Una pillola di me e del mio romanzo


Ciao a tutti e buon sabato sera.

Oggi ho deciso di tampinarvi un pò… doppio articolo… e menata gigantesca con il mio solito romanzo… questo ovviamente a scopo puramente interessato e commerciale.

Ma d’altra parte è estate, tempo di amori e di letture d’amore sotto l’ombrellone…

E allora ancora una volta permettetemi di consigliarvi il mio romanzo

Lotrovate sia in formato E-Book e cartaceo

Io qui sotto (cacendo una figura che… sarebbe meglio nascondersi) ve ne leggo un piccolo stralcio

Laura

Annunci

Carpe diem…


Chi l’ha detto che si debba sempre viaggiare sullo stesso binario?

La vita non deve essere quel monotono dondolio di un pendolo che và avanti e indietro scandendo i minuti, le ore, i giorni, gli anni sempre alla stessa maniera.

Certo, ci vuol coraggio a cambiare

Ci vuole anche un pizzico di follia

Ci vuol che tu, senta dentro di te che quella è la strada giusta da percorrere

Ci saranno momenti che ti chiederai “chi me lo ha fatto fare?”

Ma anche momenti nei quali ti dirai “come ho fatto a vivere prima senza tutto questo?”

Spesso sentirai di appartenere anima e corpo a questa nuova vita, e il passato sarà per te solo un ricordo sbiadito.

Ci vuole che tu ti voglia bene abbastanza per capire ed accettare che hai il diritto di vivere per te, che di vita ne hai una sola e non puoi sprecarla, ma viverla.

Porterai con te tutte le cose belle, gli affetti e i ricordi, le foto di un tempo, quel tuo tempo che in fondo, ti ha reso quel che sei.

Non dimenticare mai di amare… ama con il cuore, non aver paura di soffrire, vivi ogni attimo, prendi quel che la vita ti offre senza sprecarne neppure un granello

Avrai occhi nuovi per vedere il mondo, tutto ti apparirà in un modo diverso perchè tu lo guarderai da un’altra prospettiva

Carpe diem…

Laura

Cosa significa “Amare”


Amare… è facile dire “Ti amo” ma é difficile far comprendere quanto sia forte questo sentimento.
Parlarne insieme riduce i momenti d’incomprensione, i vuoti e i pensieri sbagliati.
Amare… è anche saper capire ed interpretare quei piccoli silenzi e non farli diventare lunghi monologhi con il proprio io.

Creando Idee

Amore. La parola più usata e abusata Canzoni, libri, poesie sono piene della parola amore. Ma cosa vuol dire essere innamorati? In una società in cui la parola amore è a dir poco inflazionata, e spesso usata a sproposito, capirne il vero senso è importante per vivere con felicità le relazioni e farle durare di più. Potremmo affermare che amare significa accettare la persona che amiamo così com’è, con tutti i suoi pregi e i suoi difetti. Tuttavia anche questa definizione è discussa.Amare significa scegliere: scegliere una persona, decidere di stare con lei rinunciando agli altri, accettando i suoi difetti e standogli vicino nei momenti di gioia e in quelli di dolore o di difficoltà. Forse in molti conoscono la sensazione che da l’amore, anche se poi spiegarlo a parole diventa davvero difficile. Eppure la frase “cosa significa amare” è molto cercata sui motori di ricerca di internet…

View original post 175 altre parole

Per mano tutta la vita


Ci sono un uomo e una donna…

Sono giá 54 gli anni trascorsi insieme…

Una vita tra alti e bassi, come tutte le vite…

momenti belli, gioie, felicità, soddisfazioni…

momenti tristi, dolori, angosce, preoccupazioni…

Ma loro son sempre lí, sempre insieme nonostante la vita spesso non sia stata gentile e tenera con loro, però nonostante tutto hanno ancora la loro unione e il loro amore.

Si sorridono attraverso gli acciacchi, si abbracciano, si accarezzano, si coccolano usando quei nomignoli che solo per loro hanno un senso. Si sostengono e si fanno coraggio, a volte anche bisticciando.

Da sempre la mattina lui la sveglia dolcemente, le vá accanto sedendosi sul letto, le fá una carezza, le da un bacio “tesoro é ora che ti alzi”…

E lei gli risponde con un sorriso e un bacio “buongiorno amore”

Durante la giornata quando le passa accanto, se la prende tra le braccia e le dà un bacio… “il mio tesoro”

La sera prima di addormentarsi si fanno un’altra carezza, si scambiani un bacio augirandosi di fare un buon sonno.

