Non si può sempre rifiutare


 

Come si fà a dire di no ad un dolce? Eppure tante volte si rinuncia per la linea, per la prova costume, per tutte quelle fissazioni che abbiamo in testa, me compresa ovviamente, 😶 …troppe calorie non sono una buona idea. Ma ogni tanto… beh, ogni tanto anche una fissata, testarda e rigida come me un dolcino se lo concede. E che cavolo! Mica si può sempre dire di no ad una coccola dolce! 😍

Nonostante dopo il dolce mi venga sempre voglia di salato… son strana lo sò… o forse no… 🙄

Così ho deciso di regalarvi questa mia ricetta. Una diplomatica da me riveduta e corretta secondo i miei gusti e il mio solito modo di fare…

Siate benevoli con la foto… non sono una fotografa provetta…

Ingredienti:

  • Un rotolo di pasta sfoglia light rettangolare
  • 250 ml di latte
  • 250 ml di panna da montare
  • 4 cucchiai di zucchero
  • 2 cuchiai di cacao amaro
  • 3 uova
  • 40 g di zucchero
  • 40 g di farina + 1 cucchiaio colmo
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 bustina di zucchero vanigliato
  • 1 punta di bicarbonato
  • 3 cucchiai di liquore all’arancia

Tagliare a metà la pasta sfoglia spargervi sopra una cucchiaiata di zucchero e punzecchiarla con la forchetta. Mettere a cuocere in forno ventilato a 180° C fin quando non sarà dorata.

Nel frattempo montare un uovo intero e un tuorlo con 40 g di zucchero, lo zucchero valigliato e il pizzico di sale. Quando sarà ben spumoso unire la farina setacciata con il lievito e il bicarbonato. Unire alle uova e mescolare delicatamente. Versare in una placca da forno foderata con l’apposita carta. Dargli più o meno la misura della metà pasta sfoglia. Cuocere a cira 160° C in forno ventilato per ca 6 minuti. Ma vi consiglio di tenerlo d’occhio… deve essere solo dorato. Capovolgere il biscotto ottenuto su un altro foglio di cartaforno. Staccare la carta sottostante passandovi sopra un panno umido e ricoprire ancora con la placca ancora calda fin quando non sarà freddo. Preparare quindi la crema pasticcera. Mettere a scaldare il latte senza farlo bollire. Utilizzare il restante tuorlo montandolo con tre cucchiai di zucchero un pizzico di sale. Aggiungere il cucchiaio di farina rimasto e mescolare. Unire a filo il latte caldo e mescolar bene senza formar grumi. Rimettere sul fornello e portare ad ebbollizione sempre mescolando lasciando cuocere per alcuni minuti. Dividere la crema a metà. Unire ad una parte il cacao e mescolar bene. Montare la panna ben ferma. Dividerla a metá ed unirla alle due creme raffreddate.

Ora formare il dolce. Spalmare la crema chiara sul primo strato di pasta sfoglia. Deporre il biscotto e ritagliare le parti in eccesso. Mescolare il liquore con due cucchiai d’acqua e spennellare bene il biscotto con il liquido ottenuto. Distribuirvi sopra la crema al cioccolato e chiudere con l’altro quadrato di sfoglia. Spolverizzare a piacere di cacao o zucchero a velo. Mettere in frigo a riposare per almeno 4 ore. Tagliare il dolce a quadretti con un coltello ben affilato.

Buon appetito!

Se lo preparate il giorno prima vi assicuro che sarà ancora più buono.

Che ve ne pare? Possiamo concedercelo un quadretto?

Laura

Annunci

23 thoughts on “Non si può sempre rifiutare

  1. Io purtroppo non posso, già quando mangio la frutta la mia glicemia si alza come freccia tirata in altro 😀 .. questa diabete mi ha rovinato la vita… ci sono momenti in cui potrei mangiare un astronave pieni di dolci, ma una sola pastina mi complica la vita….. buona serata cara Laura

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...