Quando certi #sogni devono rallentare…


Voglio ancora una volta ringraziare coloro che hanno acquistato il mio romanzo “4-You only the best – Riflessi di noi” lo hanno letto e commentato…

E coloro che su queste pagine, su Facebook e Twitter mi hanno sostenuto condividendo i post pubblicitari da me pubblicati per promuovere la mia opera ed incentivare i lettori all’acquisto della suddetta.

A chi me lo ha chiesto avevo risposto che sì… ci sarebbe stato un secondo capitolo della storia. Che sarebbe stato pubblicato poco prima di Natale, pubblicazione poi slittata ai primi mesi del 2018… e ancora che forse in primavera ci sarebbe stata l’opportunità di una nuova uscita…

Ebbene miei cari lettori, oggi mi vedo costretta ad informarvi che a causa di forze non inerenti alla mia volontà, purtroppo (ma questo si sapeva già da tempo) l’editoria soffre di un collasso sempre più gigantesco… non ci sarà a breve, una nuova uscita.

Cambiano le politiche editoriali, e sono più che comprensibili i bisogni di ogni editore… si deve far quadrare i bilanci… e restare a galla non è affatto facile.

Ma, siccome che io mi ero sbilanciata con voi… mi sembra giusto farvi sapere che:

“Believe in your dream 4ever – vivendo il nostro sogno”

(questo sarebbe stato il titolo del seguito)

resterà al momento un sogno. Il mio sogno di pubblicare un secondo romanzo.

Tenterò in ogni modo, io sono piuttosto cocciuta, di realizzarlo facendolo pubblicare, ma… purtroppo non succederà a breve.

Vi terrò informati… per ora non mi resta che dire ancora

Grazie a tutti voi

Laura

Annunci

Ogni tanto… #StoriediSguardi


Ogni tanto devo ricordarlo…

Inutile girarci intorno, ci tengo che la mia creatura sia conosciuta da tutti… mi scuso con chi ormai la conosce da tempo e ovviamente ignorerà questo mio post… vi capisco cari amici, la pubblicità ripetitiva non piace granchè a nessuno… ma la pubblicità è l’anima del commercio… per cui…

Storie di sguardi…
Piccoli scorci del mio romanzo…
Un assaggio per coloro che potrebbero aver interesse ad approfondire la cosa acquistandolo sul sito:

oppure scaricandolo in formato e-Book tramite:
https://www.lulu.com/shop/search.ep?keyWords=Laura+parise&type=

Grazie a tutti e buona domenica

Questa casa editrice esisterà ancora?


Domani spedirò una raccomandata…

La pubblico perchè sono ormai stufa di essere presa in giro da un personaggio che continua a non farsi trovare, a non rispondere alle mie numerosissime richieste di spiegazioni. Purtroppo credo che se ne approfitti del fatto che io non risiedo in Italia, e creda di poter fare il bello e il cattivo tempo come più gli piace. Se qualcuno di voi, cari lettori e colleghi scrittori, ha qualche suggerimento da darmi in merito, sarò lieta di leggerlo e nel caso di metterlo in pratica. Adesso sono davvero stanca!!  Ma nonostante tutto mi sembra di esser stata comunque piuttosto educata…                                                                                             raccEgregio Signor Bossotto,

Dopo le innumerevoli Mail da me inviate al Suo indirizzo di posta elettronica (sognoedizioni@gmail.com) e sms al Suo recapito telefonico, tento ancora una volta di raggiungerla con questa mia, con la speranza di ottenere una Sua cortese risposta e Le porgo una domanda più che lecita: esiste ancora la casa editrice Sogno Edizioni?

Da tempo ho inviato regolare disdetta del contratto di edizione dell’opera nominata “Unrequited love” e ad oggi continuo a trovare l’opera disponibile sul mercato. Come da contratto, da Lei per altro mai rispettato, avrei avuto il diritto di conoscenza delle copie da Lei vendute in tutti gli anni di pubblicazione, conoscenza della quale ad oggi, dopo ben sette anni dalla firma di tale contratto, e cinque dalla pubblicazione, non ho mai avuto.

