The Irishman senza premi 😱


Salve amici,

Non sono solita commentare film su questo blog, ma stasera voglio fare un’eccezione!

Dopo aver avuto il piacere di seguire il film di Martin Scorsese “The Irishman” per ben 3 ore e 29 minuti (vi dico già che son stata costretta a dividerlo in due parti non per la noia, ma per stanchezza fisica) solo alla fine per curiosità sono andata a guardare quanti premi avesse ottenuto convinta ne avesse fatto incetta! Ebbene… Nomination tante, premi nessuno!😳😳😳

Scusate, io non sono una critica cinematografica, lascio questo onere o onore a chi ne sa più di me ma so riconoscere un bel film quando lo vedo!! Un cast eccezionale, attori bravissimi, storia raccontata nei minimi dettagli… Cosa volevano di più? 🤔

Mah!

Aggiungo solo una cosa che mi ha un pochino impressionato… vedere gli occhi azzurri di Robert De Niro. 🤔Faceva un certo effetto 😯

Non so chi di voi abbia visto questo film, ma se qualcuno di voi lettori volesse lasciarmi il suo commento in merito…

Io continuo a pensare che meritava almeno qualche premio! E voi?

Laura

Un dubbio mi assale


Buonasera amici lettori assidui o di passaggio.

Un dubbio mi assale, e spero che voi riusciate a farmi dissipare la matassa che si stà ingarbugliando nella mia mente.

Sono alle prese con una nuova avventura scrittevole. Stò riempiendo pagine di parole, informazioni, spiegazioni e risvolti che devono in qualche modo diventare un libro verità.

Non il solito romanzo. Non è d’amore e non è un giallo.

Si tratta di raccontare fatti realmente accaduti, prendendo spunto da chi li ha vissuti in prima persona.

Fatti di cronaca, che fanno cronaca, e scalpore.

Fatti non fantasie.

E allora voi vi chiederete dov’è il dubbio?

Eccolo qua!

Il lettore, preferisce leggere un libro che racconta solo verità, o preferirebbe che queste verità siano romanzate, lavorate con fantasia e non crudi racconti di come in realtà i fatti sono accaduti?

Io propendo per la prima ipotesi, ma c’è chi mi dice che il lettore in realtà non vuol leggere solo verità, preferisce checil tutto sia condito da un pò di fantasia.

Ma allora non si parlerebbe più di come stanno realmente le cose, sarebbe come manipolare i fatti. E oggi come oggi di manipolazioni ne abbiamo fin troppe.

Voi come la pensate?

Laura

Una colla speciale


Non esiste mistero più grande dell’amore

Impossibile capire le ragioni del cuore

Cosa può legare due persone, fargli desiderare di condividere le loro giornate le loro vite…

Una colla speciale, fatta di sentimenti mescolati con cura, ad infinite quantità di passione, fiducia, emozioni, sensazioni, desideri, amicizia, complicità, pazienza, tenacia, affetto, dolcezza, baci, abbracci, tenerezze, carezze.

Laura

Dicono di…


Cambiare identità per non morire

.
📚🆁🅴🅲🅴🅽🆂🅸🅾🅽🅴📚

Questo racconto, thriller con sfumature rosa, mette sul piatto della bilancia la precarietà della vita. O meglio, la precarietà di una condizione che non si è scelta ma si è costretti a subire.

Elisa, rimasta vedova con un figlio piccolo, ritrova l’amore in Jason. La famiglia si allarga e nasce Elisa, prima, e Tommy, poi.

Un’ombra però incombe sulla serenità di una vita condotta con onestà e ha le fattezze di Nico, il primo figlio di Elisa, amato e desiderato esattamente come gli altri.

Non sono molto d’accordo con il detto secondo il quale la mela non cade lontano dall’albero ma in questo caso sono smentita. Nico segue le orme del padre, morto in circostanze misteriose, e l’ascesa al successo é veloce e priva di ostacoli. Almeno fino ad un certo punto.

Quanto vale la felicità in una vita? Molto.

