa e inchiostro, lasciando libera la mente nei luoghi e nelle idee del contesto, immaginandoseli come se fossi un invisibile spettatore invitato a quello spettacolo.
Leggere quelle parole e poi chiudere gli occhi per rivivere, in modo del tutto personale ed irripetibile, le mosse e i luoghi dei protagonisti, i loro sguardi, le loro sensazioni. Le parole scritte sono armi potenti in grado di toccare le corde dei sensi e creano nella fantasia luoghi e personaggi facendoteli immaginare, amare o odiare come se fossi lì. E’ meglio di un film, un film lo puoi guardare solo passivamente, è lui che…

View original post 171 altre parole

Un raggio di sole e poi il buio…


Un raggio di sole entrò nella stanza attraverso la finestra… lei chiuse gli occhi assaporandone la calda carezza. Il profumo del mare le riempì le narici, il giorno stava volgendo al termine, il tramonto, quella palla rosso fuoco che pian piano si fondeva all’orizzonte tuffandosi nelle acque era uno spettacolo talmente affascinante che ogni volta rinnovava la sua meraviglia.

Quel lieve tocco caldo sulla pelle la fece fremere, era ancora troppo vivo il ricordo delle sue carezze, il respiro caldo dei suo baci…

poesiaRipassò ancora una volta mentalmente la poesia che tanto amava, quei versi che lui le aveva letto mentre, distesi sulla spiaggia con le spalle appoggiate alla roccia, contemplavano il calare del sole. L’aveva imparata a memoria…

La sua mente non potè fare a meno di ritornare indietro nel tempo… ancora sentiva le braccia forti di lui che l’avevano stretta forte a sè per infonderle calore, proprio mentre il giorno stava lasciando il posto alla notte e lei aveva avuto un brivido di freddo. Era diventato buio. Il sole che fino a pochi istanti prima riscaldava e illuminava la spiaggia era sparito pian piano, nel giro di pochissimo erano stati avvolti dall’oscurità e dall’aria fresca della notte. In cielo avevano cominciato ad accendersi le stelle. Ma la luna quella notte non c’era.

tumblr_static_tumblr_static_3ng1uzlss2uccsksgg8s0oow8_640Prese un fiammifero, l’accese e le rischisciarò il volto, per un istante… soffiò quindi sulla fiamella e lasciò che l’oscurità li avvolgesse ancora una volta.

La strinse ancora più forte a sè baciandola dolcemente. Era una notte senza luna, ma lui era la sua luna, le sue stelle, il suo sole e la sua vita. Lui era tutto, un pò di più, un pò di più di tutto…

Laura

 

Leggendo….


Evviva! Non posso far a meno di esultare e sopratutto ringraziare la blogger cuorerotante per avermi letta e sopratutto recensita con tale sincerità da lasciarmi quasi a corto di parole!

 

cuoreruotante

La scorsa settimana ho acquistato il libro di Laura ( qui il suo blog ) e, con particolare attenzione, mi sono impegnata nella lettura, consapevole del fatto che avrei dovuto dare un’opinione precisa, diretta e onesta.

Questa è la copertina:

riflessi-di-noi

Trama:

Una donna innamorata è capace di molte cose… si mette in gioco e rischia tutto per amore, si adegua anche a vivere due vite parallele per l’uomo che le fa battere forte il cuore; ma lui, è capace di fare altrettanto? Amanda e Mac lavorano nello stesso istituto: si conoscono ormai da vari anni e sono diventati molto amici. Lei ha un compagno con cui convive da parecchio tempo, mentre lui è sposato ed è diventato papà di un meraviglioso bambino. La loro amicizia si trasforma quasi subito in un sentimento d’amore: in un qualcosa d’inimmaginabile. Lo stretto contatto che i due hanno nell’ambito lavorativo li porta a flirtare…

View original post 378 altre parole

Amanda…


Nei miei silenzi c’è un gran rumore… Dopo ogni frase d’amore letta o storia romantica vista in tv, dopo ogni canzone ascoltata, lei la paragonava al loro rapporto, alla loro storia impossibile: quel sogno che sperava di vivere…
“Riflessi di Noi” di Laura Parise
https://sellfy.com/p/qwFx/

16864471_964967543638033_5962938232612817292_n