Recensione del Romanzo/Saggio Poggioreale: l’amputazione dell’Anima


A cura del sito

https://www.milleunaparola.com/poggioreale-lamputazione-dellanima-laura-parise/

Recensione
“Poggioreale: l’amputazione dell’anima…” mai titolo fu più giusto. Leggere questo saggio di Laura Parise è stato per certi versi sconvolgente.

Leggere questo saggio di Laura Parise è stato per certi versi sconvolgente. Anche se non sono citate fonti ufficiali, alcuni dettagli e fatti raccontati in queste pagine sono facilmente reperibili on line sottoforma di articoli o video. L’Autrice, con sapienza e sagacia, raccoglie informazioni e porta, ulteriormente, allo scoperto la drammatica situazione di uno dei penitenziari che, fino a pochi anni fa, era considerato tra i peggiori d’Europa per sovraffollamento, e non solo. Non si tratta di un’analisi distaccata, ma un racconto di vita vissuta. Anonimus, ex Assistente capo delle Polizia Penitenziaria, descrive gli anni di servizio presso la casa circondariale napoletana con dovizia di particolari. Violenze, soprusi, umiliazioni, ma anche degrado, fatiscenza, corruzione, il tutto sotto gli occhi di chi dovrebbe vigilare in nome della legge. “Dura lex, sed lex”, peccato che questa massima non sia stata sempre, e solo, applicata in nome dello Stato, ma anche del politico corrotto di turno, del boss reggente, del clan più forte o semplicemente per “svago” o frustrazione di una guardia. La temutissima “cella zero”, vera e propria stanza delle torture per migliaia di detenuti, può essere considerata il simbolo dell’ingiustizia e dell’orrore. Ci fermiamo qui, non andiamo oltre, rischieremmo di spoilerare, per la foga di voler condividere e discutere con voi lettori, quanto appreso leggendo questo straordinario testo. Le parole di Anonimus sono devastanti, un macigno sul cuore che, se del tutto reali, getterebbero non poche ombre su un luogo di recupero trasformato nel peggiore dei gironi infernali di Dantesca memoria.

Riportiamo sotto alcuni passaggi che ci hanno particolarmente colpito:

“…ben pochi hanno salvato la loro psiche e se non danno segni di desiderio imminente al suicidio, una volta usciti dal carcere molti di loro non hanno trovato più pace.”

“Quando tutto era ed è marcio e corrotto, come può uno sparuto gruppo di persone riuscire a sovvertire regole e imposizioni che durano da tantissimo tempo e sono di norma e prassi in quasi tutti gli istituti penitenziari?”

«Ne ho viste troppe per continuare a tenere il prosciutto a foderarmi gli occhi come un tempo quando credevo nella giustizia, nello stato e nelle leggi».

La recensione di Veronica


Chi meglio di chi è nato e vive a Napoli poteva recensire un romanzo che parla di Poggioreale?

Sono felice che sia stata una Napoletana a parlare del mio romanzo, e a parlarne bene tra l’altro.

Vi lascio qui sotto la sua #recensione, io mi limito a lasciare a voi il resto del pensiero.

Titolo: Poggioreale: l’amputazione dell’anima;
Autore: Laura Parise @lauraparise_scrittrice
Data di uscita: 1 Novembre 2020;
Casa editrice: auto pubblicazione, #amazon;
Pagine: 225;
Genere: #Narrativacontemporeanea, #Saggio;
Premessa: cosa succede quando l’anima va a pezzi, quando l’essere umano non viene più visto come tale?
Voto: 5/5 🌟
~
Un saggio che racchiude tutti i racconti che Anonimus ha portato a galla.
Cosa succede realmente in carcere?
Come si comportano i detenuti?
E le guardie carcerarie?
Cosa nasconde realmente quel mondo che noi neanche vediamo?
~
L’autrice, con queste testimonianze, ha cercato di portare a galla ciò che le mura carcerarie nascondono al mondo esterno.
Una denuncia contro le ingiustizie e gli esseri umani che vagano in quel posto.
In ogni singolo racconto del testimone, Anonimus, ci sono impressi dolori e ferite che nessuno potrà mai comprendere.
Riporta con coraggio dettagli di massacri, ferite che un’anima non può mai ricucire interamente.
Con questo saggio vediamo come sia diverso quel mondo rispetto a come ce lo presentano e ce lo mostrano.
Un continuo loop di dolore che vede il “carnefice” diventare vittima, colui che controlla il “carnefice” diventare lui stesso spietato, vediamo minacce, nomi, azioni, fatti, che nessuno conosce realmente.
E Anonimus che riesce finalmente a denunciare tutto l’accaduto.
Un saggio che porta a riflettere e fa pensare “di chi ci possiamo fidare, realmente?”.
E vedere che i racconti sono di Poggioreale, fa rabbrividire ancora di più.
Perché tutto ciò avviene a pochi chilometri da dove vivo io, eppure non sapevo quasi totalmente niente. Forse è anche questo che ha fatto più male in questa lettura.
~
Lo stile è scorrevole, infatti ho letto il libro in poco tempo, nonostante le pause prese.
La narrazione si alterna tra spiegazioni (dettagliate ma brevi) e testimonianze.
~
La copertina rispecchia pienamente il libro, con quel tocco di nero e le immagini usate.
~
E voi leggete libri di testimonianze vere?
Se sì, quale vi ha colpito di più?

#clubpennabooks
#gruppopennabooks #Bookstagramitalia #bookstagrammers #BookstagramIta #bookblog #booksbloggers #bookstagrammeritalia #autorinuovi

Lascio solo una piccola curiosità per quanto riguarda la copertina, visto che Veronica di è soffermata anche su di essa. La copertina è opera mia, ho cercato di raffigurare in essa quanto racchiude tra le sue pagine.