Si amano ancora, sono due ragazzini di 78 e 76 anni che ancora passeggiano mano nella mano quando sono per strada e incuranti di essere in mezzo al mondo, loro vivono il loro mondo e il loro amore.

Si rispettano l’un l’altro cercando di non disturbarsi a vicenda. Se lui riposa, lei evita di rumoreggiare inutilmente per casa. Se lei riposa, lui le accosta la porta della camera per non disturbare il suo sonno.

A lei dá fastidio il fumo… lui fumatore incallito nonostante le continue lamentele di lei, ci sia il gelo polare o il sol leone d’agosto, lui esce fuori casa a fumare la sua amata sigaretta. Lei non smetterá mai di lamentarsi, lo fará ugualmente, ne vá della salute di lui, del suo uomo, del suo compagno, del suo amore…

E cosí lei si preoccupa e nel frattempo prega, prega in continuazione che il buon Dio non le tolga mai quell’uomo a volte dolcissimo a volte irritante con il quale ha trascorso l’intera vita per mano.

Laura

I libri per diffondere emozioni


Ci son mille e mille frasi sui libri e l’importanza della lettura…

Potrei continuare all’infinito…

Per questo (molto disinteressatamente 😁) ripropongo per coloro di voi che non l’hanno ancora fatto…

la lettura del mio romanzo.

  • Non è pesante
  • È di facile lettura
  • È dolce e romantico

Potrete rilassarvi…

All’ombra di un bell’albero, in spiaggia, in veranda, in compagnia… ovunque voi desideriate e lasciarvi trasportare dalle sue pagine…

Lo trovate qui:

https://www.lafeltrinelli.it/smartphone/libri/parise-laura/riflessi-noi-4you-only-best/9788899741082

https://www.cinquantuno.it/shop/le-parche-edizioni/4-you-only-the-best-riflessi-di-noi/

https://www.unilibro.it/libri/f/autore/parise_laura

https://m.libreriauniversitaria.it/#!/serie/libri-italiani/le-parche/il-filo-di-cloto

Non avete scuse… 😁 affrettatevi

Laura

Essere lì


Questa poesia ha una dolcezza che non ho potuto far a meno di replicare. La voglio dedicare ai miei due gioielli, perchè con i loro sorrisi, la sola loro presenza mi riempiono il cuore di gioia e danno un dolcissimo senso alla mia vita. Vi voglio un mondo di bene cuccioli miei.

Il mio giornale di bordo

Vorrei essere lì
accanto
nel giorno
che nasce
ascoltare
il palpito
del tuo cuore
così da dare
un nuovo
ritmo
alla mia vita.

Un passo più vicino.
Antonio

Eng_Be there
Wish I was there
next
on the day
that is born
listen to
the throb
of your heart
in order to give
a new
rhythm
to my life.

View original post

Un aperitivo?


Sapete benissimo che una delle mie passioni è la cucina…

E quando ho ospiti mi sembra sempre poco quel che preparo…

Questa volta ho passato un pò di orette a destreggiarmi in questi piccoli assaggini.

Era un aperitivo, alla fine eran tutti sazi come dopo una cena abnondante…

Panna cotta con salsa di fragole
Spiedini pomodorini, peperone, cetriolo e Feta
Fiori con mousse di peperoni arrostiti
Bocconcino pesto genovese, pomodoro e mozzarella
Cheesecake ai mirtilli
Cestino peperoni e noci
Cestino Brie, pere e noci
Cestino porro e pancetta
Triangolo spinaci e Feta
Tramezzino salame, mousse di pomodori secchi e olive
Tramezzino prosciutto cotto e mousse di zucchine
Cornetto salmone, rucola, formaggio fresco e semi di papavero
Sfoglietta piccante
Sfoglia pesto, patate, fagiolini, parmigiano e pinoli
Finto hamburgher con polpetta di melanzana
Girelle prosciutto, formaggio e zucchini
Mini panna cotta alla liquirizia

Peperone ripieno di mousse al tonno
Palla d’insalata russa

Laura

Romanticamente…


Ho letto un post scientifico su un sito che seguo e mi ha ispirato…  Orme svelate

…Seduti su una panchina ad ammirare il images (1)tramonto… era bastato solo un breve cenno d’intesa per incamminarsi mano nella mano sulla la sabbia ormai tiepida andando incontro alla meravigliosa distesa blu che pian piano si colorava d’oro.