Da oltre un anno, la Sua casa editrice “Sogno Edizioni” ha inoltre pubblicato una mia seconda opera nominata “Il calcio… passione anche al femminile” anche di questa opera non ho avuto la benché minima conoscenza di quante copie sono state realmente vendute.

Ho provveduto più e più volte, come già detto a cercare di contattarla per avere delucidazioni in merito. Purtroppo ogni mia richiesta è stata vana.

In possesso della Sua casa editrice “Sogno Edizioni” si trova inoltre una mia terza opera nominata “Ascoltando il tuo cuore” che in base ai suoi proclami avrebbe dovuto essere pubblicata nel mese di ottobre 2017. Da allora non ho avuto notizia alcuna neppure per quanto riguarda questa opera nonostante Lei mi abbia dato il là per iniziarne la pubblicità.

Il suo metodo lavorativo, e la mancanza di serietà nei miei confronti, mi ha costretta più e più volte a tentare di rescindere ogni contratto con la Sua casa editrice. Ma anche questi miei tentativi non hanno ricevuto risposta alcuna. Dovrò forse rivolgermi ad un avvocato per ri-ottenere il diritto delle mie opere?

Le chiedo pertanto tramite questa mia di volermi una volta per tutte chiarire la Sua posizione in merito e di rescindere tutti i contratti tra la Sua casa editrice “Sogno Edizioni” e la mia persona.

In fiduciosa attesa, porgo

Cordiali saluti                                                                                                             Laura Parise

 

art-drawing-fashion-fashion-illustration-girl-Favim.com-277171

Stelle… Stelle cadenti…


Stelle… milioni di luccicanti puntini che costellano il manto di velluto scuro nelle notti in cui la luna si nasconde e lascia loro spazio e visibilità. Non solo nella notte di San Lorenzo… ma anche a Dicembre… 

Ascoltatrici di mille pensieri, di deisderi espressi nel momento in cui una di loro scivola lentamente su quel velluto e lascia la sua scia… noi romantici le chiamiamo stelle cadenti, Perseidi ad Agosto, Geninidi a Dicembre per chi studia i loro movimenti…

Come cospiratrici fanno da spettatrici ai momenti magici degli innamorati.

 

Scritto nelle stelle?

Guidava con un occhio alla strada ed un altro alle stelle che punteggiavano il cielo vellutato in quella notte gelida… Solo il ronzio del motore le faceva compagnia, mentre le ruote rotolavano veloci sull’asfalto, il cuore in tumulto, la mente piena di domande e di pensieri297674. Milioni di occhi brillanti puntati su di lei, la scrutavano, cercavano di radunare i suoi pensieri sussurrandole tenere parole. Quelle parole che aveva sentite più volte e che anelava di sentire ancora e ancora… parole che non le danzavano solo nel  cuore, ma le continuavano a rimbombare nella testa nonostante fossero imprigionate da un silenzio assordante.

strada_notte

La strada era deserta e buia, lluminata solo dai fari dell’auto che continuava la sua corsa verso la speranza. Non c’era la luna, quella notte, ella nascondeva la sua bellezza,  non le sorrideva, aveva lasciato alle stelle il compito di illuminarle  il volto rigato di lacrime.

 

Dietro ogni curva la speranza di cancellare quelle parole che le avevano straziato il cuore e graffiato l’anima.

x-006Guidava e mangiava chilometri uno dietro l’altro continuando a porsi sempre lo stesso interrogativo “perchè?” Non badava alla velocità, non le importava, era importante arrivare il più presto possibile. Doveva togliersi quell’interrogativo dal cuore.

Una muta preghiera, quasi senza accorgersene rivolta a qualche entità superiore, a qualcuno che potesse mostrarle quale fosse la strada migliore per penetrare quel buio, quel desiderio di solitudine che lui le aveva manifestato ma, che lei non riusciva a comprendere.

