Sarà per sempre?


Diciamolo, siamo cresciute con le favole, con i principi azzurri, con l’idea che l’amore durerà per sempre e con il “vissero tutti felici e contenti”. L’idea di questo post me l’ha suggerita nessie una blogger che ha gentilmente acconsentito di leggere il mio libro 4- you only the best – Riflessi di noi e di commentarlo sul suo blog.

Nessie è ancora convinta che l’amore debba in un certo senso essere l’esculsiva di due persone. Certo è bellissimo quando due si amano per tutta la vita, e riescono a condividerla per sempre… ma quante storie ci circondano e ci raccontano che purtroppo non è così, che a volte l’amore si spegne, non per un motivo valido, ma solo perchè forse nel destino così stà scritto… Ci siamo scambiate un paio di idee in merito, e alla mia risposta al suo commento:

Ciao Nessie
Ho letto la tua recensione, apprezzo la tua sincerità e farò tesoro dei consigli. L’idea era di far immedesimare personalmente il lettore, e lasciare spazio alla sua fantasia, insomma evitare di creargli il piatto pronto! E poi, diciamoci la verità, quante storie simili ci sono al giorno d’oggi? Quante persone insospettabili vivono una doppia vita?
Il seguito sarà… con risvolti molto differenti, e regalerà quello che qualcuno si può anche essere aspettato… ma ovviamente non posso dire di più! A presto, un abbraccio Laura

lei risponde così:

Eh si purtroppo hai ragione! Ma infatti la storia era molto credibile… forse sono io che resto un po’ legata alle classiche storie fiabesche e idilliache e non sono abituata a trovare questo genere di relazione.
Comunque è stato piacevole da leggere e sicuro aspetto con curiosità il seguito 🙂
Ti ringrazio anche per avermi dato il tuo punto di vista sulla storia; davvero interessante!
Un abbraccio a te e buona serata 😀 nessie

Ad un certo punto devo esser sincera un pò mi son sentita stronza, come ad aver rovinato l’idea romantica che nessie si è fatta sulle relazioni tra uomo e donna… eppure io son la prima romantica… amo le storie a lieto fine, gli amori, e le passioni, i sentimenti in tutte le loro salse, le storie melense e docissime.

Solo che a volte dobbiamo fare i conti anche con la realtà… e allora penso che forse dovremmo essere anche un pochino sinceri con noi stessi e dirci che…

“Non dirmi che sarà per sempre… dimmi a domani… ma dimmelo sempre” 

Assaporiamo ogni giorno quello che ci viene regalato, facciamone tesoro e custodiamolo nel nostro cuore. Godiamo della dolcezza e dell’amore che ogni giorno ci circonda.

Laura

 

Annunci

17 thoughts on “Sarà per sempre?

  1. Ciao Laura quando ero giovane pensai che l’amore e per sempre, la vivi l’amore come in una favola. Anche se pian piano ti rendi conto che la favola sta per finire, non lo accetti e fingi che tutto vada bene… poi il cuore si frantuma dolori nel petto, svanisce l’amore ma tu lo tieni ancora nelle mani i pezzi del cuore perso..
    …passano gli anni e incontri l’uomo simpatico, ma non è l’amore a prima vista, ma ti piace il suo modo di essere e fare, convivi e lo impari a conoscere ci sposiamo e ti rendi conto che lo ami, l’amore e come un seme si pianta germoglia, poi cresce pian piano… la piccola pianta ha bisogno tanta cura per sopravvivere alle tempeste della vita.. il tempo passa la pianta diventato un albero forte e robusto come l’amore ora posso dire e per sempre … NOI Gianni e io siamo una cosa per sempre nel bene e nel male nostro amore e come una quercia ci protegge da ogni cosa..

    Liked by 1 persona

  2. Non credo che Nessie non abbia colto l’intenzione di Laura di dare alla sua storia un tocco di realismo (è stato molto apprezzato da me durante la lettura), ma quello che ci ha fatto storcere un pó il naso è stato il fatto che la protagonista tenesse il piede in due scarpe e prendesse in giro il suo compagno. Con questo non voglio dire che nella vita non succeda ma se tu di carattere non ami certi comportamenti nella realtà non li ami neanche nei libri. Almeno questo è il mio pensiero. Che poi l’amore non sia sempre e solo favola è ovvio ma non è detto che lo si debba scoprire solo con l’età, a volte dipende dalle esperienze che si affrontano. Infondo poi sono convinta che il colpo di fulmine non sia sempre così positivo anche se sono romantica abbastanza da amare i libri che ne parlano. Un bacio virtuale a Nessie e Laura! ❤

    Liked by 1 persona

    1. Come mai tutte date addosso al personaggio femminile e silenziosamente approvate il comportamento di lui, che è il classico personaggio che lancia il sasso e nasconde il braccio?
      Che l’amore non si possa controllare penso si sia tutte d’accordo, e tantissime volte mi è capitato di leggere libri dove l’indecisione la fà da padrona. Certo poi prendiamo sempre le parti di uno o l’altro protagonista. Ma resta di fatto che sono i sentimenti un pò in tutte le salse nei protagonisti del mio libro. E io ho cercato di affrontare un tema, che per quanto scomodo è alla fin fine la realtà della vita. Può non piacere, può non essere amato sian nella realtà che nei libri, può non essere condiviso, ma è forse solo auspicabile non dovercisi trovare dentro, perché a quel punto anche il carattere poi cambia, e le cose si vedono in modo differente. Un bacio virtuale ad entrambe 😘

      Liked by 1 persona

      1. Ah no mi spiace che sia passato il messaggio che lui sia apprezzato perché non è cosi. Non mi piace il fatto che non si esponga del tutto come hai detto tu, apprezzo però che aspetti di lasciare la moglie prima di concedersi del tutto. Ovvio che poi si riduca tutto ai gusti soggettivi di ognuno. 😊

        Liked by 1 persona

  3. Sinceramente anche il solo fatto di averci comunque provato, per poi tentennare ha ben poco di cavalleresco, non è mai bello giocare con i sentimenti altrui se non si è per primi convinti di quanto si mette in gioco. Ma hai fatto bene a puntualizzare 🙂

    Mi piace

  4. Ciao Laura,
    premetto che non ho letto il tuo libro per cui faccio un discorso in generale.
    Non credo che la morale dovrebbe essere tirata in causa quando si giudica il valore di un romanzo. La realtà non è una fiaba dove i personaggi sono buoni o cattivi senza sfaccettature e un buon romanzo “deve” poter descrivere questa realtà e i loro protagonisti con le loro azioni non sempre condivisibili.

    Detto questo, se l’intento di un romanzo è quello di far “sognare” il lettore, forse allora sarebbe meglio far sì che i lettori si possano identificare nei personaggi senza avere troppi sensi di colpa.

    Ciao e tanti auguri per il libro e i prossimi che verranno!

    Liked by 1 persona

    1. I romanzi sono scritti con l’intento di far sognare il lettore, ma anche di far ritrovare nel lettore quelle parti di se che pensa possano essere a volte sbagliate, a volte esagerate, e aiutarlo anche perchè no, a ridimensionare i propri sensi di colpa. Per questo io nel mio romanzo ho cercato di essere più realista possibile. Altrimenti si chiamerebbe “favola” non romanzo.
      Grazie per il tuo commento, e gli auguri, spero di ritrovarti ancora tra le mie pagine. Buona giornata

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...