 

images

 

Le dita intrecciate, segno della più totale intimità,  i piedi nudi che affondano nella sabbia, la lieve brezza che scompiglia i capelli e il fruscio calmo e rilassante della risacca del mare, la cornice perfetta per una passeggiata romantica.

 

DownloadOltre loro due, solo poche altre anime romantiche si godevano il lento calare del sole verso la culla del mare.  La pace della sera lo star bene l’uno accanto all’altro anche senza parlare…  delizioso anche il solo stringersi in un abbraccio confortante e pieno di calore.

 

Download (2)Quella sensazione che tutto è proprio come deve essere, lei voltata verso di lui si fermò a guardarlo, buttandogli le braccia al collo “Sento di essere nel posto più bello che ci sia, di avere tutto quello che ho sempre desiderato, mi sento libera, felice, allegra e spensierata” sussurrò scurtandolo negli occhi.

Lui sorrise cingendole la vita, annuendo incapace di esprimere a parole quello che in cuor suo sentiva…

images (6)Niente parole, solo un gesto, il più romantico che possa esserci, lentamente si sporse verso di lei avvicinando le labbra alle sue, accarezzandole la nuca, e stringendosela forte al petto.  Ora era il momento di socchiudere gli occhi, per perdersi tra le sue labbra.

 

Download (3)

 

All’improvviso, buttando la testa all’indietro colta da un’infinita felicità,  lasciò che le labbra di lui proseguissero sul collo, tra un bacio e un altro mentre la rossa palla di fuoco continuava a tingere tutto intorno a se di oro colato, lui la prese tra le braccia e la fece volteggare mentre lei rideva felice.

 

 

images (3)

 

 

Prendi la mia mano, sfiora le mie dita, accarezza le mie gote, stringimi a te e guidami verso di te.

 

images (4)

 

Un accenno di danza, un caschè, una musica che sentivano solo loro e iniziarono un tango sensuale e appassionato.

tango-di-dancing-delle-coppie-al-tramonto-103068392

 

 

Una piroetta, un passo indietro e due in avanti, stretta a lui nella danza più romantica che ci sia.

 

images (5)

Lasciandosi travolgere dalla passione, si ritrovarono poi distesi continuando a sfiorarsi le labbra con gli ultimi raggi che accarezzavano i loro corpi.

Download (1)

 

 

Ancora abbracciati nella sera infuocata ripresero il loro cammino verso la felicità…

 

Non cè niente di meglio che camminare per mano al fianco della persona amata, sentendosi protetta dalle sue braccia, dalla stretta della sua mano che ti infonde forza e coraggio, come se dicesse, io sono qui, ti sorreggerò lungo il nostro cammino, potrai sempre contare sulla mia presenza, sulla mia vicinanza, su di me. Provate a camminare mano nella mano, guardandovi di tanto in tanto negli occhi, sorridendovi, e lasciando che ci scappi anche qualche bacio, sentirete montare dentro di voi un’immensa felicità. E quando il suo braccio vi cingerà le spalle, sarà come se vi toglierà tutto il carico di problemi che vi portate dietro. È una sensazione meravigliosa. Provare per credere.

Laura

fssfdgfaf

 

Storia di ordinaria ingiustizia


Cari amici oggi ho il dente particolarmente avvelenato.

Son giorni e giorni che penso, lo faccio? lascio stare? faccio finta di niente?

478

Poi mi dico “tanto nessuno mi prenderà mai in considerazione, ma chissenefrega, io ci provo lo stesso.

Lo sò che mi direte che con tutti i problemi che ci sono mica i “signori” qui sotto a cui indirizzo il mio reclamo si prenderanno carico di rispondermi… però… costare non mi costa nulla, neppure il francobollo, visto che ho spedito il mio reclamo per posta elettronica… e alla fine, chissà…

Reclamo

Non cambierà nulla, nonostante io sia ottimista di natura, questa cosa la vedo alquanto nera, ma… nel caso io almeno ci ho provato e la mia coscienza non mi rimprovererà.