Voleva a tutti i costi trovare le parole giuste per far breccia in quella coltre di amarezza, di pessimismo che ormai gli aveva invaso il cuore e gli faceva credere di non aver più diritto di sognare un futuro sereno.

Accellerando e macinando chilometri voleva colmare quella distanza che ormai, ne era certa, non poteva più lasciare che vi fosse tra i loro cuori. Un sospiro, forse una folata di vento, o forse era solo il ricordo dei suoi sospiri che in quel momento l’avvolgevano le fecero tremare l’anima.

20121916327_carezza

 

Chiuse gli occhi, e lui era lì, come sempre, dietro le sue palpebre. Il suo sorriso le face fremere il cuore. La sua voce le parlò ancora una volta, la sentì nitidamente nel cuore e nell’anima. E nitdo le apparve il ricordo del loro ultimo bacio.

“Ti porto nel cuore” erano le parole che lui le aveva detto… e quelle parole avevano per lei un signifigato importante, erano la certezza che quel sentimento non sarebbe mai e poi mai svanito.

Una sensazione di pace l’aveva avvolta. Quelle preghiere rivolte a, non sapeva neppure lei bene a chi, dovevano aver sortito un qualche effetto, perchè qualcosa o qualcuno le aveva accolte, le aveva ascoltate. Si era sentita nuovamente tranquilla e serena. In quel momento sentiva che era inutile proseguire la sua corsa nella notte e procedere in quel viaggio che probabilmente si sarebbe rivelato un grosso errore. Doveva tornare indietro, non era una rinuncia la sua, non vi avrebbe rinunciato mai a quell’amore. Era solo al consapevolezza che qualcuno o qualcosa aveva raccolto la sua preghiera e le dava la certezza che presto tutto quel dolore si sarebbe trasformato in gioia.

Nel cielo le stelle continuavano a brillare per lei, ad illuminarle il cammino.  perseid2Quegli occhi luminosi puntati su di lei la rassicuravano, le dicevano che sì… un giorno… sarebbero stati testimoni della loro unione, perchè il loro incontro era scritto nelle stelle… ed ecco che una di loro aveva deciso di farle un regalo… si era staccata dal cielo ed era scivolata giù lasciando una scia luminosa. Stupita l’aveva guardata correre per poi scomparire. “Lascio a te il mio pensiero…” le disse “forse riuscirai con la tua luce a penetrare nella sua oscurità, gli mostrerai la via illuminandogli il cammino fino a raggiungermi. Riportalo a me”.

Gli avrebbe portato il suo messaggio? Sarebbe stata cospiratrice di quell’amore?

fgadgv

Laura

 

Buone Feste


by Laura

Delusione… stupore… malizia…


Sul volto di Amanda si alternarono la delusione e poi lo stupore:

“Mac, non dirmi che avresti preferito essere il solo invitato!”

Gli sorridevano perfino gli occhi, con quel suo sguardo malizioso che voleva dire tante cose e che prometteva quello che la bocca non diceva, mentre sussurrò:

“Sii…”.

Il cuore di Amanda aveva perso un colpo, nello stesso tempo si sentiva felice e imbarazzata, avrebbe tanto voluto poter cancellare l’ex collega e dirgli:

“Allora vieni, saremo solo noi due”.

Non poteva, non se la sentiva di essere così esplicita, nonostante lo desiderasse tanto, doveva a tutti i costi trovare una via di scampo e dargli anche una risposta. Aveva così optato per una sorta di spiritosaggine, pudica e imbarazzata, e gli aveva dato sulla testa il foglio che aveva tra le mani, come per sgridarlo dell’idea che lui si era fatto:

“Sei un ragazzaccio, volevi davvero che fossimo solo noi due?”

E lui, coprendosi la testa con le mani per non ricevere un’ulteriore attacco, si allontanò e poi ridacchiando disse:

“Si avrei preferito…”.

