Questa nuova mania


Chi mi segue avrà già avuto modo di vedere nei giorni scorsi il mio nuovo divertimento… creare video per presentare i miei libri.

Oggi una persona che ha letto entrambi i libri, dopo avermi fatto un sacco di complimenti, mi ha detto che nonostante lei li abbia già letti e sappia perfettamente di cosa si tratta, grazie alla presentazione visiva, se non li avesse già letti, l’avrei convinta a farlo. E non solo, che guardando i video si è come sentita catapultata nella storia, e le hanno fatto venire voglia di rileggerli.

Ovviamente ho preso spunto dal primo video realizzato dal mio editore…

E posso confermarvi che… sì, ci ho preso davvero molto gusto nel realizzarli. Mi son divertita moltissimo, ed è stato un pò come riscrivere il libro 😊

Grazie a tutti coloro che si son presi il tempo per guardarli…

Annunci

Goool


ci son ricaduta…

mi è presa questa smania di far video… e devo dire che mi stò divertendo un sacco!

Mi piace ricercare, impostare, ritagliare e montare… oggi son stata decisamente più veloce della prima volta…

pian piano spero che i miei video siano sempre più interessanti…

Voi, intanto commentate anche questo 🙂

il mio primo video…


Ci ho lavorato per cinque ore, forse più… ma ce l’ho fatta!

Praticamente non ho mai usato power point, ma oggi mi ero messa in testa di riuscire a fare questo video, e siccome io son molto testarda, e se ci tengo particolarmente provo e riprovo fintanto che non và in porto… ecco che dopo una faticaccia immane, nervi e mugugni vari… i muscoli del collo induriti e un sonno pazzesco, son riuscita a creare il mio primo video pubblicitario. E vai!! 🙂 Magari ora non dormo… son troppo contenta di me stessa!

Certo non sarà super professionale, io non sono una grafica, e di sicuro ci saranno tantissimi errori, ma ci ho messo il cuore, l’anima e tanta buona volontà, quindi magari apprezzate questo per prima cosa. La canzone in sottofondo l’adoro… ma per me è fantastico… quindi a voi l’ardua sentenza.

Buon divertimento….

I biscotti natalizi


come posso rinunciare alla mia tradizione… senza i biscotti della nonnna non sarebbe Natale!

Ma come si può rinunciare ai biscottini natalizi?

Ovvio che no! Almeno una volta all’anno lasciamoci coccolare dalle dolcezze. Certo lo rimpiangeremo poi nei mesi successivi… però…

L’aroma di cannella, anice stellato, limone, arancia, vaniglia… che si diffonde in tutta casa… apri la porta al postino e ti dice “hmmm che buon profumino” mentre tu hai teglie di biscotti che cuociono in forno… Tornano a casa i tuoi figli e il marito e li accogli con il tepore del forno acceso, la fragranza del primo biscotto, l’aroma speziato misto a quello delle candele… Tutto fà atmosfera. E poi magari offri alla vicina un vassoio delle tue creazioni e te la rendi ancora più amica… 🙂

Io mi diletto tutti gli anni, tra le varie ricette, ma non posso assolutamente rinunciare a quella della nonna! Quelli non mancano mai! Lei ogni anno li preparava per Natale, e io proseguo nella tradizione così da sentirla ancora vicina… Son semplici, buonissimi, e… se riuscite a non mangiarli subito durano per tutte le feste!

E quindi cari amici del blog, per le feste io vi rivelo e regalo la ricetta… i biscotti… dovrete farli voi, ma vi assicuro, son semplicissimi.

(La foto non è un granchè, me li rubavano di sotto il naso 🙂 )

I Biscotti della mia nonna

Ingredienti:

3 uovabiscotti

130 g di burro

200 g di zucchero

200 g di mandorle pelate a filetti o intere

100 g di cioccolato fondente a quadretti

½ cucchiaino di cannella

un pizzico di sale

500 g di farina

Impastate tutti gli ingredienti fino ad ottenere una pagnotta compatta. Formate quindi due grossi filoncini lavorando bene la pasta e cercando di compattarla il più possibile mentre formerete due filoncini lunghi ca. 30 cm e larghi ca. 8. Se volete dei biscotti più piccoli potete dividere in tre la pasta e formare altrettanti filoncini.

Poneteli sulla placca foderata con carta forno e infornare a 180° C per 20 minuti.

Fateli intiepidire e quindi tagliateli a fette come se fossero cantucci. Ridisponete i biscotti sulla placca del forno e infornate nuovamente fin quando saranno dorati da entrambe le parti.

La ricetta originale prevede 40 g di strutto e 90 g di burro. Io ho sostituito lo strutto perché non lo trovo facilmente. Se utilizzate le mandorle intere, prima di formare i filoncini tagliuzzate varie volte il vostro impasto con un coltello grande, in modo da sminuzzare le mandorle. Rimpastatelo e ora formate i filoncini.

                       Buone Feste!                                    nata      

 

Al caldo nel cuore


Tienimi al caldo nel tuo cuore e ogni tanto accarezzami 

f683ec4e7a328640ff516ce665b937bc

C’era tanto amore racchiuso nel suo cuore, una dolcezza infinita, e tante tantissime parole che non riusciva a pronunciare.

Lei era li in mezzo a tutti quei sentimenti, racchiusa nel suo  cuore, che come un sole lo riscaldava e lo manteneva in vita.

Qualsiasi cosa fosse accaduta, qualsiasi distanza, qualsiasi incomprensione, lei era lì, custodita, protetta, amata, ci sarebbe rimasta per sempre, perchè gli era entrata dentro, in punta di piedi aveva conquistato ogni sua cellula, ogni suo pensiero, ogni suo respiro.

La sentiva palpitare ad ogni battito, la sentiva scorrere nelle sue vene nonostante non l’avesse mai posseduta. Lei era sua!

mare-in-tempestaCome una marea che saliva pian piano verso la terra, sentiva crescere dentro di sè quel forte sentimento che lo legava indissolubilmente, lo sentiva agitarsi come un mare in tempesta agita le sue acque tanto da renderlo inquieto, a volte impaziente. Non voleva lasciarsi prendere dalla disperazione, e non l’avrebbe fatto, si sentiva impotente verso quei sentimenti così profondi. Lasciarsi andare ed affogare in essi era solo quello che desiderava realmente, lasciarsi andare e cullare nel suo abbraccio, continuare a sentire il dolce suono della sua voce e stringerla forte al petto, talmente forte da farle mancare il respiro. L’avrebbe rianimata lui con le sue labbra, se necessario, con il suo respiro con il suo amore. L’amava e di questo ne era certo, non era il momento, ma presto molto presto tutto avrebbe potuto cambiare. Non temeva il futuro perchè sapeva di avere anche lui il posto principale nel cuore di lei.

Era certo di esser custodito nel suo cuore ed essere accarezzato ogni istante del giorno e della notte. Lo sentiva, perchè due cuori che si appartengono lo sentono anche a distanza senza bisogno di parole inutili.