 

Di sicuro, qualcuno dovrebbe almeno riuscire a riflettere un pochino…

Laura

Silenzio


Una bella giornata di sole…

Intorno tutto un vociare…

Gente che, incurante del prossimo parla ad alta voce e si racconta…

Giorno di festa…

Giorno da dedicare alla vita!

I pensieri, le preoccupazioni, i disagi, per oggi restano chiusi a chiave, a doppia mandata! Verranno rispolverati domani, nel giorno feriale, quel lunedì che tutti non sopportano, forse proprio perchè riporta con i piedi per terra e fà svanire i sogni.

Eppure non tutti sembrano pensarla così.

Silenzio…

Dario e Mirella sembrano tutt’altro che propensi a lasciarsi andare alla leggerezza e leggiadria del momento.

Dario si guarda intorno scocciato da tutta quella, che per lui, è falsa allegria. Sà già che l’indomani tutta quella gente tornerà a disperarsi o per lo meno a far credere agli altri che tutto và male, e che la disperazione regna sovrana tra le mura di quelle famiglie. Se ne lementa e si rinchiude in sè stesso.

Mirella non si cura più di tanto di chi le stà intorno, si guarda in giro leggermente incuriosita, ma… a lei poco importa di come il prossimo vuol vivere la propria vita. Se per poter andare avanti bisogna lottare, forse è anche giusto di tanto in tanto accantonare i brutti pensieri, lasciarli per qualche ora chiusi in un cassetto e godersi, assaporandone ogni istante, quei pochi attimi di serenità che quella bella giornata può regalare.

Silenzio…

Quattro ore seduti uno di fronte all’altro in attesa che le portate si susseguano.

Silenzio…

Il caos in quel ristorante è generale, non vi è una grande organizzazione. Forse i commensali son troppi, forse il personale non è abbastanza o all’altezza, o forse è solo un modo per far consumare più bevande, lasciare il tempo di digerire tra una portata e l’altra, far sì che la gente seduta al tavolo abbia il tempo per rilassarsi e chiacchierare senza lo stress quotidiano dell’orologio che corre… Chissà qual’è la vera strategia.

Quattro ore e 15 parole.

Silenzio…

Dario sguardo perso nel vuoto e la mente nei suoi pensieri. Pensieri che son sempre quelli… sempre uguali sempre pesanti.

Mirella sguardi lanciati quà e là intorno a sè per il disagio di quel silenzio.

Il cervello che macina, cerca di trovare un qualsiasi argomento, anche banale pur di conversare ma… per quanto si sforzi il silenzio del suo compagno la contagia, le toglie ogni gioia ogni allegria. Tamburella sul tavolo con le dita, gioca con le posate, poggia lo sguardo su di lui in attesa di un suo qualsiasi gesto, un sorriso, una parola, il tocco della mano attraverso la tavola, ma niente.

Silenzio…

Man mano le portate si susseguono ma non vengono neppure commentate. Mangiano in

Silenzio…

Non vi è neppure più l’antica galanteria di un tempo quando l’uomo versava da bere alla sua compagna. Ognuno pensa al proprio bicchiere come se al tavolo fosse seduto da solo.

Silenzio…

L’ultima goccia… l’ultimo residuo di pazienza…

Dario si collega al suo cellulare, guarda un video ma non lo condivide.

Mirella si alza spazientita, quattro ore di silenzi… vorrebbe fuggir via, sparire, volatilizzarsi, ma forse Dario non se ne accorgerebbe neppure.

Ha la gentilezza di avvisare che và in bagno, non le sembra carino mollarlo al tavolo senza neppure una parola.

Si rifugia nella toilette. Si sente male, come se si fosse comportata da persona maleducata, odia quel suo silenzio ma non riesce a sfuggirne, spera che quella sua piccola ribbellione lo abbia riscosso. Era decisa a non tornare, ma è più forte di lei, in fondo non hanno mica litigato, non hanno discusso, nessun battibecco, è solo silenzio…

Torna indietro, lui sembra che stia parlando al telefono e invece no… ascolta la musica estraniato da tutto e da tutti

Lei si risiede al suo posto e continua a guardarlo in attesa di un cenno.

Nulla… la musica non è cambiata, continua ad essere di un silenzio assordante.

Laura