Laura

Recensione originale su Amazon

La mia bibliografia


Cari amici bogger o lettori di passaggio, in questo post desidero raccontarvi la mia bibliografia.

Chi mi conosce da tempo, ormai sa che sono eclettica, che mi piace scrivere un pò di tutto e che mi diletto in tante cose…

Ma magari leggendo solo i titoli dei miei libri, non è detto che sia chiaro quale sia l’argomento trattato.

Così ho stilato la mia bibliografia, lasciando da parte solo il libro di ricette, che comunque anche lui, non è il classico ricettario, ma una sorta di viaggio attraverso la mia cucina, condito al posto delle foto, da anneddoti che appartengono ad alcune ricette.

La mia bibliografia ogni libro disponibile qui

Mi auguro che la curiosità la faccia da padrona e che ognuno di voi vada a sbirciare e a perdersi tra le mie pagine, lasciando poi un suo commento personale. Che sia positivo o meno, è a vostra discrezione, l’importante per me, è conoscere il parere dei miei lettori.

Vi ricordo inoltre che ogni mio libro è disponibile in ogni formato, anche con possibilità di lettura gratis.

Capisco che in questo periodo è piuttosto in voga il boicottaggio ad Amazon, ma per chi come me si autopubblica, il boicottaggio ricade anche su di noi, perciò invito a riflettere, boicottare sì, ma chi lo merita, non fare di tutta un’erba un fascio.

Un saluto a tutti e grazie per aver letto fin qua.

Laura

Recensione: crudo, interessante, vero


Devo assolutamente ringraziare Rita de #illibroeservito per aver letto e recensito il mio libro in maniera così esaustiva amplificando quanto da me descritto proprio con sue esperienze di vita.

Foto da Instagram

“POGGIOREALE: L’AMPUTAZIONE DELL’ANIMA-Racconti vissuti di un ex Assistente capo di Polizia Penitenziaria” di @lauraparise0 (pag. 225)
*
Ho letto questo libro non come un romanzo, bensì come un saggio. L’autrice dà la parola ad un ex Assistente capo di Polizia Penitenziaria, per riservatezza chiamato Anonimus, che racconta senza filtri e mezze parole la realtà delle carceri italiane, prima fra tutte della casa circondariale di Napoli Poggioreale, dove ha prestato servizio. Sembra di assistere ad una vera e propria intervista, in cui non mancano dettagli e riferimenti a persone facilmente riscontrabili in rete. La scrittura asettica dell’autrice rispecchia alla perfezione l’inumanita’ degli episodi narrati, la crudeltà ed i soprusi che abitano le nostre carceri. La distinzione tra carnefice e vittima è molto labile. Come labile é il confine tra corruzione e legalità.
#cosanepensarita
Mio padre ha lavorato 40 anni nelle carceri italiane, per poi fermarsi a Siena. Non ha mai voluto raccontarci nulla del suo lavoro, se non che abbia assistito ad episodi terribili ed inimmaginabili. Anche per questo ero molto curiosa di leggere questo romanzo. Mio padre ha terminato il suo servizio con un esaurimento nervoso. A tutti i livelli, come Laura Parise ci ricorda, vivere e lavorare nelle carceri italiane, é un’esperienza debilitante, che vede i diritti fondamentali dell’uomo venire meno. Troppe sono le regole sottintese, troppe le dinamiche di potere, le ingiustizie, che vengono perpetrate ai danni dei più. Vi consiglio di leggere questo libro per aprire un po’ gli occhi. Facile giudicare, facile incolpare, troppo facile girare la testa dall’altra parte, quando si é fuori. Da dentro é tutta un’altra vita (o morte silenziosa).
“Ci hanno amputato l’anima, tagliata via anche se non era malata, buttata nell’immondizia e fatta marcire. E per l’anima, cari lettori, non ci sono protesi, non ci sono trapianti, non esiste nulla che possa restituircela.”
#illibroeservito


Laura

Booktrailer


Ciao a tutti cari lettori, oggi ho pensato di tartassarvi un pò con i miei libri, a volte uno spot visivo può far interessare il lettore più di un riassunto.

E così ho creato per ognuno dei miei libri un booktrailer o video se preferite, con immagini che riportino un pò a quanto raccontato nella storia.

Ogni video è caricato sulla mia pagina Youtube, e sarebbe carino se qualcuno di voi dopo averli visti mi lasciasse un like e/o un commento.

Inutile dire che se vi iscriveste ne sarei felicissima.

Beh, basta chiacchiere, ora lascio parlare i video. Tranquilli sono di pochi secondi ciascuno. 😜

https://youtu.be/8FHiavbXSh8

https://youtu.be/mqDQek_M7CU

https://youtu.be/HTdyPSuLLos

https://youtu.be/jI7dlBJ1aQQ

https://youtu.be/37XN-Lh0_tM

https://youtu.be/Scxp7UyDOSU

Attendo ansiosa il vostro responso.

Grazie a tutti.

Laura

Prossimamente dalla mia penna


La stesura è finita da un pò… l’editing è ormai in dirittura d’arrivo…

Vi avevo già parlato di un nuovo lavoro che mi aveva lasciato delle perplessità…

Beh, ormai ho sciolto ogni dubbio

Vi lascio uno scorcio di copertina…

Sarà una trama completamente differente da quelle che accompagnano il mio percorso scrittevole… nessuna striatura di rosa… molta cruda realtà…

Tratterò un tema molto delicato…

Presto scoprirete di cosa si tratta

Laura