Mi si può dire che per essere felici bisogna ottenere una serie di altre cose (soldi, carriera, status sociale…). Eppure si può essere felici anche senza, mentre non è affatto scontato che, una volta ottenute, si conquisti anche la felicità.

Questo romanzo mi fa riflettere in questo senso.

La scrittura è fluida e convincente e la spruzzata di rosa pareggia i conti con un destino che sembra segnato.

Dopo averlo letto mi direte quanti punti ha preso la felicità nella vostra classifica delle cose importanti.

.

#recensionivelocidilibri
#libridaleggere #bookstagram #ioleggo #leggeresempre #leggerechepassione

Devo ringraziare di cuore la bookblogger letto gustato consigliato per la bellissima recensione fatta al mio romanzo.

Grazie di cuore

Laura

4 anni di laura’s blog


Ciao a tutti

Per festeggiare i 4 anni del blog, oggi vi regalo una ricettina facile facile

In cucina con il cuore

Fagottini di pollo e verdure

Ingredienti:

250 g di petto di pollo tagliato a striscette

3 champignon a fette

1 zucchino grattugiato

1 cucchiaio di philadelphia o simile

Prezzemolo

Aglio in polvere

Paprica

1/2 cipolla

Sale e pepe

Spezie per carne

Pasta sfoglia

1 cucchiaio di olio

Mettete a marinare il pollo per 30 min con la cipolla, l’aglio, l’olio, il sale, il pepe, la paprica.

Grattuggiate lo zucchino, salatelo e pepatelo.

(Io, al posto della pasta sfoglia, ho fatto la pasta matta, con 150 g di farina integrale, sale, acqua e un pochino di olio. Impastato formato una palla morbida ma non appiccicosa e lasciato riposare 30 minuti).

Ho poi diviso in 4 la pasta e tirato delle sfoglie sottili.

Distribuito uno strato di funghi, un po di prezzemolo,

Aggiunto 1/4 di pollo e una cucchiaiata di zucchino mescolato con il philadelphia.

Chiuso il pacchetto

E infornato a 180° C forno ventilato per ca 20/25 minuti.

Buon appetito

Laura

Scatenate i click


Ciao a tutti

Dal 26 al 30 Agosto scatenate i click!

Per i lettori di solo eBook offerta speciale.

Tutti i miei romanzi a 99 centesimi.

Con meno di un caffè, potrete trascorrere qualche ora in piacevole compagnia dei miei protagonisti:

Amanda, Mac, Rebecca, Daniel, Giada, Davide, Miriam, Jack e le mie poesie

Vi aspettiamo su Amazon

Non perdete l’occasione.

E poi non dimenticate la recensione.

Grazie a tutti

Laura

In cucina con Laura


Amici blogger, sarà in uscita a giorni in formato cartaceo, ma è già disponibile in formato kindle o e-Book il mio nuovo libro di ricette

“In cucina con Laura”

Se interessati lo troverete in tutti i formati su Amazon

Buon appetito

Laura

#cucina
#cucinare #cucinarechepassione #cucinaconamore
#cucinaitaliana
#cucinando #cucinare_perverapassione #cucinaetradizione #cucinatradizionale #cucinemoderne #ricetteveloci #ricettefacili #ricettepersonali #ricette #ricetteinternazionali #ricetteitaliane #ricettasemplice

Sfumature dell’amore


Può un solo sguardo scombussolare così tanto la mente di una persona?

Può un solo sguardo rubarti l’anima?

Può l’amore travolgerti con una tale potenza in così poche ore scombussolandoti l’animo?

Sono tre interessantissime domande che vengono poste all’interno dell’ultimo romanzo che ho letto

Tornare a respirare

Dell’autrice Elisa Larcher

Una storia dei nostri giorni vista dalla parte di entrambi i personaggi, dove l’amore scocca all’improvviso, e con esso la consapevolezza di non poter essere più le stesse persone.

Non stò a raccontarvi null’altro sulla storia a tratti travagliata di Damian e Savanna perchè questo romanzo è così fluido nella lettura che benchè abbia oltre 400 pagine io l’ho letto in un battito di ciglia. In meno di 24 ore, ma solo perchè a tutti i costi non mi potevo allontanare da questi due deliziosi ragazzi.