Era rimasta a bocca aperta e non sapeva davvero cosa altro rispondere, le sembrava una dichiarazione talmente esplicita, ma nello stesso tempo cosa aveva ottenuto? Mentre lui scendeva le scale gli disse:

“Allora, alla prossima…”.

Lui le aveva sorriso e andandosene le augurò il buon fine settimana, lasciandola lì con la voglia di corrergli dietro.

Le notti…


Non ho potuto farne a meno… devo assolutamente divulgare questo pensiero perchè mi ha colpito come una carezza, come se lo avessi pensato io…

Cito ovviamente il blogger che lo ha scritto, perchè è il minimo che io possa fare per ringraziarlo di questa suo bellissimo pensiero. Grazie  Walter

notti

Non devo aggiunger altro…

Laura

Tra le pagine di un libro..


Quando sfogliando le pagine di un libro trovi una storia che ti appassiona, che ti prende che ti colpisce a tal punto che ti senti talmente partecipe da non riuscire a smettere di pensarci, ti senti stranito, non ti sembra possibile che un’altra mente abbia partorito quello che in realtà senti che stà accadendo dentro di te.

Possibile che ci sia qualcuno che abbia vissuto le tue stesse ansie, le tue stesse paure, le tue stesse preoccupazioni, i tuoi disagi, i tuoi malumori, le tue sensazioni, le tue gioie, la tua felicità? Eppure è lì sotto i tuoi occhi, lo puoi leggere e rileggere, sfogliare e risfogliare, andare avanti e poi ritornare indietro per esser certo di aver letto proprio quelle parole, quelle gesta, quelle situazioni, di aver riassaporato quelle emozioni.

Ti sembra di rivivere in un film vergato a penna, dalla mano di uno scrittore sapiente i momenti della tua vita, e rivedi tutto come un dejavù.

Potresti anche avere la sensazione di sentirti spiato, come un grande fratello che ha seguito passo dopo passo tutti i tuoi movimenti, che ha scavato dentro la tua anima, dentro il tuo essere e ne ha colto anche le più piccole sensazioni, i più profondi sentimenti, quello che forse neppure tu avresti mai avuto il coraggio di confessarti guardandoti allo specchio.

Tutto tra le pagine di un libro…

E forse tra le pagine di un libro un giorno leggerai tutta quanta la vostra storia… leggerai di te, di lui, di come per puro caso un giorno il vostro destino ha deciso di mettervi su quella via, di far incrociare le vostre vite e le vostre anime.

Di come, senza che tu potessi anche solo minimamente immaginarlo, in un luogo che tu non sapevi neppure esistere, che quella persona che era l’esatta parte mancante di te, ti stava venendo incontro, stava per entrare nella tua vita per renderla perfetta. Quell’anima gemella che ti completava, che ti faceva battere forte il cuore, e che capiva, senza che tu nemmeno proferissi parola, quello che provavi, quello che in fondo al tuo cuore sentivi, quello che dentro di te si agitava come un mare in tempesta.

E allora, in quel momento, mentre i tuoi occhi scorreranno velocemente sulle lettere stampate, leggeranno sorpresi e stupiti quello che nel tuo cuore stà avvenendo, riconoscerai la vostra storia…

Tra le pagine di un libro…

Laura

Già pronti per i regali di Natale?


Siamo ormai in balia delle decorazioni natalizie… Dove ti giri giri, da mesi ormai ne vedi nelle vetrine, sugli scaffali, magari abbiamo anche già fatto un giro in cantina e soffitta per controllare cosa è rimasto degli anni passati, cosa si deve sostituire, o cosa riportare alla luce in occasione delle feste.

Chi di voi non stà già pensando “oh mamma… e ora cosa regalo a…?” ormai è questione di tempo, e il tempo si sà è tiranno, meglio non ridursi all’ultimo minuto per fare acquisti.

C’è addirittura chi in casa ha già fatto l’albero!!! Tanto per non perder tempo…

A questo punto, a me, non resta che infilarmi in mezzo alle mille proposte che  in questi giorni vi assilleranno con il mio consiglio per niente interessato 😉

Libri, libri, libri!!! Il regalo perfetto!!!

Personalmente continuo ad essere dell’opinione che un bel libro è sempre e comunque un regalo azzeccato da regalare a coloro che amiamo, in tal modo regaleremo loro anche qualche attimo di relax.

E cosa c’è di meglio di una bella storia d’amore?

Quanti romantici lettori ci sono in giro?

Tantissimi… e allora io consiglio loro il mio romanzo, del quale presto uscirà il seguito…

Riflessi di noi

 

Ma non mi limito al romanzo d’amore… siccome che, come chi mi ben conosce sono poliedrica, nella mia gamma ho inserito anche due libri di cucina…

Chi lo sà, magari la zia o la Logo cucina Laura (1)nipote o perchè no, il nipote, non sono accaniti lettori di romanzi, ma desiderano ardentemente mettersi ai fornelli e poter sperimentare altri piatti invece della solita minestra… E allora ecco che i miei volumi potrebbero essere una buona idea regalo per dei nuovi aspiranti manovratori di pentole, padelle e mestoli.  wp-image-467860331

La mia cucina vol. 1 e vol. 2

Augurandovi un buon shopping natalizio, vi rammento dove potrete trovare questi volumi. Basta cliccare sopra il link per esser trasportati direttamente all’acquisto 😉

http://www.leparchedizioni.com

Le Parche Edizioni

Laura

Tra le onde


Come una piccola barchetta dall’aspetto fragile e delicato, veleggiava in un mare che non aveva ancora deciso se placarsi o continuare a trascinarla nella tempesta.

Un momento sembrava che il peggio fosse passato, che la mareggiata avesse smesso di sballottolarla a destra e sinistra, schiaffeggindole lo scafo, tirandole le vele e prendendo a pugni il suo timone.

E poi ecco la calma piatta… con il dondolio dolce delle onde che la cullavano infondendole la falsa speranza che finalmente tutto era passato. E lei, a momenti stanca di combattere, o forse fiduciosa e ottimista, si lasciava andare, voleva convincersi che quel mare vellutato, mantenesse quelle promesse e le concedesse una tranquilla navigazione.

Solo che, tutto ad un tratto, all’improvviso e senza nessun sentore, una nuova ventata, un soffio di maestrale, un turbinino di venti tempestosi si abbatteva ancora una volta contro di lei, lasciandola inerme e piena di paure.

Tentava di allontanarsi, di andar via, di fuggire da quelle onde minacciose, ma invano ricadeva ancora nello stesso circolo vizioso, si lasciava convincere che tutto era passato, che era stata una tempesta passeggera.

Voleva crederci, voleva che lei ed il mare fossero solo compagni di viaggio, un viaggio che durava da molto tempo, ma che a questo punto ormai non portava più da nessuna parte, perchè lei aveva la sua rotta già segnata, sapeva che il suo viaggio sarebbe proseguito verso altri mari, verso altri oceani. Non conosceva bene in quale direzione, in quale porto sarebbe approdata, forse era solo questione di tempo, e presto avrebbe raggiunto quel porto che credeva di aver individutato, non ne era certa, non aveva nessuna garanzia che quel porto sarebbe stato la sua tappa finale.

Ma nonostante la furia degli eventi tentasse d’impedirglielo, lei non poteva tornare indietro.

Era sì, una barchetta dall’aspetto fragile e delicato, ma rinforzata all’interno, dalla consapevolezza che nonostante fossero dolorose quelle tempeste, prima o poi sarebbero cessate, e lei avrebbe ripreso a veleggiare placida e tranquilla su quel mare di velluto.

Laura

7f4a9b6fe40b72d559af30aa528ba0d5