Elisa con i suoi romanzi non ti delude mai. Ti regala quelle sfumature dell’amore che ti fanno sorridere e sognare tra le pagine. Leggi avidamente e ad un tratto ti ritrovi alla fine.
Ma no!! E finisce così? Devo aspettare l’uscita del prossimo?
Di sicuro ne varrà la pena come è valsa la pena acquistare e divorare questo romanzo. Con i suoi momenti teneri, i suoi momenti di riflessione, e di lieve suspance.
Io, vi consiglio caldamente di immergervi in questa storia.

Laura

Descrizione

Tornare a respirare “Può un solo sguardo rapirti l’anima per incatenarla a quella di una creatura che nemmeno conosci?” Damian, bello e arrogante, custode di un dolore profondo che gli sta logorando l’animo legato a un passato che cerca di dimenticare, tenta di celarlo al mondo con la maschera della spavalderia e della sfrontatezza. Crede di essergli sfuggito fino a che l’uomo, oggetto delle sue sofferenze, riesce a rintracciarlo pretendendo di essere ripagato con gli interessi. Il suo mondo crolla nuovamente nel buio più totale e gli incubi, che per qualche anno l’avevano lasciato in pace, si rifanno vivi più terrificanti che mai. Non crede di poter sopravvivere a lungo logorato com’è dalle notti in cui si sveglia urlando e tremando in un bagno di sudore fino a che non compare nella sua vita Savanna, una ragazza timida e solare che con un solo sguardo irretisce il suo cuore. Damian non vuole farsi coinvolgere ma non può farne a meno. Lei per lui è come l’aria, ne ha bisogno se vuole respirare di nuovo. Questa inaspettata consapevolezza lo porterà a una difficile scelta: lasciarla entrare nella sua vita e confessarle il suo terribile passato, rischiando di metterla in pericolo o lasciarla andare e rinunciare all’unica ragazza che gli ha rubato il cuore?

Ti lascia un segno!


In questo post voglio parlarvi di una lettura che ho appena concluso. Il tema è di quelli davvero sensibili. Quelli che quando ti toccano lasciano il segno. È una lettura che mi sento si consigliare a tutti, sia uomini che donne perchè è giusto che tutti si venga sensibilizzati sull’argomento.

Recensione

“Anna. L’inferno in una bottiglia”

Questo libro di Martina Longhin si legge in un lampo e lascia dentro un profondo senso di rabbia e impotenza.

Leggere la storia narrata in queste pagine lascia veramente sgomenti.

Scritto in maniera fluida con una narrazione a tratti cruda che non lascia scampo all’immaginazione.

Ci son momenti che si sente sulla propria pelle.

Mi fà rabbia pensare che tante donne, nonostante abbiano denunciato quanto accade loro tra le mura domestiche, siano poi vittime di un sistema che non riesce a tutelarle a dovere. Facendo sì che tante altre, rinuncino a denunciare e continuino a sopportare fino alla tragedia.

Quando un amore malato, un’assurda ossessione, una violenza inaudita che viene amplificata da un vizio, quello dell’alcool, che stravolge una mente già malata, si concentrano in un solo individuo, i risvolti non possono che essere disastrosi.

Laura

Ti guardo


Ti guardo intensamente meravigliata di averti accanto e non riesco a smettere di farlo

Ti guardo camminare, ridere e scherzare, leggere il giornale assorto mentre bevi il tuo caffè

Ti guardo mentre parli, mentre pensi o mentre mangi

Ti guardo intensamente senza capirne il perchè

Ti guardo mentre fumi, mentre guidi o mentre saluti, ti guardo gesticolare, arrabbiarti o brontolare

Ti guardo mentre dormi accarezzando con la mente il profilo del tuo viso dormiente

Ti guardo e mi meraviglio ogni volta che ti ritrovo accanto a me al mio risveglio

E non mi stanco di continuare a starti a guardare

Ti stupisci di questo mio modo di fare, lo trovi assurdo e ossessivo, ma io più ti guardo e più ti guarderei perchè tu sei!

Laura